Perisic è un giocatore che arriva da un'annata straordinaria, arrivata in un'età incredibilmente matura. Assist, Gol e ripiegamenti difensivi sono state sicuramente una chiave dell'Inter vincente di questi due anni.
Il contratto è in scadenza e le richieste di rinnovo per potersi scegliere un finale di carriera più vantaggioso possibile sono assolutamente legittime. Non sono assolutamente legittime le moralizzazioni da 2 soldi verso la Società Inter, che forse negli ultimi 2 anni poteva anche sforzarsi e fare le cose in maniera diversa, ma che anche lei sta cercando di mantenere una certa presa di posizione, non tanto per un fatto personale con il Croato, ma proprio come filosofia di gestione aziendale.
C'è da capire come poi si faccia ad esaltare un Milan che lascia andare via a 0 giocatori ancora giovani e potenzialmente "vendibili" come  Chalanoglu e Kessie (gesto di coraggio, ribellione al sistema, principio, bla bla) e allo stesso tempo denigrare l'Inter che invece non vuole rinnovare il 33enne Perisic a cifre astronomiche.

Perisic in questi due anni non ha mai fatto mancare impegno, valore tecnico e valore umano alla rosa, ma in questo momento tutti non ricordano o fanno finta di non ricordare che Perisic è all'Inter dal 2015. Tutti, Perisic compreso, dovrebbero ricordarsi che il croato a parte l'estate scorsa è stato sempre sul mercato visto le sue prestazioni altalenanti e nessuno l'ha mai comprato. Mai nessuna mezza offerta, nemmeno quando ha vinto la champions, neanche quando è arrivato in finale ai mondiali.
Cosa ne pensa della coerenza di certe squadre di cercarlo ora solo perchè è gratis, il nostro "permalosetto" Perisic?

Detto questo, essendo una persona sportiva e coerente, sarò sempre grato a Perisic per quello che ha fatto per la nostra maglia e gli auguro il meglio per il futuro, qualsiasi esso sia.