E' notizia di qualche giorno fa l'acquisto da parte del Napoli di Stanislav Lobotka, solido regista proveniente dal Celta Vigo: come già anticipato nel titolo, questo colpo, che pur non avrà fatto scalpore, vi assicuro è veramente un grandissimo acquisto

Slovacco, classe 1994, 170 centimetri di altezza e con un passato in Danimarca, oltre che in Patria, prima di arrivare nel 2017 nella Liga spagnola. Parliamo di un regista di qualità, il quale predilige giocare in posizione di mediano all'interno di un classico centrocampo a tre componenti, ma che può con facilità anche adattarsi a giocare mezzala o in una linea di mezzo a due o a quattro. Quando dico che si tratta di un giocatore di qualità, non lo dico banalmente come se fosse un luogo comune che viene usato un po' per tutti quei giocatori che mostrano una sufficiente dimestichezza col pallone, intendo che questo piccolo centrocampista è veramente uno che con la palla tra i piedi sà sempre quello che deve fare scegliendo l'opzione giusta ed il più delle volte vincente. Il suo baricentro molto basso fa sì che portargli via la palla quando ne è in possesso sia un'impresa quasi impossibileè un evento vedergli sbagliare, che esso sia corto o lungo, un passaggio verso un compagno, quando è chiamato in causa pare avere gli occhi dietro la schiena denotando una impressionante visione di gioco ed inoltre è ottimale anche il suo lavoro in fase di non possesso giacché è un buonissimo recuperatore di palloni. Non vorrei fare paragoni troppo scomodi o che qualcuno potrebbe considerare addirittura "blasfemi", ma a vederlo giocare ricorda molto Luka Modric, non a caso è visto da molti addetti ai lavori come suo possibile erede.

In tutta sincerità ad oggi descriverlo come uno che sicuramente arriverà ai livelli di Modric è eccessivo, ma è certo che parliamo di un giocatore non comuneche al Napoli prenderà immediatamente e alla grande in mano le redini del centrocampo. Io l'ho seguito per gran parte dell'anno appena passato e sono sempre rimasto impressionato dalla sua capacità di sbagliare letteralmente mai nulla. Tuttavia se dovessi proprio indicare un giocatore noto a tutti di modo da far capire all'istante Stan Lobotka, direi che è l'esatta copia di Marco Verratti con l'aggiunta di un poco di N'golo Kanté, e solo con questo penso di aver già detto tutto. 

Complimenti a Giuntoli per questa aggiunta alla rosa partenopea, ha acquistato Lobotka per soli 20 milioni a fronte di una clausola rescissoria del doppio e costui si rivelerà un punto fermo nel Napoli per tanti anni a venire. Cristiano Giuntoli... un vero DS, che ha dimostrato ampiamente di essere uno dei migliori nel suo campo; non come Paolo Maldini, un raccomandato al quale è stato offerto di guidare l'area sportiva rossonera esclusivamente grazie al suo illustre passato da calciatore: Lobotka è fortissimo e per la cifra sborsata dal Napoliavrebbe benissimo potuto arrivare al Milan, formando un centrocampo di tutto rispetto insieme a Bennacer, Bonaventura e Paquetà; ma Maldini no, lui preferisce puntare ancora su Kessié, nonostante quest'ultimo abbia ampiamente dimostrato la propria mediocrità. Questa è la differenza tra essere affidati ad un vero DS competente e di esperienzapiuttosto che ad un raccomandato.