Luciano Moggi o Giuseppe Marotta? Nei giorni che seguono le dichiarazioni d'addio alla Vecchia Signora di Giuseppe Marotta,questa è una domanda che può sorgere spontanea nella mente di molti tifosi bianconeri.

LUCIANO MOGGI E GIUSEPPE MAROTTA sono stati due dei più grandi dirigenti della storia bianconera. Entrambi hanno preso la vecchia Signora in cattive acque e l'hanno portata in alto dove essa merita di stare. Il primo arrivò alla Juventus quando l'ambiente era abbastanza depresso, la squadra andava male e c'erano da sistemare alcune situazioni spinose come quella di decidere a chi affidare la panchina visto che l'allenatore dell'epoca ovvero Gigi Maifredi faceva più disastri che altro. Moggi decise di esonerarlo e di prendere al suo posto Marcello Lippi, che da li a poco diventerà uno dei tecnici più vincenti della storia della juventus. Luciano alla Juventus portò giocatori del calibro di Zidane che compró a 10 miliardi di lire dal Bordeaux e che vendette a 150 miliardi di lire al Real Madrid qualche anno dopo, Nedved, Emerson, Viera, Cannavaro, Buffon, Zalayeta, Ibrahimovic, Thuram ed allenatori del calibro del già citato pocanzi Marcello Lippi, Carlo Ancelotti e Fabio Capello. A lui vanno anche i demeriti di aver preso alcuni bidoni incredibili come Marcelo Salas, il " torero" soprannome utilizzato dai tifosi ai tempi della Lazio, ma che alla Juve sembrava tutt'altro che un toro, oppure Esnaider, giocatore comprato dall'Espanyol per sostituire l'infortunato Alessandro Del Piero,ma che contribuì solo alla disfatta della squadra bianconera che finì il campionato a metà classifica. Altro grandissimo punto a sfavore di Big Luciano, soprannome dato proprio all'ex d.g della Juventus é quello di essere considerato uno degli artefici dello scandalo scoppiato nell'estate del 2006 che prende il nome di Calciopoli, quindi la Juve venne retrocessa d'ufficio in Serie B e Moggi radiato a vita dal calcio italiano. Come diceva però il grande giornalista Biaggi " Vuoi vedere che hanno trovato in Moggi il cattivo da dare in pasto al popolino?". Giuseppe Marotta é,invece, uno degli artefici della rinascita bianconera post-Calciopoli, nonché grandissimo protagonista con i suoi colpi di mercato della Juventus che vince 7 campionati italiani consecutivi, 4 coppe Italia consecutive e arriva in finale di champions League per ben due volte in 4 anni. Come dimenticare i suoi grandissimi colpi? Barzagli a 300.000 euro, Andrea Pirlo preso a parametro zero dal Milan che considerava il talento bresciano ormai cotto e invece alla Juve questo è rinato. Ma la cosa più incredibile é stata la vicenda Pogba, preso a parametro zero dal manchester united e poi rivenduto di nuovo ai Red Devilds a 110 milioni di euro. Anche lui,come Big Luciano Moggi ha i suoi demeriti come quelli di aver comprato El Malaka Jorge Martinez, comprato dal Catania per 12 milioni di euro. Da Catania ancora ringraziano per questo regalo. Oppure altro bidone é Armand Traoré, uno dei terzini più scarsi della storia bianconera, Rinaudo e gente del calibro di Elia e Krasic. A lui va anche il merito di aver deciso, dopo il pessimo anno passato con Luigi Del Neri di aver scelto Antonio Conte sulla panchina bianconera che è uno degli artefici di questa juve pluriscudettata  e anche quello di aver scelto Massimiliano Allegri come sostituto di Antonio Conte. Tutti e due sulla carta si equivalgono,anche se Moggi sapeva farsi più rispettare dale squadre con le quali trattava.Un esempio la trattativa portata avanti da Marotta per riportare a Torino due giocatori di proprietà bianconera,ma in prestito all'Atalanta,Spinazzola e Caldara che alla fine sono restati all'Atalanta,nonostante fossero solo ed esclusivamente in prestito alla squadra orobica e sono arrivati arrivati a Torino un anno dopo. E voi da che parte state? Marotta o Moggi ?