“Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai in una selva oscura” scriveva Dante nella sua “Divina Commedia”.
Possiamo paragonare alla divina commedia anche il periodo che sta vivendo in questi mesi Mauro Icardi, che nel bel mezzo della sua carriera potrebbe realmente trovarsi fuori rosa, nell’Inferno, ritornando sempre al grande poeta Toscano. La selva oscura si chiama Inter, che minaccia il bomber argentino di non fargli vedere il campo per due anni, ovvero fino alla scadenza del contratto, che scadrà appunto nel 2021 quando Maurito andrà in scadenza e verrà ceduto a parametro zero.
Ma la Juventus non ci sta, vuole a tutti i costi portarsi a casa il fenomeno sudamericano e delle prove concrete sono quelle svelate in queste ore dal “Corriere dello Sport”, che spiega il motivo della fascia tolta ad Icardi qualche mese fa, come vi abbiamo raccontato nella scorsa puntata. Maurito avrebbe infatti scambiato degli sms con Paratici sin da gennaio, che avrebbe fatto infuriare Marotta e tutta la dirigenza in nerazzurra. I ds di Inter e Juve, nonché ex soci fino ad un anno e mezzo fa, non si sentivano già da qualche mese, quindi è difficile immaginare uno scontro diretto tra i due, ma non immaginatevi di certo che i due si siano aiutati in questo periodo.
L’asse tra Roma e bianconeri, che hanno allontanato Dzeko da Milano, sta infatti penalizzando i nerazzurri, ma non solo. Il secondo dispetto fatto da Paratici nei confronti di Marotta, infatti la seconda prova era proprio la punta da affiancare a Dzeko dal nuovo arrivato Antonio Conte, ovvero Lukaku che , come vedremo dopo, rischia di non approdare definitivamente in Italia.

Andiamo avanti con la storia dei bomber, che stanno cambiando questa sessione di mercato estivo, dove squadre e giocatori sono pronti anche a non cedere nessuno delle loro punte perchè dipende quasi tutto dal mercato inglese, che chiuderà domani e molto si deciderà in queste ultime ore. Paulo Dybala è momentaneamente il protagonista della vicenda, subentrando ad Icardi, di cui parleremo dopo, e sconvolgendo le sorti di Inter e Juventus che momentaneamente sono senza bomber e l’obiettivo comune, Romelu Lukaku, rischia di rimanere un sogno di mezza estate perché difficilmente il Manchester United lo cederà quando il mercato inglese in entrata si concluderà, perché il nuovo bomber non è stato ancora trovato e probabilmente non arriverà dall’Inghilterra. “La Joya” infatti ha incontrato la dirigenza della Juve e Maurizio Sarri, i bianconeri gli hanno fatto capire che il prossimo anno non ci sarà spazio per lui ed ora l’argentino potrebbe convincersi ad accettare altre offerte. Le papabili nuove squadre in cui Dybala potrà andare a giocare sono: il Manchester United, che però non ha intenzione di pagare 15 milioni di commissione richiesti dall’intermediario che sta curando la trattativa che in queste ultime ore sta riprendendo quota anche grazie al blitz di Paratici in Inghilterra,il Psg, che ha offerto 60 milioni per ingaggiare il nuovo sostituto di Neymar e quest’offerta potrebbe far vacillare la Juve che proverà a chiudere la trattativa per portare a casa un top player, e infine l’Inter, il club nerazzurro potrebbe proporre alla sua antagonista di questo mercato estivo un clamoroso scambio tra Dybala ed Icardi, cosa che farebbe contenti sia i due club che i due attaccanti argentini che accetterebbero di buon grado le proposte, anche se Icardi non è ancora convintissimo, come detto infatti preferirebbe restare altri due anni all’Inter, anche a costo di non giocare.

Probabilmente non lascerà la sua squadra nemmeno Edin Dzeko, come vi abbiamo anticipato infatti l’attaccante bosniaco potrebbe non lasciare la Roma in questa sessione di mercato, ma siccome piace molto a Fonseca i giallorossi gli hanno proposto di giocare ancora un altro anno, fino alla scadenza del contratto. Edin però non sarebbe convinto di restare ancora a Roma, dopo 4 anni vuole infatti cambiare aria e l’Inter sarebbe la sua prima scelta, il bosniaco andrebbe infatti a rinforzare l’attacco di Conte insieme a Lukaku oppure insieme a qualche altro bomber che Marotta sta cercando disperatamente. In questo mercato nulla è certo; infatti se Dzeko non dovesse andare all’Inter su di lui ci sarebbero anche delle altre squadre, in primis il Monaco, che cerca il sostituto di Falcao che potrebbe clamorosamente finire in Italia e di cui vi parleremo questa sera, in secundis invece c’è il Napoli, che come vi abbiamo anticipato ieri sera potrebbe andare a concludere un dei colpi promessi da De Laurentiis ad Ancelotti e tifosi azzurri e dopo Manolas potrebbe arrivare ancora dalla Roma.
Ma c’è anche un altro attaccante della Roma che in due anni ha deluso molto all’ombra del cigno di Sarajevo. Patrick Shick è stato l’acquisto più costoso della Roma, l’attaccante ceco sarebbe dovuto essere il sostituto di Salah nell’anno della partenza dell’egiziano alla volta di Liverpool. Adesso Schick rischierebbe di non entrare nei piani del nuovo tecnico Paulo Fonseca ed ora potrebbe partire alla volta della Bundesliga, dove Bayer Leverkusen e Borussia Dortmund stanno puntando molto su di lui ma i due club propongono solamente il prestito con riscatto, cosa che la Roma non accetterebbe ma l’attaccante potrebbe anche decidere di restare per provare a convincere l’ex allenatore dello Shakhtar. Il dopo Schick, e quindi anche il sostituto di Dzeko oppure di quello che potrebbe essere il nuovo bomber giallorosso, potrebbe essere un ex giocatore della Juventus che a contribuito a portare i bianconeri in finale di Champions, stiamo parlando ovviamente di Fernando Llorente, l’attaccante ex Totthenam attualmente svincolato potrebbe approdare in giallorosso e chiudere la carriera nella Capitale, siccome a 34 anni e tanta voglia di rilanciarsi.

Il sostituto di Edin Dzeko potrebbe invece essere un altro argentino, attualmente alla Juve che i bianconeri vogliono cedere, ovvero Gonzalo Higuain. Il giocatore si trova molto bene con il suo mentore Maurizio Sarri e non ha alcuna intenzione di lasciare la Juve, ma probabilmente potrebbe essere ceduto insieme a Dybala per portare soldi nelle casse bianconere ma anche perché la Juve vuole un nuovo bomber e grazie ai buoni rapporti che i bianconeri hanno con la Roma, vedi lo scambio tra Pellegrini e Spinazzola e il raffreddamento della trattativa tra Dzeko e l’Inter, che potrebbero essere cruciali per far spostare il “Pipita” in giallorosso. Il padre però ha smentito e come abbiamo ha ieri suo figlio ha ancora due anni di contratto e potrebbe chiudere la carriera a Torino.

Iniziamo e chiudiamo parlando sempre di Paulo Dybala, che come abbiamo anticipato potrebbe essere ceduto insieme a Dybala, se ci dovesse essere uno scambio con Icardi, che risulta comunque difficile per i rapporti tra i due club ma che comunque accontenterebbe tutti, allora la “Joya” potrebbe trovarsi alla grande con Antonio Conte e magari con un'altra punta per provare ad essere la vera squadra che potrebbe realmente insediare la Juve in ottica scudetto.