Nel mio personalissimo pronostico, al San Paolo avevo assegnato la vittoria alla Juventus.
Una sensazione... La gara per i bianconeri doveva costituire ''il test'' decisivo in vista della gara di ritorno con l'Atletico Madrid, valevole per l'accesso ai quarti di Champions.

Mi aspettavo che almeno ieri sera, la Juventus provasse a fare la gara, provasse a spendere tutte le energie, attuasse tutti i meccanismi in suo possesso per allenarsi alla partita del 12 marzo e provasse a portare a casa una vittoria chiara e netta contro un avversario che per valore può essere paragonato tranquillamente alla ''macchina'' spagnola.

Se non fossi a conoscenza e da tempo, dei problemi tecnici, tattici e strutturali che attanagliano la squadra bianconera, sui quali mi sono spesso espresso e dilungato e di cui mi è passata perfino la voglia di discutere ancora, sarei rimasto tremendamente deluso della partitaccia  giocata ieri sera dalla mia squadra al cospetto di un Napoli bello, efficace, incisivo ma molto  sfortunato.

Neanche stavolta alla prova del nove la Juventus è riuscita a dare una dimostrazione di forza. Una vittoria scaturita per caso e per il rotto della cuffia che non ci inorgoglisce, non ci rende fieri e sopratutto ci fa capire molto chiaramente che la remuntada contro gli spagnoli, se non impossibile, si annuncia senz'altro molto improbabile.

Ieri si affrontavano due squadre distanti in classifica l'una dall'altra di ben 13 punti... Chi dopo aver assistito alla gara non conoscendo la posizione delle due compagini poteva immaginare che il primo posto fosse occupato dalla Juventus?!?

Metterei da parte gli episodi, anche se con Rocchi c'è sempre qualcosa che non va... Meret non esce di porta in modo pericoloso né tantomeno col piede a martello e non andava espulso. Il rigore assegnato al Napoli è ridicolo... Ciò che conta invece è che la squadra bianconera è stata presa  a pallonate dagli azzurri e dominata in lungo ed in largo, mai è stata in grado di ribattere, sempre rannicchiata nella propria area come una squadretta di categoria.

Ora sono 16 i punti di distacco tra la Juventus ed il Napoli ed anche questo campionato sembra ormai deciso. Eppure non riesco a provare  alcuna soddisfazione, tantomeno mi sento fiero ed orgoglioso della prestazione fornita ieri dalla mia squadra.

Non so se avrò la pazienza e la voglia di assistere alla partita di ritorno di Champions. Non sono né un veggente né uno scaramantico, ma non credo sia molto complicato prevedere l'esito finale di questa gara...
Questa Juventus triste e remissiva non ti fa più sognare... da troppo tempo...