La Juve inciampa contro il Genoa, pareggiando e rallentando la marcia di sole vittorie fino ad oggi ottenute. Niente di drammatico, non esiste squadra al mondo che vinca sempre. Nemmeno se hai Ronaldo fra i tuoi giocatori. Un mezzo passo falso che da fiato alle inseguitrici che vincendo possono accorciare in classifica e riaprire un campionato che sembrava chiuso.

Impossibile, se si parla di 38 tappe, chiudere il discorso dopo due mesi. In molti lo temevano ma oggi possiamo affermarlo con certezza: il campionato è salvo e vivo, non si deciderà in autunno ma in primavera. Le inseguitrici dovevano crederci prima e dopo stasera ne sono ancora più convinte. Devono approfittare delle incertezze bianconere per far sentire il loro fiato sul collo.

La Champions per i bianconeri è l'obiettivo e inconsciamente qualcosa per quella causa verrà lasciato. Sbagliato dire che la Juve non è favorita, si tratta di una squadra fortissima. Solo lei può perdere il campionato, le altre devono far entrare in loro il dubbio di doverselo giocare fino all'ultimo. Mantenerlo aperto e incerto fa sognare tutti gli anti-juventini e mantiene alto l'interesse mondiale per il nostro campionato.

Nemmeno per la Juve sarà un campionato facile, un intoppo ci sta ed è normale, ma fa notizia: l'abitudine a vederla vincere porta a questo. Un pareggio che può risultare salutare: l'invincibile non esiste e la gestione di un pareggio non è cosa abituale, ma quando capita bisogna saperlo accettare. Per ripartire sempre più determinati e dimostrare chi è il più forte.