La quasi sconfitta contro il Parma certifica la crisi di gioco e di risultati dell'Inter, che  pareggia la seconda partita in campionato perdendo altri punti in ottica scudetto. Una squadra che non gioca bene, che  non mostra un gioco fluido e  si sgretola difensivamente  alle prime verticalizzazioni avversarie.   

La sensazione che trasmette la squadra è la mancanza di un'armonia tattica e tecnica, con poca qualità nei palloni  giocati e poco attenzione in diversi momenti della partita.

Inutile dire che Antonio Conte stia fallendo clamorosamente. Questa squadra non ha uno spirito e sbaglia molto sia nei passaggi che nelle conclusioni. Sono passate solo 6 partite, ma continuando in questo mondo la stagione rischia di finire malissimo, anche di non entrare nelle prime quattro. Perchè ci sono Juventus, Atalanta , Napoli , Milan , Roma e Lazio che lotteranno per quelle posizioni  e se giochi in  questo modo perdi tanti punti, con il  rischio di non entrare nemmeno in Champions League. 

Dopo la sosta serve un cambio di allenatore: Allegri darebbe una nuova sistemazione tattica e  porterebbe nuove idee, che adesso mancano completamente.
Le sconfitte contro Real Madrid e Atalanta sono abbastanza prevedibili. Se questa squadra non è riuscita a battere Milan, Borussia  Moenchenglabak , Lazio  e Parma,  con una rosa che conta di Lukaku, Lautaro, Brozovic,Vidal, Nainggolan, Hakimi , Perisic  allora   ci sono problemi grossi. 

Di amalgama tattica, di spirito, di alchimia. Di squadra.
Perchè nel calcio per fare risultati devi essere prima di tutto squadra.  
Cosa che l'Inter ad oggi non è.  

Bassano Giancarlo