Cuore Rossonero by Angelo

14:30 20/03/2017

NUOVA ERA ROSSONERA: È LUI L'UOMO ALLA QUALE VENDERE IL MILAN

Spero che salti la trattativa con Sino Europe Sports poiché questi acquirenti si sono rivelati poco seri e affidabili. Tempo fa in un articolo, il mio primo da quando ho aperto questo blog qui su vivoxlei per lei Calciomercato.com aveva caldeggiato l'ipotesi di Ferrero, quello della Nutella come nuovo proprietario del Milan visto che anni addietro Ferrero aveva mostrato un interesse per l'Ac Milan. Parliamo dell'Italiano più ricco in assoluto, o meglio la Famiglia e l'azienda Ferrero con un patrimonio di circa 22,1 miliardi di euro. Ma a parte questo, quello che conta è il progetto industriale e rendere il Milan una società Autonoma capace di "camminare con le proprie gambe" senza che la proprietà debba immettere sempre denaro nelle casse del club rossonero. Se devo essere sincero, non voglio apparire retrogrado, sarebbe preferibile che il Milan restasse in mani italiane, naturalmente se chi rileva il Milan è serio e affidabile va bene di qualsiasi nazione sia, per carità. Però penso che un gruppo o un imprenditore italiano possa essere più avvezzo a capire le esigenze dei tifosi e del club, non sarebbe puro business, ci sarebbe anche la componente passione, tifo, se magari quell'imprenditore che rileva il Milan oltre ad essere italiano, è magari proprio tifoso del club rossonero,
e allora io, nel mio piccolissimo, grazie a questo spazio, vorrei fare un appello a Fininvest e sperare che venda e che il successore di Silvio Berlusconi sia Renzo Rosso con la sua azienda, la Diesel. Renzo Rosso è un imprenditore italiano, tifosissimo del Milan, nato a Brugine il 15 settembre 1955. È il
Fondatore e azionista di maggioranza della Diesel, azienda di rilevanza mondiale che opera nel campo del vestiario(soprattutto Jeans) ma anche collane, bracciali, orologi, occhiali etc etc, ed è secondo Forbes l'11esimo uomo più ricco d'Italia con un fatturato di 3,2 miliardi circa di dollari. Renzo Rosso con la sua azienda, è già sponsor del Milan, fornisce le divise ufficiali al club rossonero e ha firmato un contratto di sponsorizzazione per i prossimi 3 anni. Renzo Rosso potrebbe davvero, a mio modesto parere, essere il degno erede di Silvio Berlusconi, visto l'amore che lui nutre per il Milan.
Mi auguro che si possa arrivare a far sì che questo imprenditore possa diventare il nuovo Patron e presidente del Milan. Sarebbe l'ipotesi Migliore. So che molti tifosi sarebbero entusiasti all'idea che Renzo Rosso possa rilevare il Milan poiché ha dimostrato di essere oltre che un imprenditore capace e di successo, un grande cuore rossonero,
Uno di noi.

Commenta l'articolo

Accedi o registrati per poter commentare questo articolo.

o
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
Scrivi articolo

chi sono

Saremo una squadra di diavoli. I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari. HERBERT KILPIN, Fondatore del Milan. Benvenuti su CUORE ROSSONERO BY ANGELO. Segui le rubriche NUOVA ERA ROSSONERA e EXTRA MILAN su questo blog. Ho un altro blog non solo di calcio che si chiama LIFE MY BLOG BY ANGELO dove tratto tematiche di informazione alternativa, calcio e tanto altro. BUONA LETTURA, GRAZIE DELLA VISITA E SEMPRE FORZA MILAN. Angelredblack

Ultimi commenti

Blindalo Silvio. Donnarumma teniamocelo stretto. Donnarumma è incedibile. Lo spero.
Vai all'articolo - scritto alle 13:28 25-03-2017
Premesso che spero che con Ses un dopo non ci sarà perché vorrei che restasse Fininvest perché fanno una operazione alla Thohir, ormai è palese, ma se lo rilevano gli investimenti ci saranno ma sarà una proprietà che durerà 3/4 anni, il tempo di quotare il Milan in borsa e poi non si sa in che mani finiremo.
Vai all'articolo - scritto alle 22:10 24-03-2017
È una operazione ad alto rischio. C'è una spiegazione per gli investimenti ed è questa: "“I versamenti in conto corrente, per la gestione ordinaria (pagamenti di fornitori, stipendi) sono considerati fondi di natura strumentale all’attività acquisita, e quindi, se interni, non sono oggetto di specifiche autorizzazioni: l’ordinante notifica un record filing, una semplice registrazione del movimento presso la banca trattaria, che la comunica alla competente autorità governativa, e dopo un paio di giorni, massimo tre, i fondi possono partire da conti cinesi verso l’estero. Il problema riguarda i conferimenti in conto capitale, per acquisizioni, aumenti di capitale, ricapitalizzazioni, che, in quanto idonei a modificare l’assetto strategico dell’iniziativa, devono essere autorizzati dal Governo quanto all’espatrio di valuta. Non sappiamo in che termini possano essere intervenute le misure restrittive adottate da Pechino nello scorso novembre, ma il quadro non dovrebbe essere modificato quanto ai fondi per le spese correnti. Da quello che si può percepire, il problema per questo fondo riguarderebbe le risorse per l’acquisizione di capitale, o un eventuale aumento di capitale per il finanziamento del passivo di gestione, non i successivi investimenti strumentali per il mercato giocatori, cartellini e stipendi. Il problema è ora, ma non dovrebbe esserci per il dopo, se un dopo ci sarà”.
Vai all'articolo - scritto alle 21:43 24-03-2017
Chapeau
Vai all'articolo - scritto alle 19:53 24-03-2017
Lo so ma la maggior parte la pensano così. Non sei l'unico. Andreotti diceva che a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. Spero che resti a Fininvest comunque.
Vai all'articolo - scritto alle 19:05 24-03-2017

Statistiche

Iscritto dal 15.05.2016

390 articoli scritti

2052 commenti scritti

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni e per visonare Condizioni di servizio e informativa privacy