Intanto complimenti sinceri alla Roma per la qualificazione in Champions.
E come presumo anche la Lazio sarà tra le prime quattro in Europa League. Sembra che Roma abbia sostituto Milano nel panorama del calcio europeo!
Complimenti a tutte e due le società romane! Speriamo che alla fine portano qualcosa in casa. Il massimo sarebbe una Supercoppa Europea organizzata a Circo Massimo davanti a centomila persone in uno stadio improvvisato per l'occasione. Me lo auguro. Anche perché quest'anno è un anno deludente per il calcio italiano. La mancata qualificazione nel campionato del mondo è una tragedia, calcisticamente parlando.

E a Milano cosa fanno? Il Milan lo vedo un po'incasinato a dire la verità e lascio a chi ne sa più di me giudicare.
Ritengo invece che Suning stia lavorando molto bene nell'Inter. Nel programmare il futuro, aumentando il fatturato e prendendo giocatori giovani e di qualità. Facendo anche investimenti importanti in tal senso. Ritengo che tra le mille difficoltà nel agire nel campo del Fair-play finanziario la società è riuscita a consegnare nelle mani dell'esperto e bravissimo allenatore Spalletti una squadra degna per arrivare come minimo quarti in campionato.

La paura mia però è che se nel caso non si arrivasse quarti, perché le difficoltà sono sotto gli occhi di tutti, la qualificazione della Roma tra le prime quattro in Champions e quella della Lazio tra le prime quattro in Europa League, hanno dato l'alibi migliore all'allenatore per dirci a fine anno che non si poteva arrivare quarti davanti a queste super squadre. Tanto ci ha sempre detto che Juve e Napoli sono di un'altra categoria!

E io non lo posso accettare questa cosa! Perché sono convinto che la squadra per arrivare quarti come minimo ci sia. E non mi aspetto alibi a fine anno. Bensì si deve prendere le sue responsabilità e chiedere scusa ai tifosi i quali hanno riempito il Meazza ad ogni partita dando il loro appoggio alla squadra sempre e comunque.

Mi aspetto le scuse perché lo ritengo unico responsabile di un eventuale fallimento per entrare in Champions.

No alibi!