In Italia si tende a dimenticare di cosa sono capaci certi giocatori, l'opinione pubblica è quella che, purtroppo, li descrive peggio. Viviamo in un'era tecnologica altamente veloce, dove le notizie vengono diffuse nel Mondo alla velocità di un Tweet, dove le prestazioni non possono non essere costanti, perché se no non sia ha niente più di cui parlare.

Siamo nel periodo delle Nazionali, quindi è giusto parlare di quegli Italiani che vengono dimenticati da tutti, ma che sono bravi almeno quanto quei giocatori che oggi costano 30 Milioni. Non si può certo scrivere su un giornale che un Top Club in Italia sia interessato a Roberto Soriano o Franco Vazquez, loro ormai sono fuori dal Mondo, non importa se in Spagna stanno avendo le stesse performance (personali e di collettivo) di quando erano in Italia. Non sono "esplosi". Non giocano nel PSG di Marco Verratti, che in Nazionale manda suo fratello gemello. 

Cosa rende già pronti Matteo Politano o Simone Verdi? Lo stesso Domenico Berardi, che se non avesse segnato alla penultima contro l'Inter, sarebbe ancora descritto come quel campione mai nato. Invece ora è ritornato al centro del Mercato, per un goal.

Per molti, e credo di essere sicuro che parliamo della maggioranza, Mario Balotelli è tornato grande ora, non due anni fa quando faceva 15 goal in 23 partite in Ligue 1. Se li segna lui, la Ligue 1 ha una difesa di burro, se poi si nominano Falcao Cavani la situazione "cambia". Ora è a costo zero, al centro del progetto Nazionale di Mancini, ora se ne sta riparlando fino alla nausea, però positivamente, e tutto ciò è un'ipocrisia totalmente disgustosa.

Siamo in grado di massacrare un giocatore per colpe che non ha o per qualche partita andata a male, ed esaltare un giocatore che si è appena messo in luce per 9 mesi buoni.

Andiamo brevemento nello specifico:

Nazionale

La sensazione è che stiamo passando dalle vecchie glorie come Buffon, Barzagli, De Rossi ecc. ai vari Donnarumma, Caldara, Mandragora, senza tener conto di coloro che si trovano nel mezzo. Purtroppo fare 26 goal in Campionato, non ti rende pronto per essere l'attaccante della Nazionale Italiana, soprattutto se i gli unici goal che fai sono contro Macedonia e Liechtenstein. E nemmeno il fatto di giocare di un Milan o Juve ti rende pronto ad essere un titolare per la Maglia Azzurra. BelottiDe Sciglio ecc. non sono i miei capri espiatori per il nostro fallimento Azzzurro, bensì la prova che fare bene in Campionato non ti porta a far bene anche in Nazionale. Si dovrebbe puntare anche sui quei giocatori che hanno un'esperienza importante alle spalle e che siano forti psicologicamente. Dare spazio in Nazionale a chi non dimostra mai di esserne all'altezza, ci manda solo indietro.

Club

Perché un Top Club dovrebbe spendere 30/35 Milioni per acquistare una seconda punta, che nella tarda età di 25 anni, sembra essere pronto, invece di puntare su giocatori come Stephan El Shaarawy o Nicola Sansone

É chiaro, i prezzi sono aumentati, se Icardi avesse fatto quest'anno 9 goal in Campionato, altro che 13 Milioni. Ma io da un lato vedo 2 giocatori esperti, non fenomeni, ma bravi, esperti, la cui valutazione è sicuramente più bassa rispetto a quelli dell'altro lato, i nuovi arrivati, il cui unico anno buono, non garantisce la sicurezza dell'affare. Il vecchio, non va mai di moda, chiedete a Szczęsny. L'anno scorso si straparlava di Bernardeschi, ora dov'è?  

Non giudicate un giocatore in base ad una partita o ad una papera, non pensate che coloro che costano 40 milioni siano più efficienti o forti di coloro che ne costano 10, non dimenticate cos'hanno fatto i giocatori in passato.
Si dia spazio a tutti coloro che sembrano efficienti per la Nazionale e per il proprio Club, evitando che mettano radice nel momento in cui non ne sono all'altezza. L'unico modo per tornare ad essere grandi in Nazionale è ritornare grandi in Italia.

Questo messaggio, che mai verrà guardato, è diretto ai Club.

Non sopravvalutate i sopravvalutati e non sottovalutate i sottovalutati.