Cuore Rossonero by Angelo

18:29 21/04/2017

EXTRA MILAN: AS MONACO, C'EST FANTASTIQUE!

L'As Monaco é la rivelazione assoluta del calcio europeo ed è la dimostrazione che i soldi non sono sinonimo di riuscita nel calcio. Certo, sono importanti, ma non sempre sono fondamentali, specie quando manca competenza e progettualità. Competenza e progettualità, oltre che pazienza, che ha avuto l'AS MONACO. I risultati del Monaco, sorprendenti, non sono arrivati di punto in bianco dal nulla, ma sono frutto di un rigoroso lavoro iniziato nel 2011 con l'avvento del nuovo patron del Monaco, il magnate russo del potassio Dmitry Rybolovlev, che rilevo il 66% delle azioni del Monaco, diventando l'azionista di maggioranza del club monegasco.
Questa acquisizione avvenne poco dopo che un' altra squadra francese, il Psg, fu rilevata dal fondo qatariota della Famiglia Al Thani. Tuttavia i due progetti, anche se all'inizio, o meglio in un periodo, potevano sembrare simili, ovvero investimenti imponenti nel mercato, prendendo i migliori giocatori possibili, poi nel corso del tempo, si sono rivelati agli antipodi. Durante l'avvento del magnate russo Rybolovlev, il Monaco non navigava in buone acque, era in Ligue 2 (l'equivalente della nostra Serie B) senza particolari ambizioni. Rybolovlev, nel 2012, ingaggiò sulla panchina del club del Principato di Monaco, Claudio Ranieri. Ranieri, un cognome che da quelle parti non é un cognome qualsiasi vista la dinastia dei principi sovrani del principato di Monaco, appunto i Ranieri. Tuttavia Claudio Ranieri é solo omonimo dei principi di Monaco. Ma torniamo all'As Monaco e alla sua storia, su come si é arrivati a questo punto, frutto di progettualità, scouting e competenza. Come dicevo Claudio Ranieri viene ingaggiato al Monaco, precisamente il 29 Maggio 2012, con un contratto biennale con opzione per il terzo anno. Il suo obbiettivo é riportare la squadra monegasca in Ligue 1, il massimo campionato francese. L' 11 Maggio 2013 il Monaco viene promosso in Ligue 1 con due giornate di anticipo. E' questa é solo il primo step, la prima fase del progetto Monaco. Riportarlo in Ligue 1. Si passa alla seconda fase. Nel 2013 sbarcano nel principato di Monaco calciatori come James Rodriguez, Radamel Falcao, Jeremy Toulalan, Geoffrey Kondogbia, Joao Moutinho, Ricardo Carvalho e Eric Abidal per un totale di spesa pari a circa 150 milioni. Il risultato fu un soddisfacente secondo posto dietro al ricchissimo Paris Saint Germain di Al Thani. Qui si inizia a fare luce sul progetto Monaco e si inizia a capire perché é agli antipodi rispetto a quello del PSG. Il Psg investe non per rivendere e fare plusvalenza, ma li compra e se li tiene, al limite ne compra altri ancora. Il Monaco investe per poi rivendere e fare una plusvalenza. James Rodriguez, complice un grande campionato con il Monaco e con la nazionale colombiana nei mondali di Brasile 2014, dove uscì ai quarti, fu preso insieme a Moutinho dal Porto per complessivi 70 milioni circa. James Rodriguez fu rivenduto al Real Madrid per 80 milioni circa. Falcao, al suo primo anno di Monaco, fece 20 presenze in campionato con 11 reti segnate. Fu pagato 60 milioni circa, proveniente dall' Atletico Madrid. Fu rivenduto, o meglio prestato l'anno successivo al Manchester United. Un prestito che fu pagato 12 milioni di euro con diritto di riscatto per ulteriori 55 milioni di euro. Qui complice anche l'infortunio che rimediò l'anno prima al Monaco, non rese secondo le aspettative e fu rispedito al mittente. L'anno dopo fu prestato ancora in Premier League Inglese, precisamente al Chelsea, anche qui in prestito oneroso per una cifra che oscilla tra i 6 e i 10 milioni con un riscatto fissato a 48 milioni circa. Pure qui andò male e fu rispedito di nuovo indietro. Per la serie non si butta via niente, restò al Monaco e fu recuperato dal club francese, riuscendo a far esprimere Falcao di nuovo ad alti livelli. Il colombiano tornò ad essere la tigre d'area, il bomber implacabile che incantava nell'Atletico Madrid. E fu così che arriviamo ai giorni nostri, attraverso una potente rete di scouting arrivano a Monaco talenti come Lemar dal Caen, Bakayoko dal Rennes, Mbappé, prodotto del vivaio monegasco, Sidibé dal Lille, e Jorge, terzino brasiliano preso dal Flamengo. Questi sono alcuni giocatori che hanno portato il Monaco ad essere una delle regine d'europa e una realtà vincente del calcio francese. As Monaco, c'èst Fantastique.

Commenta l'articolo

Accedi o registrati per poter commentare questo articolo.

o
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
Scrivi articolo

chi sono

Saremo una squadra di diavoli. I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari. HERBERT KILPIN, Fondatore del Milan. Benvenuti su CUORE ROSSONERO BY ANGELO. Segui le rubriche NUOVA ERA ROSSONERA e EXTRA MILAN su questo blog. Ho un altro blog non solo di calcio che si chiama LIFE MY BLOG BY ANGELO dove tratto tematiche di informazione alternativa, calcio e tanto altro. BUONA LETTURA, GRAZIE DELLA VISITA E SEMPRE FORZA MILAN. Angelredblack

Ultimi commenti

Ahahahaha. Bella questa battuta. Non so chi l'ha scritta al Corriere o a Tuttosport ma li consiglio di darsi al Cabaret. Potrebbero avere successo e avere un riscontro a livello nazionale. Può darsi pure che Raiola abbia proposto Donnarumma all'Inter ma Gigio rifiuterà tutta la vita. Questa è fantascienza. Ragazzi, a tutto c'è un limite.
Vai all'articolo - scritto alle 09:15 29-04-2017
Magari Schick. Lapadula interessa anche alla Sampdoria. Non so se è fattibile una operazione del genere. Con Lapadula forse è più facile arrivare a Simeone. De Sciglio-Ghoulam sarebbe il top ma forse De Sciglio vuole la Juventus e non il Napoli.
Vai all'articolo - scritto alle 21:51 28-04-2017
Vai Mirabelli. Chiudi subito. Lui e Ghoulam, chiudiamo tutti e due. Poi Fabregas. Rinnovo di Donnarumma e Suso. Acquisto di Antonio Donnarumma. Poi cessione di De Sciglio alla Juventus. Poi la punta, sarebbe fantastico Morata. Cessione di Bacca. Scambio Lapadula-Simeone con 8/10 milioni di conguaglio al Genoa . Poi cessione di Poli e poi le ultime operazioni.
Vai all'articolo - scritto alle 21:17 28-04-2017
Ma il Milan già dall'anno prossimo può tornare in Champions visto che ci saranno 4 posti disponibili. Un anno Donnarumma può aspettare. Ha 18 anni e ha già vinto un trofeo, la Supercoppa Italiana. Spostarlo a soli 18 anni per soldi mi sembra assurdo. Rischia di bruciarsi. Qui puoi diventare capitano e leader. Ed e' protetto. Se la papera di Pescara l'avesse fatta altrove immaginati cosa si sarebbe detto. Da noi e' stato difeso. Altrove è uno dei tanti. Io penso che aspetterà e valutera' la nuova proprietà.
Vai all'articolo - scritto alle 19:33 28-04-2017
Lo stai dando troppo per scontato Bruceprotto. Un altro anno rimane sicuro. Stanno tutti quanti sottovalutando la nuova proprietà e tutti sono certi che non ci sarà lo sbocco dei capitali e così via. Per me bisogna rimanere cauti ad essere pessimisti perché ora il Milan risulta povero ma occhio che forse tra un mese potremmo paradossalmente essere e avere la proprietà più ricca della serie A. Un indizio lo ha dato Berlusconi nella lettera d'addio asserendo che a malincuore ha dovuto vendere il Milan poiché Una e sottolineo Una sola famiglia non può mantenere il club ad alti livelli. Di conseguenza non c'è solo la famiglia Lì. Lu Bo (Haxia) è nel Cda e Huarong firmerà i documenti di trasparenza in Lega. Inoltre la Cina ha rallentato i restringimenti per l'esportazione dei capitali all'estero e Lì in Cina li aveva trovati i capitali e tanti. Questa situazione è molto simile a quella dell'Inter prima del passaggio di Thohir a Zhang jindong. Con Thohir l'Inter era la nuova povera della Serie A poi arriva zhang e arriva Joao Mario, Candreva, Gabigol e così via. Raiola è Raiola ma leggiti le dichiarazioni del padre di Donnarumma. Lui vuole restare. È proprio milanista. Tutti danno per scontato che il Milan è allo sbando, io invece seguendo le news penso che Donnarumma e Suso rinnoveranno e potrebbero arrivare Antonio Donnarumma, Ghoulam, Musacchio, Fabregas e forse Morata la cui fidanzata italiana vuole tornare in Italia. Inoltre con le cessioni di Niang, De Sciglio e Bacca incasseremo un bel gruzzolo. Non so perché si giochi a essere così disfattisti. C'è la possibilità che parta Donnarumma ma non l'anno prossimo e di certo non viene a fare il vice Buffon che pare voglia continuare altri uno o due anni. Insomma vediamo ma non diamo per scontato nulla perché tra un mese se davvero Huarong c'è dietro Lì non stiamo messi così male.
Vai all'articolo - scritto alle 18:21 28-04-2017

Statistiche

Iscritto dal 15.05.2016

424 articoli scritti

2233 commenti scritti

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni e per visonare Condizioni di servizio e informativa privacy