Ante Coric, William Bianda, Luca Pellegrini, Nicolò Zaniolo e soprattutto Justin Kluivert non riescono ad esprimersi nella Roma. 
Il croato e il francese sono stati i primi acquisti dell'estate e sono stati accolti come potenziali campioni. Il difensore che doveva essere il sostituto di Manolas, oggi si ritrova a fare figuracce con la primavera di Alberto De Rossi mentre il destino del numero 19 giallorosso (paragonato a Modric​) sembra essere un pochino "migliore" (almeno si allena con la prima squadra e va in panchina) e nella disfatta di sabato contro la Spal all'Olimpico è arrivato l'esordio.  
Poi c'è lo strano "caso" di Zaniolo, preso nell'affare Santon-Nainggolan, fatto esordire in Champions contro il Real, riproposto nella giornata successiva contro il Victoria Plezen ma in campionato dopo gli ultimi minuti giocati contro il Frosinone non si è più visto. 
Diverse ma sostanzialmente uguali sono le situazioni di Pellegrini Kluivert. Il terzino giallorosso lo scorso anno a Pinzolo durante un'amichevole si e' rotto il crociato, mentre recuperava si è rotto anche la rotula. La Roma sotto la gestione di Mino Raiola gli rinnova il contratto, lo fa salire in prima squadra,il ragazzo si è' ripreso bene: sarà il sostituto di Kolarov. Contro il Frosinone fa il suo esordio in assoluto in A e si presenza bene: assist proprio per Kolarov e tutti contenti. Il serbo ha problemi ad un piede: ad Empoli tocca ancora a Luca e anche li si comporta bene anche se esce per l' ammonizione presa e per i crampi. La stagione del classe 99' può cambiare( in modo negativo) da sabato: contro uno degli esterni più forti della A soffre, procura il rigore che da' al via alla sconfitta della Roma. Psicologicamente per un giovane può essere devastante (Forza Luca). 
Il folletto olandese era arrivato con tante pretese ma fino ad ora ha collezionato tribune, panchine e ha perso la nazionale maggiore "retrocedendo" in Under 21 dove le sue qualità non sono in discussione. Che fosse troppo la Roma? 

La colpa non è loro ma di chi, seguendoli per mesi non si è reso conto che non erano adatti per una piazza esigente come quella di Roma.