14:33 21/04/2017

Juventus: The italian job

Monaco - Juventus. Partiamo da qui.
L'ultima volta ci portò molto bene, ma non è questo il punto dell'articolo.
Monaco - Juventus è il classico punto in cui ognuno può vedere le cose in modo diverso: sorteggio fortunato, Juve aiutata anche in Europa, ora ci elimineranno i meno quotati, e chi più ne ha più ne metta....
Questa è la tipica cultura italiana che contagia anche chi è stato in Italia, vedi Glik, ma nessuno parla veramente di questa JUVENTUS, perchè il pareggio 0 - 0 del Camp Nou è di una arroganza calcistica impressionante; non far segnare i marziani per 180' è storia, Messi che non impaurisce mai Buffon è storia, ma i detrattori si inventano un catenaccio mai fatto dalla Vecchia Signora e persino un certo Sacchi trema davanti alla bravura di Mister Allegri.
Si inventano aiuti e poteri forti, ma gli unici aiuti arrivano tra i compagni di squadra e gli unici poteri forti sono la SOCIETA' Juventus, i giocatori ed i tifosi che continuano a crederci. Non è supponenza, come quella ostentata dai catalani, e non c'è scaramanzia che tenga ma questa Juventus può e deve puntare al TRIPLETE che però non ha e non avrà mai a che vedere con quello del 2010. Quella Inter era perfetta per quel momento e per quel suo allenatore e rimarrà nella storia che ci piaccia o meno, ma questa Juventus sta facendo un vero Italian job perchè sta mostrando al mondo intero il valore degli allenatori italiani, della qualità del nostro calcio, della forza delle nostre società ITALIANE e di talenti e valori italiani unici ed inimitabili: Buffon, Barzagli, Chiellini e Bonucci su tutti.
Non avremo il tiki taka, non avremo i funamboli in mezzo al campo, ma la forza mentale e fisica di questa squadra ci permette di vincere le partite anche quando abbiamo davanti i marziani e alle altre società rimangono solo due cose da fare: gufare e rosicare, perchè si, l'italian job è anche questo: non riuscire ad essere obbiattivi quando si parla di Juventus e non riconoscere i meriti di questa grandissima società attaccandosi a cose inventate, vecchie, inutili e superficiali che creano solo scuse buone a riempire post e articoli di giornale.
Ma purtroppo questa mentalità non danneggia solo società e tifosi, ma danneggia anche e soprattutto la nostra nazionale perchè i tanti talenti italiani finiscono per non avere una cultura giusta e vincente e rimangono sempre attaccati a cose inesistenti e frivole che creano solo chimere e malcontenti. I vari investitori stranieri si allineano a questo modus operandi e poi la colpa di una Italia scarsa non sarà mai di nessuno, anzi sarà dei giocatori juventini che vincono solo #finoalconfine.....
Anche questo è lo stile italiano, ma Cardiff non è molto lontana, e a noi il Monaco porta bene......

Commenta l'articolo

Accedi o registrati per poter commentare questo articolo.

o
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
Scrivi articolo

chi sono

Nessuna presentazione disponibile

Ultimi commenti

Non intendevo per il livello del Monaco che è di tutto rispetto ma per la mentalità e l'atteggiamento
Vai all'articolo - scritto alle 14:15 27-04-2017
Ed è per questo che prenderanno una sonora scoppola! La mentalità non si compra al supermercato..... fece lo stesso per il record di punti Conte ed infatti perdemmo la possibilità di andare in finale di Europa League
Vai all'articolo - scritto alle 11:57 27-04-2017
Caldara scusate. Assolutamente basta difesa a 3 e per Spinazzola non penso ci siano problemi ad imparare a stare in una difesa a 4....se ha imparato asamoah può farcela lui è fa entrambe le fasce per correttezza!
Vai all'articolo - scritto alle 14:49 26-04-2017
Se parte uno tra lui e Dani ci vuole Spinazzola: giovane, italiano, del vivaio e conosce già l'ambiente. Poi prendere Conti e lasciarlo ancora all'Atalanta per giocare in Europa come Caldarola.
Vai all'articolo - scritto alle 12:00 26-04-2017
De sciglio lo lascerei dove è adesso perché non porterebbe nulla, Spinazzola invece lo vedrei molto bene e prenderei Conti lasciandolo ancora un anno all'Atalanta. Caldara non lo porterei adesso ma riscatterei Benatia, così Caldara giocherebbe anche in Europa da titolare. Sturaro lo darei in prestito così che possa giocare ma non lo cederei, stesso discorso per Mandragora. Betancur lo terrei come vice Dybala e poi prenderei Bernardeschi e uno tra Sanchez/ Douglas Costa. Buffon, Dani alves, rugani, Bonucci, Alex Sandro, khedira, pjanic, Cuadrado, dybala, Sanchez/ Douglas, Higuain. Meret, audero, Spinazzola, Barzagli, benatia, chiellini, Asamoah, Tolisso, Marchisio, pjaca, Betancur, Bernardeschi, Mandzukic, kean
Vai all'articolo - scritto alle 11:23 20-04-2017

Statistiche

Iscritto dal 10.05.2014

1 articolo scritto

200 commenti scritti

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni e per visonare Condizioni di servizio e informativa privacy