L'Inter ha totalizzato un punto nelle ultime 3 partite. 4 punti nelle ultime 5, con  tre sconfitte, una vittoria e un pareggio. Troppo poco in relazione alla rosa della squadra e per la crescita che essa deve fare.

I nerazzurri  fanno possesso palla inutile e fine a se stesso, che non porta a nulla. Spalletti ha responsabilità perché la determinazione sotto porta si allena, i cambi non si sbagliano in maniera così clamorosa. Nella partita contro la Juventus il cambio di Politano con Borja Valero ha portato alla perdita di sostanza in mezzo al campo e di copertura sulla fascia destra, dove Cancelo ha fatto il cross per il goal di Mandzukic. Vrsaliko era nel posto giusto ma Joao Mario non era andato al raddoppio.

Anche a Roma Spalletti ha peccato nel gravissimo errore di mettere Joao Mario e Borja Valero insieme in campo, perché non hanno l’intensità giusta per giocare in mezzo al campo. Non hanno, nelle loro corde, il contrasto e l'interdizione che servono durante la fase passiva. Alla fine contano i risultati e questi dicono che nelle ultime tre partite la squadra non ha mai vinto.
Nel secondo tempo gestione tattica completamente sbagliata, dopo il cambio di Politano la Juventus ha avuto la possibilità di gestire la palla e l'Inter si è allungata a dismisura.

Non è importante quanto possesso palla può fare una squadra e quanto può stare nella meta campo avversaria, conta la capacità di creare occasioni  e sfruttarle  al momento giusto.
Da adesso in poi serviranno soltanto vittorie. Spalletti, i bonus sono finiti.

Bassano Giancarlo