Il mercato della Premier è appena finito: due giorni fa, infatti, sono state chiuse le trattative in entrata e ieri è iniziato il campionato, a differenza dell’Italia infatti la Premier chiude prima dell’inizio del campionato ed inizia un giorno dopo la fine del campionato precedente con la stessa durata di quello italiano, con il Liverpool che è riuscito a vincere la prima sul Norwich City. I colpi di mercato in entrata sono stati ormai fatti, con la Serie A che è stata l’assoluta protagonista in un asse davvero molto calda che ha portato bomber in Italia e altrettanti giocatori in Inghilterra. La detentrice del campionato inglese è riuscita a trionfare tra le big anche nel mercato, ed è proprio dalla squadra di Pep Guardiola che partiremo per i voti del pagellone.

I vincitori della scorsa Premier non hanno concluso colpi eclatanti, ma hanno portato a casa dei giocatori che il prossimo anno serviranno molto, sia in ottica Champions, ma anche per portare una seconda Premier League ed allontanare le inseguitrici che sono realmente pericolose. Il City ha concluso un colpo molto importante direttamente dall’Atletico Madrid che rafforzerà moltissimo il centrocampo, un giocatore da mettere davanti alla difesa e che sicuramente sarà una rivelazione. Il giocatore in questione fa parte della Nazionale spagnola ed ex Coclchoneros e si chiama Rodri. E’ stato pagato 80 milioni, quasi niente per una squadra come il Manchester City, ma soprattutto con i prezzi che ci sono oggi, ed è stato acquistato insieme ad un altro giocatore molto giovane ma che ha fatto già un’ottima carriera fino ad ora; nel suo curriculum vanta infatti tre stagioni con il Valencia, e poi due in Italia rispettivamente con Inter e Juventus. Joao Cancelo, scambiato con la Juventus per Danilo più 28 milioni a favore dei bianconeri, sarà un ottimo tassello che andrà ad aggiungersi al quartetto difensivo formato da Otamendi, Stones e Walker, andando a sostituire il partente Delph, andato all’Everton per 15 milioni. Ma il City si è mosso anche a livello di giovani da far crescere e far diventare nuovi campioni, quelli di quest’estate sono due spagnoli, che nelle partite che giocheranno sicuramente potranno far vedere il loro talento. Loro sono due terzini, uno destro e uno sinistro che in pochi conosceranno ma di cui sentiremo sicuramente parlare in un futuro non troppo lontano, Angelino e Porro; il primo è un ormai ex terzino, ma anche centrocampista, del PSV, portato in Inghilterra per 16 milioni. Il secondo, schierabile anche come ala, è stato acquistato dal Girona, classe ’99 che lo scorso anno ha totalizzato 32 presenze facendo molto bene, tanto da far convincere la squadra inglese a portarlo a Manchester. Il City ha fatto un mercato niente male dopo la vittoria dello scorso campionato, rinforzando la squadra già fortissima con due innesti molto forti, che servivano soprattutto per la Champions, ma anche con qualche giovane pagato molto poco che sicuramente potranno far crescere e valorizzare in futuro. Voto 8 e mezzo.

Passiamo adesso al Liverpool, che lo scorso anno ha stupito tutti con una stupenda lotta, fino all’ultimo secondo dell’ultima giornata, contro il Manchester City che ha avuto, come già anticipato prima, la meglio. Il Liverpool però si è “consolato” con la bellissima vittoria della Champions, a coronamento di una stagione fantastica per i Reds, che spinti anche da grandissimi campioni come Salah, Van Djik e Alisson sono arrivati a conquistare la coppa dalle grandi orecchie. Proprio per questo motivo il Liverpool non ha avuto alcun bisogno di fare entrate clamorose, anche come detto da Klopp: "E' inutile comprare perché lo fanno gli altri". E infatti non è stato portato in Inghilterra nessun giocatore “di cartello”, siccome la squadra è già completa, come dimostrato lo scorso anno. Unico acquisto un talento emergente, pagato solamente un milione e mezzo, con eventuali bonus. Il giovane di cui stiamo parlando è un difensore centrale olandese classe 2001 acquistato dal Pec Zwolle. Sepp Van de Berg non sarà un giocatore conosciutissimo ma se è stato portato a Liverpool un motivo ci sarà, e se poi avrà la fortuna di crescere al fianco di Van Djik allora potrà andare a formare tra qualche anno una delle coppie più forti. Il mercato dei Reds non c’è praticamente stato, ma la squadra è una delle migliori al mondo e per quest’anno non c’è stato alcun bisogno di portare nessun giocatore, per questo non do alcun voto, lasciando un voto 7 praticamente d’obbligo, perchè anche senza aver operato sul mercato rimane una delle migliori al mondo. Comunque il prossimo anno si potranno replicare, facendo anche meglio di quanto fatto la scorsa stagione con i grandi giocatori che sono rimasti.

Andiamo avanti con un squadra che lo scorso anno ha fatto molto male, arrivando sesta sotto tutte le altre big, e questa sessione di mercato avrebbe dovuto essere molto attiva per ripartire dopo un anno fallimentare. Il Manchester United è stato molto vicino a diversi giocatori “italiani”, soprattutto a Dybala e a Mandzukic che potevano rientrare nello scambio con Lukaku, che alla fine però non sono arrivati. Sono arrivati, invece, dei colpi molto giovani che dalle loro squadre di media classifica sono passati in una grande squadra, sperando di fare finalmente il salto di qualità. Uno è stato acquistato per sostituire Lukaku ed è un ex giocatore dell’Athletic Bilbao. Si chiama Inaki Williams ed è un giocatore molto veloce, strapagato 88 milioni dai Red Devils più di quanto sia stato pagato Lukaku dall’Inter. Per il giocatore sarà dunque l’opportunità per il salto di qualità definitivo. Un altro acquisto del Manchester United che ha stupito tutti è un difensore che arriva direttamente dal Leicester City, di nome Harry e di cognome Maguire. E’ stato il difensore più pagato della storia, 87 milioni, persino più di Virgil Van Djik, e ora tocca a lui non deludere le aspettative e le critiche per la cifra pagata dalla sua squadra, che sono già moltissime. Per concludere, come ciliegina sulla torta, anche se è stato il primo acquisto, un altro difensore che prima di Maguire è stato l’acquisto più pagato dal club dei Red Devils: Wan-Bissacka. E’ stato comprato per 55 milioni ed ha solamente 21 anni, di certo diventerà un grande giocatore, ma il prezzo per il suo cartellino è stato troppo alto. Un mercato quello del Manchester che ha stupito tutti; non tanto per i tre giocatori comprati, anche se sono ottimi colpi, bensì per la cifra sborsata: ben 247 milioni, contando anche i 17 per l’arrivo del giovane Daniel James dallo Swansea. Il livello dei giocatori acquistati per accorciare il divario che divide lo United dalle concorrenti è molto alto, ma sono molto alti anche i soldi spesi. Manca inoltre un grande giocatore di cui si è parlato tanto, come Dybala e Mandzukic ed il favorito Bruno Fernandes, ma che alla fine non è arrivato. Voto 7

Buono, invece, il mercato del Tottenham, che ha fatto gran parte del mercato solamente negli ultimi minuti di questa sessione, aggiungendo ad una squadra che è arrivata fino in finale di Champions due ottimi centrocampisti molto giovani come Sessegnon e Ndombelè, rispettivamente dal Lione e dal Fulham. Il primo giocatore è un forte centrocampista centrale, da mettere davanti alla difesa ed è stato pagato 65 milioni. Il secondo è invece giovanissimo, ha soli 19 anni ma ha già fatto vedere benissimo con il Fulham, il prossimo anno farà il salto di qualità e sicuramente il suo valore, pagato 35 milioni, lieviterà in futuro e tutte le big europee saranno su di lui. In uscita gli Spurs hanno ceduto invece Kieran Trippier, giovane terzino che è stato acquistato dall’Atletico Madrid, dopo la cessione di Griezmann, per 22 milioni, ottima plusvalenza se si pensa che 4 anni fa era stato pagato solamente 4 milioni e mezzo dal Burnley. Il mercato del Totthenam non è stato ricco di giocatori ma due colpi sono comunque arrivati, andando a rinforzare una squadra che era comunque riuscita a mantenere i suoi pezzi pregiati e che ora proverà a portare qualche trofeo in più in bacheca, seguendo la scia dello scorso anno. Voto 8,5

Ottimi anche i colpi dell’Everton, che è riuscita ad assicurarsi un giovane di belle speranze dalla Juventus, che già la scorsa stagione ha fatto più che bene, con 6 gol in 13 presenze per il primo millenial ad esordire con l’Italia. Moise Kean è stato pagato 40 milioni, non molto perché ha ancora moltissimo da dare siccome ha solamente 19 anni e visti i risultati già ottenuti. Da rivedere però il suo comportamento che all’Everton verrebbe di certo punito come ha già fatto l’Italia Under 21 durante gli Europei per colpa di un suo ritardo insieme al suo amico Zaniolo. Ma Kean non è l’unico colpo in prospettiva dell’Everton, infatti è arrivato anche l’ala ex Arsenal Alex Iwobi, molto veloce e pagato 30 milioni. Anche la difesa e il centrocampo si sono rafforzati molto, 25 milioni per Andrè Gomes ed altri 25 per Gbamin oltre a quello dell’esperto Delph dal Manchester City per 9 milioni, e in difesa, con l’arrivo di un altro esperto direttamente dal Monaco come Dijbrill Sidibè. L’Everton punta molto in alto dopo un mercato coi botti che ha stupito tutti, il miglior arrivo quello di Kean ma anche gli altri giocatori non sono male per una, delle moltissime squadre, che il prossimo anno vorrà ambire all’Europa. Voto 8+

Molto bene anche il Newcastle, i bianconeri hanno comprato diversi giocatori, ma il vero colpo è stato quello di Joelinton, il più costoso della storia del club, 44 milioni, che di certo insieme ad un altro grande acquisto come Saint-Maximin, accostato anche al Milan e pagato 18 milioni, potrà andare a formare una delle più forti e prolifiche coppie della Premier, siccome sono molto giovani ma hanno militato anche in club molto rinomati e perciò hanno molta esperienza. Da notare un altro grande colpo in attacco come Andy Carrol, arrivato a titolo gratuito dal West Ham, oltre a Willems, arrivato dal Francoforte per un solo milione, e al giovane Kraft, dall’Amiens per 5 milioni. Oltre a giovani promesse, che già hanno fatto vedere molto bene, arrivano anche molti giocatori d’esperienza che il prossimo anno potranno contribuire a portare in alto il Newcastle. Voto 8

La regina del mercato però non poteva che essere l’Arsenal, che ha chiuso moltissimi colpi per riscattarsi dopo una stagione che poteva essere migliore, nonostante la finale di Europa League persa contro il Chelsea di Sarri. Su tutti il miglior acquisto, forse anche di tutte le squadre della Premier, è Pepè dal Lille per 80 milioni: il giocatore è stato strappato alla fitta concorrenza del Napoli che lo voleva a tutti i costi. Dopo la partenza di due big come Ramsey e Koscienly sono arrivati un giocatore molto giovane, che di certo potrà seguire le orme del nuovo giocatore della Juventus, come Ceballos in prestito dal Real Madrid ma anche David Luiz, un giocatore con un’esperienza incredibile che arriva dal Chelsea, trasferimento che ha fatto molto scalpore, con i tifosi del Chelsea che si sono infuriati. Serviva anche un terzino sinistro, che alla fine è arrivato e non è di certo il primo che passa; si chiama Tierney e proviene dal Celtic, ha grandi prospettive per risollevare la fascia sinistra dei Gunners. Arrivano anche altri due giovanissimi diciottenni ,ma già pagati abbastanza alle loro squadre, come William Saiba, ex centrale pagato 30 milioni al Saint-Etienne, e un altro esterno, Gabriel Martinelli, italo-brasiliano pagato solamente sei milioni ma che di certo potrà stupire tutti durante la prossima stagione. Importante anche il ritorno del classe 2000 Nelson, che lo scorso anno in Bundesliga ha fatto benissimo. Mercato dell’Arsenal davvero fenomenale, che ha portato a casa grandi giocatori, che potranno di certo risollevare le sorti del club inglese, che vuole riportare scudetto ed Europa dopo l’ottima stagione dello scorso anno. Voto 9+.

Mercato della Premier davvero molto scoppiettante, che ha portato diversi campioni in Inghilterra, soprattutto giovani prospetti pagati già moltissimo. Da notare anche l’ottima asse con l'Italia, che ha portato in Serie A giocatori che gli scorsi anno avevano fatto benissimo come Lukaku e Ramsey, oltre ad altri colpi di prospetto che arrivano in Inghilterra dalla Juve come il piccolo bomber Moise Kean.