Stando alle ultime notizie, l'Inter avrebbe mollato la pista Tonali e si starebbe concentrando su Kolarov e su Vidal. Sappiamo che poi contano le ufficialità e i giocatori presentanti, non quei calciatori quasi presi o quasi ceduti. Ma se fossero vere queste voci, ci sarebbe da preoccuparsi tanto per il tifoso interista. Mollare un giovane come Tonali, che ha 20 anni e ha buone qualità è un errore di cui, tra qualche anno, l'Inter si può pentire. Il Milan fa un ottimo colpo di prospettiva andando a  prendere un punto di riferimento per la squadra per i prossimi anni. Nulla si può prevedere, ma Tonali ha mostrato di avere le qualità per imporsi. 

Non solo. La dirigenza neroazzurra sembrerebbe voler prendere Kolarov (35 anni) dalla Roma e sopratutto Vidal, in uscita da Barcellona. Se fossero vere queste intenzioni, allora la dirigenza dimostrerebbe la sua mediocrità e  il suo progettare a caso, senza una visione.  Ora la squadra neroazzurra ha in rosa 9 giocatori over 30. Considerando Perisic e Nainggolan tornati alla base. Ammettendo che riesca a trovare un accordo con il Cagliari per Nainggolan, prendendo Vidal e Kolarov andresti a 10 giocatori over 30. Handanovic 36, Godin 32, D'Ambrosio 32, Ranocchia 33, Young 34, Candreva 33, Sanchez 32, Perisic 31, Vidal 33, Kolarov 35. Gli Hakimi (21), Barella (23) e Lautaro Martinez (22) sembrano essere diventati un'eccezione anzichè la regola. Una dirigenza seria e competente valuterebbe la rosa e saprebbe che bisognerebbe cercare di svecchiarla e prendere giocatori giovani con prospettiva in grado di esplodere dopo qualche anno.  Far diventare qualcosa che dovrebbe essere un'eccezione una regola è sbagliatissimo e figlio di una mancanza di un progetto serio.

Bassano Giancarlo