L'inizio del campionato calcistico ci ha regalato una sorpresa piacevole: la coppia d'attacco composta da Dusan Vlahovic e Federico Chiesa. Questi due giovani talenti si sono rivelati subito letali, con gol spettacolari e assist magistrali. Tuttavia, tornando indietro nel tempo, questa coppia d'attacco sembra assomigliare sempre di più alla storica coppia Vialli-Mancini.

Nei mitici anni '80, Gianluca Vialli e Roberto Mancini erano i protagonisti assoluti della Sampdoria. Per loro, era stato rispolverato il soprannome di "gemelli del gol". Questi due calciatori sono diventati il simbolo degli anni più gloriosi del club blucerchiato. Erano non solo compagni di squadra ma anche di vita, e hanno continuato a lavorare insieme anche nella nazionale italiana. Uno dei momenti più memorabili è stato l'abbraccio in lacrime tra Vialli e Mancini durante l'Europeo del 2020. Una storia che abbraccia tre decenni, iniziata quando i due ragazzi si sono incontrati nella Sampdoria negli anni '80 e hanno subito creato un duo capace di portare la squadra fino allo Scudetto.La somiglianza tra queste due coppie, sia dal punto di vista tecnico che da quello dell'amicizia, ci fa riflettere sul fatto che potremmo essere di fronte a una nuova incarnazione dei mitici Vialli e Mancini, questa volta con Vlahovic e Chiesa.

La loro amicizia è nata a Firenze e si è consolidata a Torino, dove ora giocano per la Juventus. Nel calcio, come nella vita, tutto può succedere, e speriamo che questa nuova coppia possa portare altrettanto successo e gioia nei cuori dei tifosi italiani.
Chi lo sa, potrebbero essere destinati a scrivere una storia lunga e gloriosa nel calcio italiano, proprio come i loro illustri predecessori.