Oggi moltissime notizie, ma prima di iniziare vi anticipo che ci sarà un’ultim’ora molto importante, che riguarda uno dei bomber al centro del mercato in questa sessione, ovvero Edin Dzeko, sul giocatore infatti è piombato con forza il Napoli, dopo vi daremo tutte le informazioni sulla trattativa.

Le ultime immagini che si possono trovare di Joao Cancelo sono di ieri pomeriggio, quando il terzino portoghese entra alla guida della sua auto aziendale alle ore 15:50, quando varca i cancelli della Continassa per salutare staff e compagni per poi uscire alle ore 16:05 sulla stessa auto, ma stavolta seduto sul sedile del passeggero, segno che la sua storia in bianconero finisce dopo 34 presenze e solo un gol in campionato contro la Lazio. Juventus e Manchester City hanno trovato l’accordo sulla base di uno scambio con il brasiliano Danilo più il conguaglio di 28 milioni a favore dei bianconeri. Joao Cancelo è dunque stato sacrificato sull’altare delle plusvalenza. La Juventus, che solo un anno fa lo aveva pagato 30 milioni di euro, cede il portoghese che due volte in due anni ha cambiato squadra. Prima l’Inter, che lo ha fatto crescere anche se poi ha deciso di non riscattarlo per colpa del FPF, e poi la Juve, in cerca di plusvalenza per risanare le proprie casse. A Torino arriverà dal City il brasiliano Danilo, ex Santos e Porto, dove è stato compagno di Alex Sandro, e Real Madrid, per lui un quinquennale da 5 milioni di euro a stagione. Per Sarri una pedina importante sugli esterni dove di certo non ha abbondanza di scelte, infatti oltre ad Alex Sandro fino ad ora aveva soltanto De Sciglio, entrambi protagonisti sui social dei bianconeri per presentare la nuova terza maglia, blu e azzurro con effetti Camouflage. Sulle fasce da valutare Quadrado a destra e per decidere il destino di Luca Pellegrini a sinistra, con il dialogo per arrivare a Darmian che resta aperto. In difesa anche Rugani potrebbe essere ceduto in Inghilterra, da sfoltire l’attacco con Mandzukic, verso lo United per 11 milioni, ed Higuain, su di lui la Roma in caso di partenza di Edin Dzeko, che non rientrano nei piani di Sarri proprio come Kedhira e Matuidi a centrocampo. Insomma la juve ha già fatto molto sul mercato, ma la sensazione è che da qui a fine agosto resta da fare tantissimo, sia in entrata che in uscita.

Fiorentina, tra ritorni, conferme e nuovi arrivi la Fiorentina americana è in continua evoluzione, una fase in cui la nuova dirigenza sta gettando le basi per regalare una nuova squadra a Montella che ripartirà da sole 3 certezze della passata stagione; Pezzella, Milenkovic e Chiesa. E’ sempre il futuro dell’attaccante viola a tenere banco, la nuova società si è esposta in modo deciso, rassicurando i tifosi sulla conferma dell’attaccante che è comunque ammaliato dalle sirene juventine, ancora una volta Joe Barone ha chiarito il futuro di Chiesa dicendo che rimarrà sicuramente. Chiesa però si siedera presto ad un tavolo per discutere del rinnovo che scade nel 2022. Il suo nuovo ingaggio passerà da 1,7 a 3 milioni bonus compresi. La Juventus ha proposto al giocatore un contratto di 5 anni a 5 milioni netti, tutto rimandato alla prossima stagione. Tra i volti nuovi da segnalare il nuovo arrivo di Milan Badelj alla Lazio, che torna a Firenze dopo un solo anno con la formula del prestito oneroso con obbligo di riscatto. Da oggi al via la carrellata delle presentazioni dei nuovi, nel pomeriggio anche quella del nuovo acquisto Kevin-Prince Boateng.

Milan, corteggiamento senza sosta, i rossoneri non mollano, vogliono Correa. La situazione però non cambia, i rossoneri offrono 40 milioni più 5 di bonus, ma l’Atletico non scende dai 55 richiesti, poco importa se non è una prima scelta di Simeone o se il trequartista argentino si è esposto, comunicando ai Cholconeros di voler andar via, ecco perché il Milan sta pensando di cambiare le sue cessioni per finanziare l’operazione. Si guarda con particolare attenzione alla chiusura del mercato inglese, al momento il nome più gettonato per lasciare Milanello è quello di Kessiè, si è vociferato di un passaggio ai Wolwes, dove ritroverebbe Cutrone, anche se il centrocampista ivoriano non è convintissimo della destinazione offertagli, cerca un club di livello superiore che gli offra un ingaggio più ricco. Il tempo sta per scadere ma il Milan ci proverà fino alla fine per provare l’assalto a Correa e metterlo a disposizione di Giampaolo ma per l’allenatore Suso e momentaneamente fuori mercato, l’ex Sampdoria ha detto di chiaramente di essere innamorato dello spagnolo, chiudendo ad una sua possibile cessione perché lo ritiene centrale nel nuovo progetto anche se cederlo sarebbe la mossa più facile per guadagnare altri 40 milioni ma si preferisce seguire le indicazioni del tecnico. Se arrivasse Correa il mercato sarebbe sistemato in attesa di prendere un difensore a basso se non in prestito, un’alternativa ad un elemento che potrebbe partire dalla panchina ma già pronto se dovesse essere chiamato in causa

Cagliari, le scelte di cuore spesso sono le migliori, è così che Nainngolan ha deciso di tornare al Cagliari dopo l’esperienza non proprio brillante all’Inter. Un’esperienza che si immaginava decisamente diversa e che alla fine ha lasciato un po’ di amarezza, alleviata solo dall’affetta dei tifosi rossoblù che ieri lo hanno accolto nella presentazione tenutasi allo stadio dopo la conferenza stampa. Un passato dunque da archiviare senza dimenticare un carattere che negli ultimi anni gli ha creato un po’ di problemi, comprese le critiche. Di questo Radja è consapevole e sa che adesso è il momento di cambiare. Il Ninja, che torna a Cagliari dopo aver giocato quattro anni e mezzo prima di trasferirsi alla Roma, è pronto alla sua rinascita personale. Ha deciso di tornare perché, come ha detto lui stesso, al cuore non si comanda. Un solo allenamento con i nuovi compagni prima della partenza per Istanbul dove domani nell’amichevole contro il Fenerbache farà il suo secondo esordio con il Cagliari.

Giovani, puntare sui giovani è ormai da qualche stagione un proposito in contrasto con uno dei pilastri del mercato dei club italiani, realizzare plusvalenze. “All’estero non si hanno problemi a far giocare i giovani ed anche in Italia bisognerebbe avere più coraggio- parola del CT della nazionale Roberto Mancini- mentre in questi giorni è arrivata la conferma ufficiale del trasferimento di Moise Kean all’Everton per 30 milioni di euro. Il giocatore si è detto molto contento di vestire questa nuova maglia ma all’addio del primo millenial ad esordire in nazionale italiana segue quello di Patrick Cutrone, anch’egli volato in Premier e, scherzo del destino, potrebbe proprio essere il prossimo avversario del Torino ai preliminari di Europa League, in caso di vittoria del prossimo turno che si giocherà domani, una delle società accostatogli come possibili destinazioni. E invece anche nel caso del milanista vincono le ragioni di bilancio a fronte del cuore di tifoso vero spezzato, cosi Patrick ha salutato per più di 20 milioni. Una giostra, quella degli attaccanti, quasi impazzita se si pensa ai 126 milioni di clausola pagati dall’Atletico Madrid per il diciannovenne ex Benfica Joao Felix. Non costò 126 milioni,ma 31, a gennaio 2018 per Pietro Pellegri addirittura classe 2001, una storia quella del sua passaggio al Monaco dal Genoa che aveva stupito e oggi come allora stupisce forse di più il rumors che lo vedrebbe tornare nel nostro campionato, magari al Milan. Tanti i problemi fisici che lo hanno condizionato nella scorsa stagione nella Ligue 1, l’Italia potrebbe essere il punto di partenza per colui che fu il più giovane esordiente nella vecchia Serie A.

Ultim’ora:

Dzeko verso il Napoli, la radio ufficiale della squadra azzurra ha infatti sganciato la bomba: uno dei colpi annunciati dal Patron azzurro potrebbe essere proprio l’attaccante bosniaco, che preferirebbe andare via nonostante la Roma gli abbia prima proposto un rinnovo , e poi di rimanere per un altro anno, quando scadrà il suo contratto. Sulla punta bosniaca dalla Francia è arrivato anche il Monaco, che vuole sostituire il partente Radamel Falcao. Il sostituto del bosniaco potrebbe essere proprio l’attaccante colombiano in uscita dal Monaco,il club avrebbe sondato il terreno per quanto riguarda il giocatore che ha comunque molta esperienza ma su cui ci sono anche molti altri club oltre ai giallorossi

 

Mitragliatrice a cura della page Instagram L’angolo del tifoso, seguiteli per tutte le notizie:

News calciomercato italiano

Il Newcastle è in forte pressing per Facendo Collirio, attaccante classe 2000 dell' Inter. Sì parla di un prestito con diritto di riscatto e contro riscatto a favore del club nerazzurro.

Nuovo difensore per le rondinelle: il Brescia acquista Magnani in prestito secco.

Calciomercato Juventus: asta tra Arsenal e Wolverhampton per Rugani. La Juve non lo molla per meno di 35-40 milioni.

In arrivo un nuovo rinforzo in difesa in casa Spal: Nenad Tomovic è a un passo. La società di Mattioli insiste anche per Mehdi Leris, anche lui di proprietà del Chievo: il centrocampista 21enne francese piace molto ma c'è da fare attenzione alla concorrenza della Sampdoria. Infine con la Sampdoria sono stati riavviati i contatti per aprire nuovamente l'idea di scambio Viviani-Capezzi, con quest'ultimo che raggiungerebbe la squadra di Semplici.

Ufficiale l’approdo al Brescia di Jaromir Zmrhal, centrocampista classe 1993, per l'ex giocatore dello Slavia Praga contratto per 4 anni.

Il Torino ha ceduto in prestito Boye al Reading.

Il Verona ha acquistato Lazovic, per l'ex genoano contratto di 2 anni.

 

News calciomercato estero.

Ufficiale l' approdo di Bojan Krkic al Montreal Impact.

Colpo Derby Country: da Gennaio Rooney sarà giocatore ma anche assistente all'allenatore Phillip Cocu. Contratto da un anno con opzione per il secondo.

Nuova avventura per l'ex giocatore della Juve Pereyra: il Watford ha annunciato che siamo ai dettagli per il suo passaggio al Brighton.