Circa 6 mesi fa, scrissi il seguente articolo (www.vivoperlei.calciomercato.com/articolo/questa-roma-e-peggiore-dellanno-scorso), in cui esponevo la mia idea in cui la Roma fosse peggiorata rispetto allo scorso anno.

I pochi commenti ricevuti, mi hanno dato torto, esponendo il peso che ha avuto la cavalcata in Champions persa poi col Liverpool.

Senza ombra di dubbio, quel risultato ha permesso alla Roma di acquisire grande fiducia, prestigio ed anche qualche soldino che non fa mai male, anzi.

Ma la differenza c'è, e quest'anno, ancora di più. I punti dalla capolista sono passati dai 4 dell'ultimo anno di Spalletti, ai 18 dell'anno scorso, sino ad arrivare agli attuali 22 a stagione in corso.

É vero, la Juventus è una macchina da guerra, ma anche i 14 punti con la seconda classificata attualmente sono troppi.

Criticai anche il mercato, quindi diamo un'occhiata a quello attuale: in positivo di 18 milioni circa, incentrato sugli acquisti dei giovani principlamente, con Kluivert, Cristante, Zaniolo, Coric, tutti ottimi giovani giocatori, e dell'esperto Nzonzi. Poco chiaro, a mio avviso, la cessione di Nainggolan per Pastore, anche se qui qualcosa che non sapremo mai c'è sicuramente.

Nonostante ciò, la squadra ha deluso tutte le aspettative. I dubbi sul modulo di Di Francesco, una squadra ancora non del tutto rodata, hanno portato la Roma ancora più giù dal piedistallo. 

I vari infortuni contano, soprattutto se parliamo di Dzeko, ma Defrel si trova già a 7 gol a differenza dell'unico segnato da Schick.

Troppi cambiamenti non ponderati nel post Spalletti, e con il tempo la squadra sta scemando, senza crescere neanche di 1mm.

Ora che non ci sono più Totti e Spalletti, di chi è la colpa?