È il tormentone del calciomercato 2022, Milan e DeKetelaere. Ma questo matrimonio, "non s'ha da fare"! Tranquilli, non manderò i miei bravi come il Don Rodrigo di manzoniana memoria a ostacolare le trattative. Vi spiegherò perché non va acquistato e perché la trattativa ha allo stato attuale delle cose ben poche possibilità di successo. 

Il nome del belga e' iniziato ad essere accostato alla società rossonera già da Marzo, date le deludenti prestazioni di Diaz. Parliamo quindi di una trattativa che dura ormai da molto tempo e questo probabilmente non gioca a favore del buon esito. 

Se vi dico "Botman",cosa vi viene in mente? Un giocatore seguito per mesi dal Milan e poi finito al Newcastle? Esatto! Il Lille chiedeva 40 milioni e la società rossonera non era disposta ad accontentare le richieste della squadra francese, pur avendo la squadra rossonera il forte gradimento del giocatore.  Ora sostituite Botman con DeKetelaere e Lille con Brugge e avrete una situazione molto simile. 

Il modus operandi di Maldini & co, responsabili del mercato del Milan, è noto a tutti: acquistare giovani di prospettiva senza spendere un capitale, restando nei paletti economici imposti dalla società. L'altra strada è affidarsi all'acquisizione di giocatori in prestito con diritto di riscatto, valutarli durante l'anno e poi eventualmente riscattarli (vedi Tomori, Messias, Florenzi). L'operazione DeKetelaere non rientra in nessuna di queste due casistiche. La società belga ha chiesto 35 mln di euro, il Milan secondo la stampa è fermo a 30; conoscendo però come lavora Maldini, ritengo che l' offerta in "cash" sia molto minore. 

I dirigenti della società rossonera sono noti per essere poco flessibili nelle trattative : si fa un'offerta e quella rimane, con pochi ritocchi. Se non viene accettata, si vira su altri obiettivi.  Questa alternativa al momento ha un nome e cognome: Hakim Ziyech, il talentuoso e duttile giocatore del Chelsea. Più defilato metterei anche quel Paulo Dybala di cui ho parlato nel precedente articolo , posto che abbassi le sue richieste economiche.

Il Club Brugge da parte sua, forte di un'offerta di 37 mln dal Leeds , non intende abbassare le proprie pretese. L'approdo del belga al Milan è dunque a mio avviso al momento altamente improbabile.  Ma se verra' acquistato un profilo di maggiore livello come i Ziyech o Dybala citati sopra, questo non sarà affatto un male.

Vale la pena spendere 30 mln per un giocatore in rampa di lancio in un campionato periferico ? Non scordiamo le ristrettezze a cui è sottoposto il Milan in questa sessione di mercato. Quella cifra probabilmente rappresenta il 70% del budget a disposizione di Maldini & co. Considerate che abbiamo già speso una decina di milioni per il riscatto di Messias e Florenzi e altri andranno destinati all'acquisto dei sostituti di Kessie e Romagnoli. Insomma, una spesa del genere sembra più un azzardo. 

Parliamo inoltre di un giocatore che non ha esperienza in serie A e dovrebbe trascorrere un periodo di adattamento in cui non partirebbe neanche titolare. Non per niente DeKeteleare ha chiesto la garanzia di potere essere sin da subito titolare. Non è meglio acquistare un profilo già pronto? Le partite saranno tante da qui all'inizio dei mondiali e il Milan non potrà permettersi di perdere punti.

Infine, per curiosità, ho visto l'amichevole Brugge-Utrecht di un paio di giorni fa. Il DeKetelaere visto mi è parso lento, impacciato e privo di tutta quella tecnica per cui viene lodato; insomma non un giocatore da 37 milioni. Lo stesso non si può dire ad esempio del compagno Lang, autore anche di un gran bel gol. Ok, era un'amichevole, ma mancano pochi giorni all'inizio della stagione per il Brugge e il belga non mi ha affatto colpito. 

Ripensandoci, vorrei avere anche io a disposizione dei bravi a cui ordinare " Ostacolateli, questo matrimonio non s'ha da fare!". Vorrei mai che la mia squadra incappasse in un errore di mercato in un ruolo, il 10, tanto delicato.