E' riuscita al Porto, all'Ajax, allo United, e la speranza che possa riuscire anche alla Juventus, la rimonta, contro l'Atletico, è viva più che mai. La Juventus era stata costruita per vincere tutto quest'anno. Per puntare al triplete. Il triplete non sarà di casa Juve. Perchè è fuori dalla coppa Italia. Se nel campionato per l'ottavo anno consecutivo non c'è stata storia, e ciò ha delle ripercussioni pesantissime nella Serie A, la questione Champions è più complicata che mai. CR7 è stato preso per questo motivo. Vincere la Champions. E Ronaldo vuole mostrare al mondo che lui è l'uomo Champions, che può vincere la Champions con chiunque, ovunque. Questa volta si pone come ostacolo in questo cammino la squadra di Simeone.

I rivali storici dell'ex squadra di Ronaldo, il Real, quell'Atletico che non ha mai vinto questo titolo, nonostante lo avesse sfiorato in più occasioni, quell'Atletico che potrebbe vincere in casa questo trofeo,nel suo nuovo stadio, cosa che sarebbe meravigliosa, per la storia dell'Atletico, per il calcio e per lo schiaffo che si darebbe ai rivali storici di sempre, campioni per titoli ed arroganza, il Real, e farebbe contento anche gli interisti, che tifano per Simeone e non potranno che tifare per Simeone. E se dovesse uscire la Juve, sarebbe  l'ennesima favorita, l'ennesima "grande" ad essere buttata fuori alla prima occasione utile dopo i gironi. Come successo al PSG, al Dortmund,al Real. Vincere la Champions nel proprio stadio è riuscito ad esempio al Real, all'Inter.

Non si potrà che tifare per l'Atletico in questa partita fondamentale anche per questi motivi. Non c'entra lo spirito "nazionale" questo non esiste da tempo in Italia e soprattutto la Juve non rappresenta l'Italia, e non incarna alcun spirito "nazionale", ma solo quello della sua storia bianconera e della sua tifoseria, non è la squadra che può rappresentare gli italiani, non c'è mai stato questo rapporto di amore, così diffuso per la Juve. Se uscirà la Juve dalla Champions, non sarà ciò una tragedia per il calcio italiano.

E' più facile che gli italiani possano tifare in una situazione del genere per una squadra come l'Atalanta, la Roma, il Napoli, che la Juve. La tragedia per il calcio italiano è che da 8 anni il campionato è finito ancora prima di iniziare, il suo livellamento verso il basso, gli scandali che si verificano nelle serie minori, il fatto che non gli italiani abbiano sempre meno spazio e che la Nazionale ha pochi giovani su cui puntare. Questo è il vero dramma del nostro calcio. Altro che l'uscita della Juve dalla Champions.

Comunque andrà, sarà una bella pagina di calcio, una bella sfida, degna forse di una finale più che di una partita di ottavi di finale.