Speciale ritiri Sampdoria, ecco la prima tradizionale amichevole stagionale della Sampdoria.
Contro la formazione dilettantistica del Sellero Novelle, i blucerchiati di Di Francesco hanno iniziato col piede giusto la stagione 2019/20 con un 15-0  rifilato alla squadra locale che eguaglia il record di marcature segnato in Alta Valle Camonica la scorsa estate. Senza molti giocatori titolari come Capezzi, Ekdal, Quagliarella e Ramírez (rimasti a riposo) e Regini (impegnato nel proprio recupero agonistico), Di Francesco inizia con  il suo 4-3-3 di fabbrica.
Nel primo tempo l’unico a mettersi in mostra è Verre, che gioca punta ed è autore di quattro gol (5′, 24′, 29′ e 39′) e un assist per Caprari (30′). Le altre reti sono arrivate da Gabbiadini (8′) e Murillo (38′). Con una formazione non titolare e del tutto diversa sotto una pioggia cresciuta con il passare dei minuti, la Samp continua a segnare anche nel secondo tempo con Maroni (8′), Bonazzoli (10′, 26′ e 39′), Sala (36′ e 37′) e Thorsby (43′ e 45′). Buon debutto per i blucerchiati ch  lavorano però anche sul mercato, Di Francesco ha già fatto le sue richieste ed una di queste è Emiliano Rigoni, esterno dello Zenit che a giocato con la Sampdoria fino a gennaio della scorsa stagione, la sua squadra ha l’accordo con la Samp, l’unica cosa da sistemare è quella del sostituto dell’esterno argentino, infatti fino a quando non sarà trovato il sostituto Rigoni non potrà essere un giocatore blucerchiato.  
Anche il Parma gioca la sua prima amichevole dando il benvenuto ai nuovi, Roberto Inglese su tutti, Kulusewsi, Hernani e Karamoh  in ritiro e segna per sei volte alla Rappresentativa locale del Val Venosta. Tre gol per tempo, con Baraye unico giocatore a giocare nei due tempi con i due undici che hanno giocato per 45 minuti. L’attaccante è stato l’autore di una bella doppietta. Parma attivissimo anche in ottica mercato, la squadra ducale è scatenata e dopo gli arrivi Karamoh dall’Inter per 13 milioni, Klusewsi dall’Atalanta, Hernani dallo Zenit e Inglese a titolo definitivo dal Napoli adesso l’obiettivo e far arrivare in Emilia un altro giocatore dell’Atalanta dopo l’arrivo del giovane talento della primavera Kulusevski. Oggi è arrivato anche Cornelius, ex Atalanta ed ottimo giocatore che andrà a fare il sostituto di Inglese, il centravanti è stato acquistato insieme a Kulusewski. Mancano solo le firma sui contratti, ma le visite mediche e i test di rito sono stati effettuati con successo, e i due giocatori sono pronti per partire alla volta di Prato allo Stelvio, dove Roberto D’Aversa li attende per aggregarli alla squadra che sta nascendo. Cornelius arriva a titolo definitivo, con la formula del prestito biennale con obbligo di riscatto. Costo dell’operazione fissato intorno ai 6,5 milioni. Per il talento di Stoccolma Dejan Kulusevski, il prestito è secco ma il giocatore è il profilo scelto dal tecnico per completare il suo reparto. Il grande lavoro di Daniele Faggiano ha portato i suoi frutti. E c’è chi giura non sia finita qui. “ Probabile che ci sia una cessione, probabile che esca dalla scena Gervinho, anche se con Karamoh potrebbe comporre un’ottima coppia con il suo nuovo compagno, per l’attaccante ivoriano alla finestra ci sono diversi club, tra cui l’Inter perchè l’esterno piace tanto ad Antonio Conte, ma l’ex Juve e Chelsea non è l’unico infatti c’è anche la Turchia.        
Cagliari, Seconda amichevoli in questo ritiro per il Cagliari che al campo di Celledizzo,  segnano 5 gol al Real Vicenza. Il direttore sportivo Marcello Carli, è arrivato ieri nel ritiro rossoblù di Pejo, ha assistito all’incontro da bordo campo oltre ad assistere alla divertente preparazione del torrone dei suoi giocatori, un piccolo strappo alla regola molto divertetne. Tornando all’amichevole, ad aprire le marcature ci pensa  Joao Pedro su rigore, prima della doppietta di Despodov nel primo tempo; altre due reti nel finale di tempo, firmate da Ragatzu e Pavoletti. Rossoblù molto attivi anche sul mercato, si pensa infatti al possibile sostituto del partente Barella, Nandez è il primo giocatore che molto probabilmente arriverà in Sardegna, 15 milioni è l’offerta ma manca ancora l’accordo con il Boca,  che vorrebbe un’offerta più alta. In arrivo invece Rog dal Napoli per 18 milioni, centrocampista croato che andrà a rafforzare il centrocampo dopo la perdita di Barella, prendendone anche la sua eredità.   Verona, i gialloblù steccano la prima partita  infatti a  Mezzano di Primiero la squadra di Juric non va oltre l'1-1 contro una formazione che mette in evidenza le attuali molti errori dei veneti, che avevano comunque vinto contro il Primiero nella prima amichevole stagionale. Molta qualità in mezzo, con Miguel Veloso, Bessa e Zaccagni alle spalle di Samuel Di Carmine, ma solo nei primi minuti il Verona fa abbastanza bene: infatti il primo a provarci è Bessa,al 10'  Faraoni dalla fascia destra e mettere al centro il pallone giusto per il gol di Di Carmine. Poi la partita finisce per i gialloblù,  che dominano non chiudono la partita. Il secondo tempo dei gialloblù è un disastro anche per colpa dei cambi, e per questo che subiscono l'1-1, che arriva su un tiro-cross di Righetti su cui Radunovic fa malissimo e sbaglia tutto. Quest’amichevole sottolinea che c’è da fare molto in ottica mercato, a centrocampo Verre è un’ottima idea ma la Sampdoria potrebbe tenerlo per far rifiatare i centrocampisti ed anche perché in precampionato sta facendo molto bene, un’altra idea è lo svincolato Lazovic, ex Genoa che lo scorso anno ha fatto molto bene sulla fascia, servendo assist e segnando anche qualche gol.  Spal, bella invece la vittoria dei biancoazzurri, che mettono al tappeto in rimonta gli austriaci del Gorica; Nel primo tempo giocano meglio gli emiliani, ma il portiere sloveno è fenomenale su Moncini. Nel corso del secondo tempo Marinic porta in vantaggio il Gorica battendo Thiam al 52'. Il gol  risveglia la Spal, che al 62' pareggia con Paloschi, servito da Kurtic. La rete del sorpasso è opera di Dickmann al 70'. Paloschi chiude la partita al 78' siglando una personale doppietta. Mercato della Spal molto attivo, Stepinski è piu di un’idea per l’attacco ma non è l’unica, infatti si lavora anche ad un arrivo di Rispoli, idea per il dopo Fares, con il giocatore diretto verso Torino, magari in cambio di un ritorno del centrale Bonifazi.  
Boca Juniors, la Bombonera è pronta ad accendersi, tutti pazzi per Daniele De Rossi, la notizia che l’ex capitano giallorosso indosserà indosserà la maglia del Boca ha già scatenato gli argentini, che non vedono l’ora di assistere alle giocate del centrocampista azzurro. Sul web migliaia di fotomontaggi di Daniele in gialloblù addirittura con la fascia da capitano, il Boca adesso aspetta solo lui. Vediamo adesso i più grandi giocatori argentini che sono passati dalla squadra giallorossa; la maggior parte è stata compagna di De Rossi, sono 18 gli argentini che hanno giocato nella Roma, tanto che ci si potrebbe fare una grandissima squadra con la panchina compresa, da Batistuta a Balbo, passando per “the wall” Samuel, Lamela e Burdisso, proprio lui che ha convinto De Rossi ad approdare in Argentina, accettando questa nuova sfida. La storia giallorossa è stata scritta anche da tutti loro che sono ancora nel cuore dei tifosi, proprio come vuole fare Daniele con la sua nuova squadra, lasciando un segno indelebile magari anche nello storico derby che tutti i giocatori vorrebbero giocare almeno una volta nella loro vita, Boca contro River, il “superclassico” una vera e propria bolgia dove De Rossi vuole fare la differenza, ancora un italiano pronto a conquistare la Bombonera.  


Ultim’ora: il Milan è forte su Depay, l’esterno francese è intenzionato a lasciare Lione e giovedì i dirigenti del Milan hanno sondato il campo facendo un incontro con degli intermediari del giocatore.  

Mitragliatrice: Cremonese, si avvicina Ceravolo Pescara, è fatta per Tumminello Sampdoria, si avvicina Rigoni Teramo, idea Costa Ferreira Rende, arriva Ampollin Catanzaro, fatta per Di Livio e Martinelli Livorno, si chiude per Piscopo Perugia, arriva Iemmello Sicula Leonzio, si chiude per Sicurella Genoa, idea Amin Arti dello Schalke per il centrocampo Atalanta, Sergi Gomez per Mancini Sassuolo, in chiusura Obiang Piacenza, torna Cacia Sassuolo, idee Toprak, Tonelli e Lucioni per la difesa Venezia, arrivano Felicioli, Bacca e Capello Empoli, chiusi Dezi e Stulac