In questi giorni sembra di moda alla Juventus ingaggiare calciatori con parenti come procuratore.

Gonzalo Higuain

Dopo il ritorno del fratello procuratore di Higuain, il quale per ora ritorna a casa Juventus, forse solo provvisoriamente, in attesa delle decisioni societarie e anche delle richieste di mercato, si parla dell’arrivo di altri "parenti" procuratori. Nel calciomercato Juve spunta una clamorosa pretendente per Gonzalo Higuain, appena rientrato dal prestito dal Chelsea: sarebbe spuntata una sorpresona, che fino ad ieri, non avremmo mai immaginato. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, la Fiorentina avrebbe posato gli occhi su di lui: sarebbe il “regalo” promesso da Commisso per il popolo viola. Ma il buon Gonzalo è un regalo per puntare subito in alto? Oppure sarebbe una "compensazione" per la perdita di Chiesa, che guarda caso interessa ai proprietari del cartellino di Higuain?

La mia domanda è: si tratta della riapertura della ormai raffreddata trattativa tra gigliati e zebrati? Probabile è la risposta: il miliardario americano appena arrivato potrebbe aver sentito lo scalpitare di Federico Chiesa. Il classe 1997 ha voglia di mettersi in mostra in una grande squadra, anche partendo dalla panchina, e di uno stipendio che la Fiorentina non potrebbe mai garantirgli. Un’altra possibilità è che la dirigenza viola non voglia apparire neofita, facendo solo circolare nomi da sogno soltanto per dimostrare di voler operare sul mercato in modo diverso e più consistente della famiglia Della Valle, mentre punta ad un anno di assestamento.

Tornando all’argentino Gonzalo, non il fratello, possiamo dire che Maurizio Sarri lo apprezza e tanto: sotto di lui ha ottenuto il record dei gol in una stagione al Napoli, e lo ha voluto fortemente al Chelsea. Higuain è un calciatore fortissimo, però è molto umorale, se è gasato non lo ferma nessuno ma se non si sente coccolato perde la fiducia in se stesso e crolla psicologicamente, rendendo poco. Nelle ultime due stagioni gli è mancata la fiducia di Allegri, poi al Milan e al Chelsea ha avuto forti critiche dalla stampa e dai tifosi, ma soprattutto non si è sentito protetto dalle ultime tre società. Tale fardello, unito al nervosismo dovuto alla "cacciata" da Torino al momento dello sbarco di Cristiano Ronaldo, ha pesato. Sarri ha detto, nella sua ottima conferenza stampa, che vuole molto bene al suo pupillo, ma che del mercato se ne occupa la dirigenza. Un po’ come dire: mi piacerebbe tenerlo, ma non faccio carte false per farlo restare.

Un pensierino per tenerlo in bianconero lo farei, primo perché non ha offerte interessanti per la cassa juventina, ma soprattutto per i 36 gol in 35 partite fatti a Napoli. Inoltre guardando "una stagione a caso", la 2011/2012, la coppia formata da CR7 e Higuain (allora poco più che ventenne) ha realizzato 86 gol in tutte le competizioni, pertanto Higuain ha dimostrato di essere il compagno ideale del portoghese pluripallonedorato. A frenare la possibile trattativa con la Fiorentina, e con tutte le altre eventuali pretendenti, al momento sarebbe l’ingaggio di Higuain. 7 milioni netti l’anno sono un ostacolo al momento insuperabile per la Viola, con il sogno Pipita difficile così da concretizzare. Stesso problema per i bianconeri, che vorrebbero eliminare dal bilancio delle uscite il numero 7 (milioni) dalla voce stipendi. Una soluzione casalinga potrebbe essere quella di allungare il contratto all’argentino per una cifra più bassa e metterlo in prova col suo mentore, ed eventualmente, se fallisse, rivenderlo successivamente presentandolo sul mercato con uno stipendio più accessibile.

Mauro Icardi

Mario Mandžukić è già con le valigie pronte per Dortumund. Il Borussia potrebbe spendere per il croato circa 15-20 milioni. A sostituire Marione, se parte pure Higuain, potrebbe arrivare Mauro Icardi dall’Inter, a proposito di parenti procuratori. Wanda Nara potrebbe essere la nuova "cognata" della Vecchia Signora, ma solo se arrivasse scontatissimo, un po' perché il capricciosissimo calciatore ha giocato molto poco, un po' perché la cognata sarebbe molto ingombrante e ha il vizio di chiedere aggiornamenti contrattuali quasi giornalmente.

Adrien Rabiot

Il parente procuratore più "importante" per peso (non in chilogrammi s’intende) ovviamente potrebbe essere una suocera, cioè mamma Veronique Rabiot, e chi è più ingombrante di una suocera in una famiglia? La posizione contrattuale del francese vede la scadenza contrattuale il 30 giugno 2019, tesserato attualmente col Psg. Ha fatto le giovanili con la squadra parigina. Dovrebbe arrivare alla Juventus in questi giorni, sembra concluso l'accordo con la mamma procuratrice. Veronique ha finalmente detto "oui" all'offerta della Juventus, le richieste da oltre 10 milioni netti a stagione hanno spaventato tutti e avevano spinto la Juve osservare da lontano le trattative degli altri club, nonostante il "teorico" parametro zero. Teorico ma comprensivo di una grossa consulenza per la mamma procuratrice: 10 milioni di euro una tantum. Dieci milioni richiesti pure come stipendio del calciatore; magari ambiscono pure alla maglia numero 10, ma la Juventus ha presentato un’offerta di "solamente" 7 milioni netti annui. Fino ad ieri mancava in sostanza solo una cosa, soltanto lo "oui" di mamma Rabiot, visto che il figlio aveva già accettato stipendio e destinazione, oggi il sì francese sembra arrivato.

Adrien Rabiot, 24 anni, è di nazionalità francese. La posizione in campo è mezzala sinistra (ruolo graditissimo di Pogba), gioca anche come centrale, trequartista, potrebbe fare il player al posto di Pjanic. Nella scorsa stagione in campionato vanta solo 14 presenze, di cui solo 9 da titolare. Questo, oltre l'alto stipendio, ha spaventato le altre pretendenti, per non dimenticare del carattere capricciosissimo del 24enne francese e della onnipresente super mamma. È un affare acquistarlo? A me un giocatore del valore di mercato di 35 milioni, capriccioso e iper-pagato, alla Juventus non suona bene. Se penso a Cancelo che va via perché faceva i capricci (aggiungo giustamente) con Allegri per la posizione in campo, divento scettico.

Rabiot, fortissimo tecnicamente, lo vedo però, oltre che caratterialmente capriccioso, lento, poco propenso al sacrificio, ma soprattutto totalmente assente in fase difensiva; mi ricorda molto Pjanic, a parte i capricci, quindi li vedo impossibili in campo assieme, si rischierebbe di rivedere le goleade che ogni tanto subisce il Psg. L’ex centrocampo più forte del mondo comprendeva oltre Rabiot pure il poco propenso a difendere Verratti, ma anche lo juventino Matuidi e l’ormai ritirato dal calcio giocato Thiago Motta, i quali coprivano le spalle ai più pigri compagni di squadra. Blaise Matuidi, che se arriva il connazionale, dovrebbe essere in partenza, così come l’ex pupillo di Allegri Sami Khedira, che tra infortuni e problemi al cuore è da considerare con le valigie pronte per partire verso nuovi orizzonti. Alla Continassa si parta di rescissione contrattuale col tedesco che ha un ingaggio molto elevato. Allora mi chiedo chi dovrebbe "coprire" Pjanic e Rabiot?

Tutti i probabili parenti della Vecchia Signora, cognato (Higuain), cognata (Wanda Nara) e suocera (mamma Rabiot), a me personalmente sembrano troppi. Terrei solo Higuain che ha il familiare più accomodabile ed è anche affiatato con Cristiano Ronaldo, o anche nessuno dei tre. Dovrebbe firmare a giorni, in cambio di un mega stipendio (circa 10 milioni netti annui) Matthijs de Ligt: non ha parenti procuratori, ma Mino Raiola è uno che non scherza in quanto a pressioni sulla società, e potrebbe aumentare il suo peso nella Juventus aggiungendo pure il ritorno del figliolo prodigo Paul Pogba per una modica cifra di oltre 100 milioni. Il motto recita "parenti serpenti, ma Raiola non scherza di certo.