Ritorno al passato, 1987: storia dei Derby, Internazionale-Milan:

Come potete ben vedere dalla copertina dell’articolo, questo salto nel tempo è nel 1987, perché qualche giorno fa ho ritrovato un “almanacco illustrato del calcio ‘87”, uno dei tanti ricordi che ho di mio nonno, che mi aveva regalato qualche anno prima che se ne andasse.

Era l’anno in cui il Napoli vinceva il suo storico primo scudetto, grazie ad un fenomeno chiamato Diego Armando Maradona, già campione del mondo l’anno precedente con l’Argentina divenne un vero e proprio idolo a Napoli, che quell’anno comandava la Serie A con i suoi piedi magici che incantavano mezzo mondo.

Ma “El Pibe de oro” non è l’unico, indelebile ricordo di quell’anno, infatti oltre allo scudetto azzurro, infatti un certo Silvio Berlusconi che nonostante in precedenza avesse espresso l’interesse di acquistare prima l’Inter, in seguito decise di acquistare il Milan, ma durante quegli anni nessuno sapeva chi fosse realmente Berlusconi, che rimase alla presidenza dei rossoneri dal 1986 al 2017, 31 anni che segnarono la vera storia del Milan, cambiando totalmente la squadra portando i rossoneri sul tetto del Mondo e vincendo ben 5 Champions League oltre a 8 campionati italiani, 1 Coppa Italia, 7 Supercoppe italiane, ed ancora 2 Coppe Intercontinentali, 5 Supercoppe UEFA e 1 Coppa del mondo per club FIFA, per un totale di 29 trofei ufficiali in 31 anni.

A differenza del calcio moderno, dove dei ricchi proprietari asiatici che arrivano in Italia credendo di poter comandare e vincere tutto, ma dopo uno, massimo due o tre anni decidono di lasciare le loro squadre, dopo non aver vinto niente, vedi Milan ed Inter negli ultimi anni.

Ma non è finita qui, nel prossimo articolo di questa edizione vedrete infatti altri avvenimenti importanti che avvennero in quegli anni.
Milan ed Internazionale (quest’ultima anche sotto le vesti di Ambrosiana) hanno dato un luogo fino al 31 ottobre 1986 a 200 confronti di una serie che è iniziata il 13 ottobre 1908 in Svizzera ed il cui bilancio è il seguente: Vittorie del Milan: 76 Vittorie dell’Internazionale: 70 Pareggi: 54 Reti dei rosso-neri: 322 Reti dei nero-azzurri: 315.

Da notare che nella stagione 1968-69, oltre che i due derby consueti del campionato, Milan ed Inter ne hanno disputati due nel mese di giugno. L’uno, vinto dall’Inter per 3-1, il 18 giugno allo Stadio di San Siro nel quadro del “torneo città di Milano”; l’altro, vinto dai rossoneri per 6-4, il 29 giugno allo Yankee Stadium di New York, nel quadro del “Torneo città di New York”.

Così, dopo più di 60 anni, (anzi, oltre Atlantico) che ha dato l’avvio ad una lunga serie di confronti stramilanesi.

Anche nelle stagioni 1973-74, 1974-1975 e 1984-1985 nero-azzurri e rosso-neri si sono incontrati quattro volte; due volte in campionato, come di consueto, e due volte nella fase finale di Coppa Italia.

Passando ad analizzare particolarmente i risultati, si deve constatare che il Milan dettò letteralmente legge ai “cugini” fino al 1928, anno in cui sorse l’Ambrosiana per la nota fusione tra Inter e U.S. Milanese.

Questo connubio portò fortuna ai nero-azzurri che poterono migliorare il loro bilancio, fino a portarsi al livello degli avversari e superarli, sia pure provvisoriamente.

Per rendere più chiara la situazione al lettore, ecco del resto la suddivisione delle partite fra Milan-Inter (che comprende anche gli ultimi confronti della serie, da quando cioè- ottobre 1945 – l’Ambrosiana riassunse il nome di Internazionale) e Milan-Ambrosiana.

Le cifre sono abbastanza eloquenti in proposito: Partite disputate: 49 Vittorie dell’Ambrosiana: 24 Vittorie del Milan: 12 Pareggi: 13.

Da rilevare quello che si può definire il loro periodo d’oro, i nero-azzurri la fecero da autentici padroni sui rivali, lasciandoli a bocca asciutta, in fatto di vittorie in partite di campionato, per circa dieci anni, e precisamente dal 3-2 dell’8 luglio 1928 (sull’ormai scomparso campo di Via Goldoni) all’1-0 conseguito dal Milan il 20 febbraio del 1938 allo Stadio di San Siro.

Per la verità, la vittoria del febbraio 1938 era stata preceduta da altri due successi milanisti, conseguiti il 9 settembre 1934 e il 7 giugno 1936 (entrambe le volte per 2-1) in incontri valevoli per la Coppa del Primato, che riservava ai rosso-neri le soddisfazioni loro negate dai confronti di campionato.

I Derby, quelli di una volta si che erano davvero belli, dove i tifosi stavano insieme e dove andare allo stadio era una festa per tutti e non un pericolo, proprio come adesso, la gente infatti per andare allo stadio a vedere un derby o una partita tra squadre rivali deve stare molto attenta, perché ci sono delle persone che non capiscono il senso del tifo e della rivalità e che tifosi non lo sono, perché fare del male ai sostenitori delle squadre rivali non ti fa essere più tifoso della tua squadra, ma fa solo male, a te e alle altre persone.