Dani Alves, c’è un giorno in cui si smette di resistere al richiamo della foresta e si torna a casa. A 36 anni e dopo 17 in giro per l’Europa e per il mondo a vincere ben 40 trofei, nessuno come lui, Dani Alves ha riattraversato l’oceano questa volta da est a ovest e a San Paolo lo hanno accolto da astronauta arrivato sulla terra dopo aver piantato la bandiera verdeoro su migliaia di pianeti. Partendo sempre dalla stessa zona, la fascia destra. Che fosse del Siviglia, il primo club a credere su quel giovane di belle speranze, del Barcellona, in cui Dani Alves ha passato ben otto stagioni, o della Juve e del Psg ed ovviamente del Brasile. Contratto fino al 2022 ed ingaggio da 4 milioni a stagione, ieri sera la presentazione allo stadio e da oggi è a disposizione del tecnico Paulista.

Balotelli, a Rio de Janeiro, la torcida “rubronegra” del Flamengo attende che all’aereoporto sbarchi prima o poi SuperMario. Le parole del presidente Rodolfo Landim, secondo il quale i contatti con Mino Raiola sono già stati avviati autorizzano a pensare che l’affare si possa concludere. Essendo svincolato Mario deluderebbe lo sbarramento del mercato brasiliano chiuso a fine luglio, e andrebbe a potenziare una squadra che non si è fatta mancare nulla in quest’ultima sessione,dopo gli acquisti di Rafhina, Filipe Luis ed ell’ex fiorentino Gerson. In compagnia del fratello Enock, a cui sarebbe interessato il Bahia, squadra di quarta serie brasiliana, è un dettaglio da risolvere in famiglia.

Dzeko, se c’è da prendere posizione Edin non si tira indietro, soprattutto se si parla del suo futuro professionale, come ha già dimostrato nel mercato di gennaio del 2018, quando la Roma per ragioni di bilancio lo spingeva verso il Chelsea ma lui voleva restare nella Capitale, ha resistito ed è riuscito a rimanerci. Ora il bosniaco vuole l’Inter,si è comportato da perfetto professionista agli ordini di Fonseca e lo farà anche questa sera, infatti è tramontata l’ipotesi di un rifiuto di scendere in campo contro l’Atletico Bilbao. Il suo nome figura normalmente nella lista dei convocati che la Roma ha diramato solo questa mattina sul suo sito ufficiale. Dzeko contro gli spagnoli giocherà sicuramente anche a causa di un improvviso forfait di Patrick Shick. Insomma nessuna guerra, ma la presa di posizione resta comunque netta, Dzeko si è stancato di aspettare ed ora vuole solo l’Inter, convinto dal progetto ed ancor di più alla proposta di contratto, un ricco biennale che per un trentaquattrenne in scadenza a giugno 2020 è un’occasione irrinunciabile, inoltre la Roma non ha intenzione di pareggiare questa proposta.
Come già detto ieri anche il Napoli ha preso i contatti per il giocatore anche se proprio per questioni anagrafiche Dzeko non è il profilo adatto che serve agli azzurri.
Intanto l’Inter si interroga su Ivan Perisic che non è incedibile ma non verrà neppure svenduto. Il croato non ha le doti difensive per fare l’esterno nel 3-5-2 di Antonio Conte, che sceglie piuttosto Politano come seconda punta. Per Perisic si accettano le proposte, il croato piace al Monaco e continua ad avere mercato pure in Bundesliga. La società nerazzurra è disposta a valutare anche ipotesi di prestito con obbligo di riscatto. E mentre prende quota l’ipotesi di uno scambio tra Di Marco e Fares con la Spal sullo sfondo continua a restare la figura di un centrocampista che potrebbe sostituire Radja Nainngolan, ovvero Arturo Vidal, possibile prestito secco di fine mercato.

Vidal, qualità da Top Player ma carattere non sempre nei ranghi, questo è Arturo Vidal, decisivo nei quattro anni in cui ha giocato alla Juventus ma molto spesso al centro dell’attenzione per motivi per nulla legati al campo. Lo conosce bene Antonio Conte, che riuscì a trarre beneficio dai suoi 40 gol nelle tre stagioni giocate insieme, dovendo però gestire anche momenti d’eccesso soprattutto nelle ore libere. Al primo anno viene subito accusato con Bonucci di una rissa in discoteca, smentita mimando una scazzottata dopo un gol segnato a Firenze.Sempre al Franchi, dalla panchina, paga un ritardo ingiustificato al rientro dal Cile, con atteggiamenti eccessivi anche alla festa dello scudetto, con la società bianconera disposta a cederlo ma senza acquirenti disposti a sborsare la cifra desiderata. Arturo sa però come farsi perdonare, smentendo critiche e rumors. Via Conte arriva Allegri, ma il copione non cambia, con l’imperterrito Arturo che finisce ancora in panchina per qualche ritardo di troppo agli allenamenti. Si ripetono così le voci di una vita sregolata e diminuiscono i numeri per presenze e gol segnati. Alla fine, nonostante l’arrivo in finale di Champions, la dirigenza, ma soprattutto Beppe Marotta ritiene che la sua avventura sia arrivata al capolinea. Viene così ceduto per 40 milioni al Bayern Monaco e ora, dopo l’esperienze molto breve e senza moltissime presenze, proprio Conte e Marotta lo rivogliono in nerazzurro, conoscendo bene i “pro” e sperando di non riaffrontare i contro.

Juve, il primo giorno del nuovo acquisto di Danilo che è arrivato oggi alle 8.50 per sottoporsi alle visite mediche al J Medical. Una trentina di tifosi ad attenderlo e lui si è soffermato con tutti a scattare foto e a firmare autografi. Arrivato ieri a Caselle alle 20.15 con un volo privato direttamente da Manchester, l’ex giocatore di Santos, Porto, Real Madrid e City ha passato la sua prima notte a Torino e questa mattina è iniziata ufficialmente la sua nuova avventura in bianconero. Il difensore brasiliano si è intrattenuto fino a questo pomeriggio per svolgere le visite mediche, e poi ha assistito ad un’amichevole della sua nuova squadra, per una prima presa di contatto con nuovo allenatore e nuovi compagni prima di passare in sede a firmare il nuovo contratto che lo legherà ai colori bianconeri per i prossimi 5 anni con un ingaggio da 4 milioni a stagione, un po’ meno di quanto percepiva al City ma per lui un prolungamento dell’accordo alla Juventus nello scambio con Cancelo che ha portato anche 28 milioni nelle casse bianconere. Una plusvalenza molto importante per le casse bianconere, visto che lo scorso anno la Juventus lo aveva pagato 40 milioni ed ora lo ha ceduto per una cifra attorno ai 60 milioni. Un rinforzo d’esperienza sulla corsia destra, in attesa di novità sul mercato sia in uscita che in entrata.

 

Ultim’ora:
Ultim’ora che mette fine alla più grande telenovela dell’estate che come documentato per filo e per tutta la sessione di calciomercato si sta finalmente concludendo.
E’ arrivata ai titoli di coda infatti la trattativa che porterà Lukaku all’Inter, come hanno riportato i più grandi siti di informazione inglesi il belga,che in questi giorni si è allenato con l’Anderlecht e non con i “Red Devils”. In queste ultime ore i nerazzurri stanno chiudendo la trattativa, con un’offerta di 75 milioni di euro alla squadra inglese e con un ingaggio di 8 milioni di euro a stagione offerti al Belga. E' praticamente fatta!

L’Inter, investendo una tale somma per l’attaccante, potrebbe scegliere anche di mollare il bosniaco vista l’intransigenza della Roma a cedere il suo bomber. Resta però da capire con quale stato d’animo resterebbe Dzeko, sempre determinato a non rinnovare con i giallorossi e a lasciare la Capitale per raggiungere Conte.

Domani clamorosa esclusiva su un possibile nuovo approdo al Milan…..seguite l’edizione di domani mi raccomando!!!!

 

Mitragliatrice Speciale a cura dei ragazzi della pagina instagram "l'angolo del tifoso", seguiteli su Instagram:

News calciomercato italiano

Juventus: in attesa di decifrare il futuro di Dybala, offerta concreta del Tottenham per la Joya, che ha problemi con l'agenzia che cura i suoi diritti d'immagine, la Juve mette delle possibili pietre miliari per il futuro: acquistato il 18 enne Marteo Stoppa dal Novara, inoltre acquistati due ragazzi del 2005, Matteo Fuscaldo, portiere, e Alessio Vacca attaccante, entrambi dal Novara a titolo definitivo.

Accordo vicino anche con l'Arsenal per Daniele Rugani, affare che si può concludere attorno ai 30 milioni di euro.

Brescia: ufficiale l’approdo di Magnani da Sassuolo.

Sampdoria: vicina la cessione di Praet al Leicester per una cifra di 20 milioni. Al giocatore 2 milioni per 4 anni.

Bologna: Adam Nagy è un nuovo giocatore del Bristol. Al club bolognese 2.5 milioni.

Udinese: accordi con l'Hannover per l’acquisto del centrocampista Wallace, brasiliano classe 1996.

Forte interesse della Fiorentina per Pulgar. I gigliati pronti ad offrire 10 milioni.

News calciomercato estero.

Trapp è un nuovo giocatore dell'Eintracht. Contratto quinquennale per lui.

Data la partenza, ormai imminente di Lukaku, i Reds sono interessati a Llorente.

Il Watoford annuncia l'arrivo di Welbeck, dopo che si era svincolato dall'Arsenal.

L'Everton è forte su Sidibè: c' è già una bozza di accordo con il Monaco per un prestito da 2.5 con riscatto a 14 milioni .

Colpo in prospettiva del Manchester City: acquistato Felix Corteia per 3.5 milioni, classe 2001, dallo Sporting Lisbona.