A tutti coloro che l’altra sera hanno avuto il piacere di assistere alla gara di Champions tra la Juventus ed il Valencia , non può essere sfuggita l’ottima prestazione del giocatore con la maglia numero sette della squadra valenciana .

Stiamo parlando di Goncalo Guedes , esterno d’attacco portoghese , nato il 29 novembre del 1996 .

Seguo questo giocatore da oltre un anno e posso garantire che siamo davanti ad un prospetto interessantissimo , per il quale un futuro ai vertici del calcio mondiale, sono convinto sia più una questione di “quando” che di “se”.

Cresciuto calcisticamente nel Benfica , ha debuttato in prima squadra nel 2014. Nel 2017 viene acquistato dal PSG , per la cifra di 30 milioni di euro e dopo appena 11 gare nell’arco di una stagione , i francesi lo cedono in prestito al Valencia, che sembra intenzionato ad acquistare il giocatore a titolo definitivo per circa 35 milioni .

Perché il Valencia pare cosi deciso ad investire una cosi grossa somma di denaro su di un giocatore ancora in fase di sboccio ?

In realtà nonostante la giovane età ,questo talento lusitano ha però già mostrato di possedere doti non comuni , le stigmate del fuoriclasse assoluto , un fuori scala capace di prestazioni di dominio calcistico assoluto.

Guedes è un mix tecnico-atletico straordinario, in grado di poter occupare tutti i ruoli del fronte offensivo, potendo gia da ora eccellere in diversi fondamentali.

Difficile da marcare , perché lui stesso marca il difensore , resistendo alla sua pressione sia in situazioni statiche che dinamiche, controllando contemporaneamente e con grande lucidità corpo pallone ed avversario.

Un grande controllo di palla ed una indomabile caparbietà,gli permettono in movimento di scansare l’attacco del marcatore o di saltarlo in dribling.

Un dribbling secco ed efficace, che utilizza però solo se necessario,aspettando la prima mossa dell’avversario ed eludendola con grande prontezza di riflessi

Un grande senso tattico gli permette di comprendere il gioco e di posizionarsi sempre nel modo migliore per proporsi alla costruzione della manovra. Quando si allunga in velocità è difficile da bloccare , la sua progressione è irresistibile e lucida , mantiene sempre il controllo del corpo e del pallone .

Notevole la capacita aerobica , riesce a mantenersi lucido fino alla fine , nonostante il suo gioco principalmente verticale, lo costringa ad un grande dispendio di energie.

Non è un goleador solo perché in porta non tira di frequente , la sua specialità sono gli assist ed ha una grande visione di gioco

Guedes che è già un giocatore completo essendo ancora molto giovane ha ancora ampi margini di crescita. Dovrebbe ampliare il proprio ventaglio di movimenti, e diventare conseguentemente più pericoloso sotto porta.

Grazie alla grande sensibilità di tocco e alla capacità di agire in spazi stretti e spalle alla porta dovrebbe potersi adattare facilmente ad un calcio più tattico e associativo come quello praticato in Italia e alla Juventus .

Il ritorno al PSG sembrava un’opzione scontata, mi sorprende non poco che il club parigino abbia deciso di lasciarlo andare al Valencia.

Sembra che la Juventus sia molto interessata all’acquisto dell’esterno d’attacco fiorentino Chiesa. Il trasferimento di Pjaca dalla società bianconera a quella viola , sembra sia stato progettato proprio in funzione di un probabile approdo futuro di Chiesa alla corte bianconera.

Sia Chiesa che Pjaca sono entrambi ottimi giocatori , ma nessuno dei due a mio parere può essere accostato a Guedes.

La Juventus al momento a livello di esterni d’attacco è ben fornita , anche se Cancelo potrebbe presto essere spostato a centrocampo e Cuadrado ad occupare la sua sempre piu naturale posizione di terzino mentre a Bernardeschi potrebbero assegnare funzioni di regia .

In ogni caso, e a prescindere, credo che la Juventus non può farsi sfuggire il giocatore del Valencia , che mio parere non è soltanto un formidabile esterno ,è molto di più !

 

A tutti coloro che l’altra sera hanno avuto il piacere di assistere alla gara di Champions tra la Juventus ed il Valencia , non può essere sfuggita l’ottima prestazione del giocatore con la maglia numero sette della squadra valenciana .

Stiamo parlando di Goncalo Guedes , esterno d’attacco portoghese , nato il 29 novembre del 1996 .

Seguo questo giocatore da oltre un anno e posso garantire che siamo davanti ad un prospetto interessantissimo , per il quale un futuro ai vertici del calcio mondiale, sono convinto sia più una questione di “quando” che di “se”.

Cresciuto calcisticamente nel Benfica , ha debuttato in prima squadra nel 2014. Nel 2017 viene acquistato dal PSG , per la cifra di 30 milioni di euro e dopo appena 11 gare nell’arco di una stagione , i francesi lo cedono in prestito al Valencia, che sembra intenzionato ad acquistare il giocatore a titolo definitivo per circa 35 milioni .

Perché il Valencia pare cosi deciso ad investire una cosi grossa somma di denaro su di un giocatore ancora in fase di sboccio ?

In realtà nonostante la giovane età ,questo talento lusitano ha però già mostrato di possedere doti non comuni , le stigmate del fuoriclasse assoluto , un fuori scala capace di prestazioni di dominio calcistico assoluto.

Guedes è un mix tecnico-atletico straordinario, in grado di poter occupare tutti i ruoli del fronte offensivo, potendo gia da ora eccellere in diversi fondamentali.

Difficile da marcare , perché lui stesso marca il difensore , resistendo alla sua pressione sia in situazioni statiche che dinamiche, controllando contemporaneamente e con grande lucidità corpo pallone ed avversario.

Un grande controllo di palla ed una indomabile caparbietà,gli permettono in movimento di scansare l’attacco del marcatore o di saltarlo in dribling.

Un dribling secco ed efficace, che utilizza però solo se necessario,aspettando la prima mossa dell’avversario ed eludendola con grande prontezza di riflessi

Un grande senso tattico gli permette di comprendere il gioco e di posizionarsi sempre nel modo migliore per proporsi alla costruzione della manovra. Quando si allunga in velocità è difficile da bloccare , la sua progressione è irresistibile e lucida , mantiene sempre il controllo del corpo e del pallone .

Notevole la capacita aerobica , riesce a mantenersi lucido fino alla fine , nonostante il suo gioco principalmente verticale, lo costringa ad un grande dispendio di energie.

Non è un goleador solo perché in porta non tira di frequente , la sua specialità sono gli assist ed ha una grande visione di gioco

Guedes che è già un giocatore completo essendo ancora molto giovane ha ancora ampi margini di crescita. Dovrebbe ampliare il proprio ventaglio di movimenti, e diventare conseguentemente più pericoloso sotto porta.

Grazie alla grande sensibilità di tocco e alla capacità di agire in spazi stretti e spalle alla porta dovrebbe potersi adattare facilmente ad un calcio più tattico e associativo come quello praticato in Italia e alla Juventus .

Il ritorno al PSG sembrava un’opzione scontata, mi sorprende non poco che il club parigino abbia deciso di lasciarlo andare al Valencia.

Sembra che la Juventus sia molto interessata all’acquisto dell’esterno d’attacco fiorentino Chiesa. Il trasferimento di Pjaca dalla società bianconera a quella viola , sembra sia stato progettato proprio in funzione di un probabile approdo futuro di Chiesa alla corte bianconera.

Sia Chiesa che Pjaca sono entrambi ottimi giocatori , ma nessuno dei due a mio parere può essere accostato a Guedes.

La Juventus al momento a livello di esterni d’attacco è ben fornita , anche se Cancelo potrebbe presto essere spostato a centrocampo e Cuadrado ad occupare la sua sempre piu naturale posizione di terzino mentre a Bernardeschi potrebbero assegnare funzioni di regia .

In ogni caso, e a prescindere, credo che la Juventus non può farsi sfuggire il giocatore del Valencia , che mio parere non è soltanto un formidabile esterno ,è molto di più !