Alla vigilia di  Cagliari - H. Verona, il mister rossoblu Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa sulla gara di domani, sfida molto delicata per i sardi che devono fare più punti possibili per salvarsi. Leonardo Pavoletti sarà out per infortunio.
Cari “fratelli rossoblu” questo è quanto ha detto, ridotto in sintesi, Walter Mazzarri, prima dell’incontro Cagliari -Hellas Verona, ascoltate bene le sue parolele, pardon, leggetele accuratamente:

"A 4 giornate dalla fine ci sono 12 punti a disposizione. Dobbiamo guardare noi e non gli altri. Saranno partite in cui combattere. Brucia ancora la sconfitta di Genova, immeritata a parer mio, perché la prestazione è stata buona. Questo però è il passato, domani c'è il Verona, una delle rivelazioni del campionato, bisognerà stare attenti e fare una gara aggressiva come contro il Sassuolo, sperando di portarci l'episodio dalla nostra parte. Poi andremo a Salerno per fare la partita al massimo delle nostre possibilità è così fino a fine campionato. Sono molto carico, arrabbiato per la gara di Genova, questa rabbia va trasmessa in campo per cambiare quello che è successo a Genova. Nandez? È stato 3 mesi fermo e ieri ha fatto il quinto allenamento, non ha i 90' nelle gambe. Di sicuro ha un minutaggio ridotto ma è una nostra risorsa importante, sarà impiegato sperando che dia il contributo che sa dare. Non vedo fragilità in questo gruppo, abbiamo perso partite che non meritavamo. Le prestazioni ci sono state ma purtroppo non abbiamo fatto punti. Non dobbiamo guardare il passato ma il presente, il destino è ancora nelle nostre mani e dobbiamo provare a portare a compimento un'annata in cui meritiamo di restare in Serie A. I punti ora contano tanto, ora dobbiamo pressare forte, recuperare subito palla e dare il massimo nei contrasti, sarà una partita di duelli contro il Verona. Bisogna stare attenti alla loro forza, sono una squadra offensiva, bisogna stare attenti sia alla fase difensiva ma fare anche il nostro gioco come contro il Sassuolo. Per come stiamo giocando meritiamo di salvarci. Problema diffidati? Non c'è perché quando abbiamo fatto punti è perché eravamo in emergenza. In tanti ruoli uno vale l'altro, non dobbiamo fare questi calcoli. Ora abbiamo giocatori duttili come Rog e Nandez che putroppo non abbiamo avuto per tanto tempo in questa stagione. Abbiamo sbagliato partite come contro lo Spezia, come contro l'Udinese, mentre gare come contro il Genoa meritavamo di fare punti eppure non abbiamo vinto. Gli altri hanno fatto un gol rocambolesco nel finale ed hanno vinto.  E non voglio fare polemica, a Genova c'era un possibile rigore più un palo di Joao Pedro.
Questi sono episodi che pesano. Se i ragazzi e gli episodi ci daranno il giusto arriveremo all'obiettivo. Meriteremmo dai 4 ai 6 punti in più in questo campionato. Alibi? Mai dato alibi ai giocatori, ma i discorsi sugli arbitri sono di attenzione e rispetto, perché siamo tutti coinvolti. Poi sbagliare ci sta, ma l'importante è ammettere l'errore. Ma non ci sono alibi, per ora siamo ancora padroni di noi stessi, possiamo ancora farcela. Approccio troppo aggressivo?  A volte bisogna essere più accorti, ma l'atteggiamento aggressivo e spregiudicato ci ha fatto fare punti nelle altre partite".

Questo e quanto gli ho risposto e continuerò a farlo su ogni blog, sito, ecc.

“Eh, No, Walterone, non te la meriti la permanenza in A né tu né i calciatori che hai mandato sul rettangolo di gioco nell'arco di tempo di quest'ultimo campionato! Desidero dirti in tutta sincerità, che per me, sei un allenatore molto MODESTO (prendine atto), una scossa quando c'è, quando si è riuscita ad imprimere, dura sino alla fine, non è una luce ad intermittenza!  Quella squadra che tutti quanti pensavamo sarebbe finita in serie B, già dalla prima giornata si salverà , alla faccia, di "Mastro Ciollino" (Massimo Giulini) e di quella tua!

Parlo della Salernitana, ovviamente, il Genoa, per quanto mi concerne, in questa edizione, non è nemmeno una squadra! Ma tu ci hai perso pure… Vedi, Walterone, tu della “garre” dell'allenatore Davide Nicola, non ne hai nemmeno un pelo! Quello ha gli “attributi” che gli fanno scintille a terra quando cammina! Prende squadre, apparentemente, composte da 22 zombie, e li trasforma in squadroni, (vedi cosa ha fatto a Crotone), tu no, caspita, resti ai margini, sulla riva del tuo fiumiciattolo ad aspettare che passi il corpo del tuo nemico! Sei simile ad un “voyaeur calcistico” godi a fare i conti (anche se sostieni nelle tue uscite di non farli mai),  a guardare il punticino, cercando di strapparlo qui e là, come hai fatto a Genova e in altri incontri.
Poi finisci col perderle al 90° e di brutto, vedi la catastrofica partita di andata e ritorno contro l’Udinese. I punti, quelli che ora vai piangendo, recriminandoli, dovevi farli nel girone di andata, quando ti sei fatto imporre due pareggi a Cagliari, con due squadre alla nostra portata: Venezia e Salernitana! Non dovevi fare 2 punti, ma 6!  Si gioca sino al  99° se occorre farlo, con la medesima intensità. Oggi, ne avremmo avuto ben 4 in più.
E non rimpiangere nemmeno le assenze, ROG è una vita che manca, non hai alcun alibi!  Tanto meno NANDEZ, perché hai fatto dal primo giorno quello che ti comanda di fare il “capo”!  Nandez, fino a prova contraria è un calciatore del Cagliari sino al 30.06.2022, quindi se lo si mette tra i convocati, risponderà presente sempre e comunque! Ma c’era quel qualcuno o più di uno, che ti dicevano, ci salveremo anche senza di lui, è vero? ABBI IL CORAGGIO, D'AMMETTERLO! Su Nandez è stato perpetrato un mobbing allucinante! Solo perché ha chiesto alla società di andare via da Cagliari per giocare in una squadra che non elemosini punti sino alla fine del campionato. Sarei stato al suo posto, avrei fatto la medesima cosa. Perché Barella sì e lui no?

Il male più grande che puoi fare ad un calciatore di spessore è metterlo fuori rosa anche se sta bene e si sente forte come un leone.  Adesso ti fai due vittorie striminzite con Verona e Venezia, ma solo perché (forse)  te le regalano, solo perché non si impegneranno.  Walter Mazzarri, avevo osato andare “oltre” su di te, scrivendo che (forse) il Cagliari aveva trovato colui che lo avrebbe modellato, plasmato, come la creta grezza, come un vaso importante ma ridotto con varie imperfezioni. Detto questo, a me personalmente, non sei mai piaciuto come allenatore, ti reputo un perdente, con le idee poco chiare. Non essendo un ipocrita, desidero esser chiaro su questo punto. Così come lo è “Mastro Ciollino”, ovvero il presidente attuale del Casteddu.
La Salernitana rifilerà 4 vittorie di fila, a Bergamo (non ha nulla da perdere la squadra orobica) in casa col Venezia (partita di recupero). Qui desidero spendere, ma che dico!...Desidero tirare una freccia (avvelenata) al team della FIGC: “Potevate farla recuperare il 25 Dicembre prossimo… Come mai tutta questa fretta?...”.

Questo è un altro motivo per cui non seguo più il calcio come prima. Troppi inciuci, troppe trame di Palazzo che sta per crollare, mi auguro, molto presto.  Addio sogni di gloria, caro Mazzarri!  Hai detto una eresia nel dopo partita, quando si è perso meritatamente per 2 a 0 (di brutto) contro lo Spezia. Hai detto che non sei tu ad andare in campo, ma i giocatori … Credo sia la seconda o addirittura la terza volta che te lo sento dire. Non posso dire parolacce, stava scappandomi una “m….”.

Colui che lo asserisce, e metterebbe una firma per legalizzare il tutto, è un allenatore dei pulcini, non di serie A! Caro Walterone, tra le mille attitudini svolte,il sottoscritto, ha anche un’ esperienza calcistica sia da giocatore, in serie C con il Marsala, Trapani e Milazzo, poi per un brutto incidente. Poi ho preferito per 5 anni, allenare i giovanissimi del Messina ACR, ovvero i ragazzi dai 12 ai 15 anni. Non ho mai sentito dire, nemmeno in quei 5 anni, abbiamo perso, ma non è colpa mia, ma dei giocatori che vanno in campo!
Ma che dici? Nessun allenatore darebbe mai e poi mai, la colpa di una partita squallida, inconsistente, apatica, ai propri giocatori, la colpa è sempre e comunque dell’allenatore! O te ne sei dimenticato? Sai benissimo, che potevi innescare una bomba ad orologeria nello spogliatoio! Qualcuno (JP11) ti avrà tolto le castagnelle dal fuoco che avevi appiccato ingiustamente a cuor leggero... Dovevi dire semmai, me ne assumo tutta la responsabilità! 
Walter, ti pagano euroni a fior di conio, mica con le figurine Panini!
Se ti devono uscire quelle parole e non sai più gestire lo stress, ritirati, vai in pensione, comprati un appezzamento di terreno, magari un bel vitigno, in Toscana, nella maremma. Ma non vomitare idiozie immonde!
Te ne prego… Dio mio… di croce a noi tifosi del Cagliari non ci bastava Eusebio Di Francesco? Perché mai vuoi infierire su di noi?

Mi sciacquo il viso, un caffè e riprendo… ok?  Walterone, come hai lasciato le penne a Genova (vergognati), li lascerai anche a Salerno, loro vanno a 1000, lo sai bene. Tu non riesci ad imprimere una netta e stabile andatura al Cagliari, la mia squadra del cuore, la nostra squadra del cuore, il nostro amore, ha una andatura ad intermittenza da 2,5 a 10! Una squadra che vuole salvarsi , nelle ultime 7 partite deve fare almeno 15 punti, tu non sei nemmeno riuscito a farli nell’intero girone di andata! Vedi le squadre lepri: Udinese, Bologna e Salernitana… tu al massimo ne potrai fare 9, 3 li hai fatti col Sassuolo, sempre se, Verona e Venezia non si impegnano, così come hanno fatto i ragazzi di Dionisi. 
Caro Mazzarri: “Le jeu est terminé rentrez chez vous”.

 

 

    Josh Gullotta