La Juventus ieri nella sua prima uscita stagionale incappa in una sconfitta rocambolesca contro i quasi pronti all'inizio della stagione del Tottenham che a breve inizierà il suo campionato (10/8/2019) e che ieri ha fatto vedere appunto il suo stato fisico contro una Juventus alla seconda settimana.
Il primo tempo ha fatto vedere un Tottenham sempre nella metà campo dei bianconeri, nella ripresa la sorpresa Gonzalo Higuian appesantito visibilmente, come siamo abituati a vederlo dopo un estate di bevute e mangiate, ma in ottimo spolvero.
Dopo lo show di Cristiano Ronaldo già molto avanti al confronto degli altri compagni, il centrocampo ha fatto davvero molto male. Blaise Matuidi ieri è stato il peggiore in campo,ogni palla,ogni passaggio vedeva il francese sempre in ritardo, nella ripresa poi l'entrata di Adrien Rabiot che s'impegna a fine partita a farsi togliere quel pallone che ha portato ad un gol da centrocampo di Harry Keane con Wojciech Szczesny inspiegabilmente fuori dall'area piccola dell'area di rigore che si fa beffare al 93' minuto con le squadre con la testa ai rigori.

Detto questo Sarri è uscito deluso a metà, visto che alla buona prestazione di Pjanic,Ronaldo,Bonucci e Demiral e anche di un De Ligt che però è stato catapultato in campo senza nemmeno un giorno di allenamento, che ha dato il suo contributo anche se molto indietro fisicamente, specialmente contro il tornado Harry Keane.
Molto male Matuidi e Rabiot entrambe colpevoli delle tre reti degli inglesi, il primo davvero fuori forma o fuori con la testa al mercato, visto che Sarri ha fatto capire che il francese non sarà un centrocampista della Juventus 2019-2020. Rabiot ancora molti si chiedono cosa stava facendo con quel pallone poi perso e che ha portato alla sconfitta una Juventus che ha retto ad un secondo tempo con quasi tutti i migliori del Tottenham (mancava solo Enriksen).
Sarri ha chiamato nel dopo partita Fabio Paratici chiedendo ancora alcuni acquisti e forse ha chiesto di non cedere Joao Cancelo visto che il suo pupillo Hysaj si è tirato fuori dal mercato e non avrebbe altri nomi su i quali puntare e che potrebbero al caso suo. Diverso il capitolo Mattia De Sciglio ancora una partita penosa, li serve un nome forte dietro ad Alex Sandro che insieme agli altri sudamericani è in vacanza dopo la Coppa America appena terminata.Il nome resta quello di Emerson Palmieri che il tecnico continua a chiedere a gran voce. Per le cessioni tutto è fermo visto che i giocatori messi fuori ne sono almeno una decina tra titolari e riserve, anche se l'ingaggio blocca parecchie squadre interessate che vorrebbero risparmiare sul cartellino per poter pagare l'ingaggio. Gonzalo Higuian visto ieri fa gola alla Roma che continua il suo pressing sul fratello agente dell'argentino che ad oggi non è convinto del progetto giallorosso, anche se la Roma gli darebbe quelle 40 partite sicure, mentre nella Juventus avrebbe poche chance con un Cristiano Ronaldo e con una Juventus lanciata su quel Mauro Icardi che potrebbe portare a Torino con i prezzi di saldo.

La Juventus mercoledì incontrerà l'Inter in un'amichevole che ha sempre quel profumo di derby italiano e che anche se a inizio ritiro ha sempre quel dente avvelenato di due squadre che quest'anno mai come in passato si giocheranno il campionato italiano con il terzo incomodo Napoli. Poi chiuderà il suo giro in Singapore con la sfida al Manchester United per poi ritornare alla Continassa per continuare il ritiro e incontrare a Stoccolma l'Atletico Madrid il 10 Agosto e chiudere con la 'classica' sfida a Villar Perosa contro la Juventus B.
Tutto questo mentre il mercato impazza in entrata e uscita e la squadra prenderà la forma di quel Sarri che ad oggi non è ancora riuscito a far capire il suo intendere 'stare in campo'.