Si è vero. Da Interista sono qua a parlare di fuorigioco dopo il gol annullato a Lautaro sul quale stranamente, ci sono stati pochissimi replay e immagini da angolature poco chiare. Sono contento di poterlo fare serenamente e senza alcuna "prevenzione"  visto che ora della fine, si è trattato di un episodio ininfluente ai fini del risultato. Ma il problema rimane, e penso che in fondo, risolverlo è nel'interesse di tutti i tifosi e gli esperti del settore che sicuramente ad oggi non hanno per niente chiaro come effettivamente vengono valutati  questi episodi.

Si possono tracciare tutte le righe che si vogliono e parlare di cm, prospettive e proiezioni delle ombre, ma penso che ad oggi non ha senso mostrare un semplice fermo immagine per giustificare una scelta arbitrale, dal momento che per il fuorigioco non conta solo la posizione occupata dall'attaccante ma anche l'esatto momento in cui è stato effettuato il passaggio. Chi è che decide quale sia il frame ottimale per poter giudicare la posizione regolare o meno di un'attaccante? Perchè nel replay non si mostra mai chiaramente quando il pallone si stacca dal piede dal giocatore che effettua il passaggio? Quanti frame ci sono in un secondo? Quanti frame vengono presi in considerazione? Secondo quale criterio? esiste una procedura codificata? Se si lavora con la tecnologia, la tecnologia deve essere chiara e omologata, altrimenti è inutile ed è meglio tornare ad affidarsi ai vecchi guardalinee se l'errore rientra nei centimenti/millimetri.

La mia idea? Nell'90% dei passaggi ci si può affidare ad un rilevatore sonoro per capire effettivamente quando il passaggio è partito  e in corrispondenza di quel suono  l'immagine viene fermata , e su quella immagine, vengono tracciate le linee. Si calcolerà un margine di errore in termine di cm, quindi una persona in fuorigioco di 3 cm (esempio) sarà comunque considerata in linea, credo che a livello sportivo nessuno potrà recriminare su 3 cm, perchè non è certo una skill di alcun difensore riuscire a mettere apposta in fuorigioco un avversario di 3cm. Ovviamente si tratta solo di un esempio, le variabili da considerare e le misure da tenere in considerazione potrebbero essere cambiate, ma è così che si dovrebbe ragionare. Non tirare due righe a piacere!