Il Napoli esce sconfitto dal Barcellona e viene eliminato dalla Champions League, un'occasione sprecata a mio avviso. Perchè questo Barcellona è lontano parente di quella squadra vista negli anni precedenti, nel corso dell'anno è sempre peggiorata, ha cambiato l'allenatore e ha perso lo scudetto strada facendo. Un Barcellona che ha arrancato e ha dimostrato di essere molto fragile, ma il Napoli non ha saputo approfittarne creando solo due vere palle goal, quella di Mertens a inizio partita e quella di Lozano su cross di Insigne, a metà secondo tempo. Per il resto, gli azzurri non hanno saputo approfittare dell'evidente difficoltà della squadra di casa, facendo solo il sollettico a un sistema difensivo che non era solidissimo. Probabilmente anche l'allenatore deve fare mea culpa, dato l'ingresso tardivo di Milik che avrebbe potuto dare un peso più importante all'attacco.

La Juventus è arrivata all'appuntamento decisivo non in grandi condizioni e il Lione ne ha approfittato. Il Barcellona non sta meglio della squadra bianconera, anzi ha cambiato Valverde con Setien in corsa prendendo un allenatore che non è riconosciuto dalla squadra e, come Sarri a Torino, non è assolutamente riuscito a entrare nel mondo bluagrana e non è stato riconosciuto. A differenza della squadra bianconera, hanno cambiato l'allenatore, prendendo in corsa qualcuno che non è adatto al contesto e perdendo lo scudetto. In campo non si è per niente vista una squadra imbattibile, ma il Napoli non ne ha approfittato. Occasioni come queste non passano tutti gli anni per la squadra azzurra.

Bassano Giancarlo