Formulare previsioni a lungo termine è sempre una scelta azzardata, direi illogica per un giornalista, che in quanto tale dovrebbe attenersi ai dati oggettivi e solo su questi, al limite, può esprimere pareri personali.
Restando dunque nell'oggettività estrema, è di oggi la notizia che colui che si appresta a rilevare le quote di Erick Thohir all'Inter, parliamo del 31% del pacchetto, sia Jack Ma, l'uomo più ricco di Cina, proprietario del colosso economico Alibaba, nonchè già socio per il 20% del gruppo Suning.

Ricostruiamo la vicenda dal principio.
In un primo momento si pensava che Thohir avrebbe ceduto le sue quote a Zhang Jindong, ergo il gruppo Suning sarebbe diventato proprietario unico dell'Inter. Le cose sembravano volgere proprio in questa direzione, soprattutto dopo l'investitura di Steven Zhang, rampollo della famiglia cinese, come presidente nerazzurro.
La scorsa settimana, però, sono iniziate a filtrare voci di una trattativa già ben avviata per la cessione del pacchetto di Thohir ad un fondo di Hong Kong. Addirittura qualcuno aveva paventato l'idea che quest'ultimo potesse prendersi tutta la società, cosa al limite dell'impossibile viste le circostanze attuali e puntualmente smentita.
Si arriva così alla giornata di oggi, durante la quale si scopre che questo fondo ha un nome ed è gestisto da mister Ma, il più ricco in Cina attualmente. Si pensi che il suo gruppo Alibaba fattura 34 miliardi di dollari ogni anno. 
Un uomo, come detto, ben noto all'azionista di maggioranza Suning, il quale questo progetto si presume l'avesse in mente già da tempo, e analizzando obiettivamente la questione, sembra sia la scelta migliore per la stessa Inter.
La società nerazzurra, pronta a delinearsi nel giro di un mese al massimo, avrà a disposizione un potenziale economico unico in Italia, all'altezza degli altri top club europei. Sommando infatti il fatturato Suning-Alibaba si arriva ad una cifra complessiva di 64 miliardi di dollari l'anno!
Un potenziale che certo verrà investito nel marchio Inter, già notevolmente incrementato nell'ultimo anno e mezzo. E soprattutto si investirà nella parte sportiva, con i nerazzurri liberi finalmente dal Seetlment Agreement dal prossimo giugno, dunque con tutta le carte in regola per portare i veri campioni a Milano. 
Non è un caso che i rinforzi papabili per la prossima stagione siano tutti profili di livello elevato/ elevatissimo. I vari Modric, Godin, Kroos vanno in questa direzione. 

I cinesi sono decisi ad entrare prepotentemente in Europa, nel mondo del calcio, per sprigionare tutta la loro potenza economica. L'Inter è stata scelta come meta privilegiata per questo obiettivo. Il piano di Suning era delineato già da tempo. Ora è pronto a mostrarsi. 
Potenzialmente potrebbe nascere l'Inter più forte di sempre nel giro di 2/3 anni. Ma questo solo il campo, unico giudice insindacabile, potrà dircelo.