Ieri sera, quasi per sbaglio, ho potuto assistere ad una riunione del top management aziendale: mi si è dischiuso un mondo.
Tante delle cose che mi sembravano assurde assumono ora significato!

Ma andiamo con ordine, e partiamo con l’antefatto.
[Brano a piacere dell’Anonimo Veneziano]
Tardo pomeriggio: un’altra giornata dedicata alla Scienza volge ormai al termine, pronta per essere archiviata. Ultimi gesti di rito prima di prendere la via di casa quando sento arrivare dal PC, ormai in spegnimento, una delle temutissime notifiche generate dalla chat aziendale.
[Stridore di violini, come di gesso sulla lavagna. Poi silenzio]
Immediatamente dopo comincia anche a squillare il telefono. Ho così la possibilità di vedere che a cercarmi è il capo.
L’opzione di trovare salvezza tuffandosi, così come ci si trova in quel momento, dentro l’ascensore, dove tra l'altro il cellulare non prende, e sperare che il potenziale disturbatore desista, è un evergreen a cui durante l’anno è sempre possibile aggrapparsi.
ll problema è che questa sembra sia, secondo i soliti beninformati, la settimana in cui le nostre valutazioni aziendali vengono congelate. Puoi aver fatto il pazzo tutto l’anno, dedicato alle attività ogni stilla del tuo sudore e goccia del tuo sangue, ma se in questa settimana ne canni una, col tuo sudore e con il tuo sangue, ci si risciacquano il didietro.
Non ho scelta, devo rispondere.
Io [con sorpresa e contentezza]: ciaaao! Dimmi tutto!
CAPO: Gio, mica disturbo, vero? Sono nei casini: la call con i coreani, tra mille convenevoli, si sta protraendo all’infinito. Volendo fare una previsione, direi che con la velocità di crociera di una presentazione ogni mezz’ora, domani mattina ci trovate ancora qui. Il problema è che tra un quarto d’ora, alla Gran Tavola, c’è la riunione di Area. E’ tassativa, di quelle a cui non si può mancare. Al massimo, se proprio non si riesce ad esserci è necessario mandare un sostituto di fiducia, che prenda nota di quello che viene discusso e deliberato
CAPO [indeciso se dire o non dire, sottovoce ]: forse non lo sai... ma in questi giorni vengono congelate le nostre valutazioni… diciamo che mi girerebbero un po’ i cosiddetti, se dopo essermi fatto per tutto l’anno il culo a capanna, adesso, per una roba come questa, dovessi vedere tutto ridursi a materiale buono per la pulizia del deretano...
IO: Ah! No, non lo sapevo! Certo, sarebbe un peccato! Cosa posso fare?
CAPO: Fiondati alla Gran Tavola, io nel frattempo faccio presente la situazione e anticipo che ci sarai tu a rappresentarmi.
Mi fiondo, arrivo e mi mimetizzo in posizione defilata.
Poco dopo arriva il responsabile di Area.
CAPO AREA: Vi anticipo subito che stasera, finito qui, ho una serie di altre call, per cui, per temi meno urgenti rimandiamo la discussione alla prossima riunione. Oggi ci concentriamo sulle questioni più importanti e urgenti.
CAPO AREA: dunque... smaltimento ferie: come siamo messi? Lascio la parola a HR (Human Resourcing)
HR: Sostanzialmente male. Poi, per carità, ci sono certi, più o meno sempre gli stessi, che hanno cifre confortanti, come ad esempio Omissis1, che è sempre in overachievement...
[Occhiata di intesa, misto riconoscenza, verso Omissis1]
[Omissis1 si schermisce mostrando stupore, e un mal celato autocompiacimento]
HR: altri department, però, sono disastrosi.
[Occhiata d’odio verso Omissis2, visibilmente in difficoltà]
CAPO AREA: signori, qua, forse, fin dall'inizio, non sono riuscito a far passare un concetto: entro la fine dell’anno le ferie di ognuno dei dipendenti, senza eccezione alcuna, DEVONO ESSERE SMALTITE.
CAPO AREA: possiamo scorrere velocemente la situazione, dipartimento per dipartimento?
HR: guardate voi stessi… qui per recuperare servono azioni forti...
[Tensione che cresce, silenzio che cala nella sala]
CAPO AREA: io davvero faccio fatica a capire. L’azienda due cose ci chiede. Due soltanto! Completare entro la scadenza l'inserimento dei dati relativi alle ferie effettuate nel mese, ed effettuare le ferie nel rispetto del vacation plan...
OMISSIS1 [che ha ormai gettato la maschera di falsa modestia]: effettivamente… con un po’ di metodo… non è poi così difficile. Io stesso cerco di dare l’esempio ai miei ragazzi: tutti i venerdì prendo ferie, rimango a casa e così, senza che ci sia nessuno a disturbare, riesco a fare quelle attività che in ufficio sarebbero quasi impossibili!
OMISSI2 [visibilmente sudato]: sì, ma cosa credi? Il weekend lungo lo facciamo tutti, qua, mica solo tu. Aggiungici pure i giorni in cui molti di noi devono comunque essere qui. In quei casi veniamo comunque senza timbrare e rimaniamo. Per non parlare poi delle volte che io, o altri più sensibili a questo tema, se si ammalano per qualche giorno, pur stando male, continuano a lavorare da casa usando le ferie anziché prendendo mutua.
CAPO Area [Guardando malissimo Omissis2]: queste cose che sto sentendo sono gravissime e farò finta di non averle sentite. Qui parlano i numeri, tutto il resto non mi interessa. I dati dicono che qui c’è qualcuno che ancora adesso continua a prendere sottogamba questo tema.
Omissis2 [fradicio di sudore]: io faccio l’impossibile, ma se ho nel dipartimento gente che è più di là che di qua, e ogni volta che c’è da prendere ferie si ammala, e prende mutua o peggio, va in maternità... da qualche parte dovrebbe essere possibile tenerne conto. Altrimenti è lotta ìmpari.
HR [con fare di disprezzo]: questi problemi ci sono sempre stati, e da che mondo è mondo ognuno si gestisce le proprie magagne senza troppi piagnistei.
[PAUSA, col capo che scorre velocemente in rassegna ognuno dei presenti]
CAPO AREA [scurissimo, ma ancora controllato]: a questo punto dell'anno non c'è più spazio per le chiacchiere. Qui ci sono dei numeri, santoddio! E su questi veniamo valutati. Tra qualche giorno queste valutazioni saranno congelate, e non ho nessunissima intenzione di vedere i risultati di un anno di mio lavoro durissimo utilizzati, previo opportuno trattamento ammorbidente, per la detersione degli orifizi anali dei capi di Region.
[Pausa interminabile. Sensazione di caldo insopportabile]
Capo Area: non penso di dover aggiungere altro. Mi aspetto un recovery plan entro domani sera sul mio tavolo.
Detto questo, il CAPO AREA, in silenzio ripassa tutti in rassegna. Anche Omissis1, che nel frattempo, come tutti i presenti, è bagnato fradicio]
[Silenzio più sofferto della storia recente dell’azienda]
CAPO AREA: Come accennato ad inizio riunione, causa impegni, il tempo disponibile è finito. Per ora la chiudiamo qui.