L’Inter battendo la Lazio ha ottenuto tre punti pesanti che le permettono di continuare la sua marcia vincente in campionato. Vittoria ottenuta  battendo una Lazio in forma che veniva da 6 vittorie consecutive e che ha ritrovato la forma di un tempo. 

Alle prestazioni importanti ormai consolidate di Lukaku, Barella, Brozovic, Skriniar e De Vrij si sono aggiunge quelle di  Eriksen e Perisic, che hanno giocato una bella partita. Perisic ha annullato Lazzari mentre Eriksen si sta calando meglio nel centrocampo nerazzurro, chissà che non possa essere una carta decisiva per Conte.

In un campionato competitivo come questo, dove le squadre che possono ambire a entrare tra le prime 4 sono 7, aver vinto contro una di loro  è importante per la classifica e per il morale. La Lazio ha tenuto palla e ha cercato di sfondare, ma giustamente la squadra di Conte si è abbassata per non dare campo agli uomini di Inzaghi.

La squadra ha tenuto mentalmente per 90 minuti, non ha avuto black out e ha saputo soffrire. Anche dopo aver subito il casuale goal, ha continuato a giocare e ha trovato il terzo goal grazie a una grande progressione di Lukaku e a Lautaro che ha seguito il compagno da centrocampo.
Il recupero di D'Ambrosio e Vecino offre a ulteriori soluzioni anche se la formazione base ormai è stata creata.
Ho molto criticato le prestazioni dei giocatori che hanno occupato la fascia sinistra, ma ieri Perisic ha giocato la sua migliore partita da quanto è tornato dal Bayern e questo può dare all'Inter un altro punto di riferimento   là dove prima era stato un problema, visto le prestazioni non eccelse sue e quelle di Young.
Già dal derby si spera che il croato confermi questi segnali eccellenti.
Cosi come quella della squadra, che ha saputo interpretare la partita nel migliore dei modi. 

Bassano Giancarlo.