Nella tarda serata di ieri la Roma è riuscita a trionfare nella "Mabel green Cup", nuovo torneo che contribuisce alla salvaguardia del pianeta e la vincitrice non avrebbe alzato al cielo un trofeo qualunque ma un bonsai, sul Real Madrid ai rigori. Il primo tempo è stato davvero esaltante, i giallorossi hanno costruito moltissimo dalle retrovie e poi con Under scatenato e Dzeko, che ieri ha giocato la sua ultima partita all'Olimpico, che ha stupito tutti con le sue clamorose giocate, un vero leader ma soprattutto un grande professionista che comunque si è messo sempre a disposizione della squadra nonostante abbia già trovato l'accordo con l'Inter.

​Adesso torniamo però alla partita: dopo molte azioni costruite benissimo dalla nuova Roma di Fonseca, che già inizia a far vedere di che pasta è fatta, il Real passa in vantaggio grazie ad un grande cross a tagliare di Modric che arriva a Marcelo, il terzino brasiliano rientra benissimo sul destro e infila in rete un grande gol che batte Pau Lopez. Dopo pochi minuti i giallorossi iniziano a carburare di nuovo e finalmente Zaniolo, ieri in ottima condizione nel ruolo di trequartista, dopo essere partito da centrocampo salta tutti arrivando in area e servendo Perotti per il gol del pareggio anche se la Roma meritava molto di più per quello che aveva fatto vedere nei primi 20 minuti. Dopo un altro assedio giallorosso il Real riesce finalmente ad uscirne a dagli sviluppi di un calcio d'angolo i "blancos" riescono a trovare l' 1-2 con un gol di Casemiro, che aveva sbagliato in precedenza nell'occasione del gol giallorosso,anche se in netta posizione di fuorigioco non ravvisata dall'arbitro Fabbri, che comunque ieri non ha fatto benissimo. La Roma una manciata di minuti dopo riesce subito a pareggiare con un grandissimo filtrante di Under che mette Dzeko, contro Courtois che non può riuscire a respingere una sassata del bosniaco. Il cigno di Sarajevo saluta così i colori giallorossi dopo 4 anni in cui ha dimostrato di essere stato uno dei più grandi bomber della storia giallorossa, e saluta proprio con un gol contro una spagnola, contro un'altra spagnola ovvero il Siviglia aveva segnato i suoi primi gol giallorossi.
 Nella giornata di ieri le difese hanno traballato molto, anche per colpa delle assenze di Mancini e Sergio Ramos, oltre ovviamente ad un altro centrale che serve alla Roma che ieri ha giocato con Fazio e Juan Jesus. Questo famigerato centrale potrebbe essere uno tra Rugani, favorito anche grazie agli ottimi rapporti tra Roma e Juventus, e Lovren, molto più complicato anche per la sua età. Nel secondo tempo della partita però le difese sono riuscite a cavarsela anche perché le squadre erano molto stanche nonostante i vari cambi, tra cui le entrate di Antonucci Kluivert e Schick per la Roma, e di Vinicius e Jovic per il Real, i tempi regolamentari si sono chiusi e la partita si è conclusa ai rigori, con la Roma che è riuscita a segnarsi tutti e il Real che ha sbagliato solo con Marcelo, che comunque era stato il migliore dei suoi durante i 90 minuti, che ha di fatto regalato il primo trofeo stagionale alla squadra di Fonseca.
Certo, sarà pur sempre un trofeo, o meglio un Bonsai, estivo ma comunque averlo vinto contro una squadra di prestigio come il Real e poi anche davanti ai propri tifosi, che hanno acclamato Dzeko al momento della sua uscita dopo aver indossato la fascia da capitano, da comunque morale ad una squadra che tra 2 settimane inizierà il campionato ma che comunque non è ancora completa in tutti i reparti.

Mercato Serie A: Dopo l'arrivo di Lukaku adesso Marotta e Ausilio vogliono regalare un altro attaccante ad Antonio Conte che quasi sicuramente, salvo clamorose sorprese da non escludere specialmente i questa sessione di mercato, sarà Edin Dzeko, bosniaco ieri ha infatti giocato la sua ultima partita con i giallorossi e con i 18 milioni arrivati dal Bayern Monaco per Perisic i nerazzurri potranno finalmente rigirarli alla Roma per portare a Milano il bosniaco, con un clamoroso scambio di cui vi parleremo dopo. Anche la Fiorentina è attivissima in questa sessione e dopo aver piazzato i colpi Boateng e Lirola dal Sassuolo solamente una quindicina di milioni oltre ai centrocampisti Pulgar e Badelj a centrocampo ma soprattutto dopo aver trattenuto il gioiellino Chiesa, nonostante le incessanti richieste della Juventus che ha provato a portarlo a Torino, i Viola adesso vogliono chiudere con un altro grande colpo da regalare a Montella e per far sognare i tifosi. In particolare servirebbe un esterno sinistro al posto di Sottil, che ha comunque fatto vedere molto bene nelle amichevoli precampionato, e il primo nome sulla lista di Pradè è Suso, in uscita dal Milan con una clausola di 38 milioni. Con la partenza di Suso i rossoneri, dopo aver chiuso per Rafael Leao insieme a Leo Duarte, che andranno all'assalto di Angel Correa, esterno dell'Atletico Madrid che non ha fatto benissimo con la squadra di Simeone ma che comunque gli spagnoli valutano 55 milioni, anche per ammortizzare la faraonica campagna acquisti.

Ultim'ora: La trattativa che la Roma sta portando avanti con l'Inter per lo scambio tra Dzeko e Icardi ha preso finalmente la giusta direzione per entrambe le parti, soprattutto per quella nerazzurra siccome la Roma ha proposto al bosniaco di restare un altro anno, e la trattativa potrebbe chiudersi a breve. L'offerta della Roma al giocatore ha convinto il suo entourage, nonché sua moglie, che ha aperto ad un possibile approdo nella Capitale dell'argentino. L'offerta giallorossa per l'attaccante è di 7,5 milioni più bonus per arrivare a 9, più 35 milioni insieme a Dzeko che andrebbero all'Inter. La notizia del giorno è appunto l'apertura della famiglia Icardi alla destinazione giallorossa, cosa che non era successa in passato e che dopo il summit del 10 agosto con la società si è intensificata, infatti Maurito preferirebbe la destinazione giallorossa rispetto a quella Napoletana, nonostante gli azzurri giochino lo Champions. Per Maurito l'ideale sarebbe Torino ma se Higuain non dovesse partire allora Maurito sarebbe costretto ad accettare la Capitale.


Mitragliatrice speciale, resoconto della settimana scorsa a cura dei ragazzi della page instagram "l'angolo del tifoso", seguitelo su instagram: News calciomercato italiano Fiorentina: forte pressing della società di Commisso su Ribéry, che ha rifiutato le offerte da squadre olandesi, russe e saudite. Si punta sulla volontà del giocatore di venire a giocare in Italia. Roma: forte interesse della squadra di Fonseca per Maurito, pronti 9 milioni per lui, momento di riflessione per l'argentino. Oltre a lui piace anche Milik del Napoli. Capitolo difesa: accordo raggiunto per l’acquisto di Rugani dalla Juve. Manca da convincere i bianconeri con un' offerta equa. Capitolo Juve: archiviata la sconfitta con L'Atletico Madrid il tema caldo in casa bianconera è il capitolo cessioni: come confermato anche da Maurizio Sarri gli esuberi si vedono e sarebbero un problema soprattutto per il discorso liste Champions. In attacco quelli con le valigie in mano sono: Mandzukic, che piace in Bundesliga, dopo che ha rifiutato le avances cinesi, Higuain che vuole rimanere a giocarsi le sue carte, dopo aver rifiutato la Roma e Dybala. Per la Joya tutto dipenderà dalla nuova squadra di Neymar, così causando un effetto domino. Cuadrado invece, dopo le buone cose fatte vedere da terzino, ha buone chance di rimanere con la casacca dal binomio bianconero. Capitolo Lazio: Inzaghi vuole un ariete per il suo attacco. Piace Llorente, Simeone ma non corrisponde esattamente all'identikit prescelto da Simone. Ultimo nome nell'orbita biancoceleste è Carles Alena del Barcellona. Per la difesa il nome caldo è Muldur del Rapid Vienna. In uscita Wallace e Patric.
Calciomercato estero Nuovo compagno di squadra per Ibrahimovic al Galaxy: si tratta di Cristian Pavone, ex giocatore del Boca. Arriva in prestito con diritto di riscatto o la possibilità di rinnovare il prestito. Capitolo Barcellona: rimane calda la pista che riporterebbe Neymar al Barca. Secondo ultime voci il PSG avrebbe chiesto Coutinho, Semedo e 50 milioni per lasciar partire l'asso brasiliano. Capitolo cessioni: Rakitic interessa all' Inter ma parte solo a determinante condizioni. Piace anche Vidal, pupillo di Conte, che potrebbe arrivare in prestito. Attesa nelle prossime ore l’ufficialità di Perisic al Bayern Monaco. Toprak è nuovo giocatore del Werder Brema: arriva in prestito dal Borussia Dortmund. Niente Sassuolo per lui. Sanson, giocatore del Marsiglia, ha attirato su di sé l’interesse di diverse squadre, tra cui Milan e Napoli. Per il classe 1994 il club transalpino chiede 35 milioni di euro.