Sta nascendo un grande Milan e sta operando acquisti che prima si potevano solo sognare. Il Milan ha prelevato dal Chelsea il forte e imponente centrocampista francese Tièmouè Bakayoko. Conosciamo meglio il nuovo acquisto operato dal diavolo rossonero. Iniziamo, per prima cosa, a scrivere che è un acquisto storico che resterà nella storia del Milan. E' il primo acquisto e la prima operazione di calciomercato chiusa come dirigente da Paolo Maldini, affiancato da Leonardo. Arriva al Milan in prestito oneroso a 5 milioni con diritto di riscatto a 35 milioni. Tièmouè Bakayoko nasce a Parigi il 17 agosto del 1994. La sua famiglia è originaria della Costa D'Avorio. Suo fratello è il famoso animatore Souleymane Bakayoko. E' cresciuto nei vivai di diverse squadre giovanili francesi come Olympique de Paris Xve, CA Paris, Montrouge FC e Rennes 2. Dal 2012 al 2014 gioca nel Rennes 2 e nel Rennes e il 24 agosto 2013 fa il suo esordio tra i professionisti e in prima squadra in Ligue 1 con la maglia del Rennes contro l'Evian TG. Dal 2014 al 2017 gioca nel Monaco con il quale vince la Ligue 1 nel 2016/2017 e raggiunge una semifinale di Champions League. Nel 2017/2018 gioca nel Chelsea,in Premier League inglese con il quale vince la Fa Cup. Dal 2018/2019 è al Milan.

CARATTERISTICHE TECNICHE: è un centrocampista imponente fisicamente, alto circa 1,89 cm, una vera "bestia", bravo nei contrasti e dotato di una discreta tecnica. Bravo ad inserirsi e a colpire di testa, può giocare mediano, centrocampista centrale e mezz'ala all'occorrenza. Il suo piede preferito è il destro, ma si diletta anche con il sinistro.

COMMENTO ALL'ACQUISTO: è un colpaccio. Nell'ultimo anno al Chelsea in Premier League ha collezionato 25 presenze e 2 reti. Non è stata la sua migliore annata. Al Monaco aveva decisamente fatto meglio. Come tutti i calciatori grossi e imponenti fisicamente ci mette di più ad entrare in condizione. Bisogna anche considerare che è passato dal campionato francese a quello inglese, che è molto diverso, dove c'è molto più pressing, un calcio molto più fisico dove è molto più asfissiante la marcatura. Ci sono meno spazi per giocare e meno tempo per ragionare con la palla tra i piedi. Tuttavia, anche analizzando il suo score, non ha fatto propriamente male. In un anno di tempo ci sono vari fattori da considerare: nuovo posto, nuova nazione, nuovi ambienti, compagni, lingua, nuovo calcio, tutte varie situazioni che richiedono un po' di tempo per essere assimilate e per entrare in confidenza con tutto ciò. Comunque resta il fatto che il Milan aveva bisogno come il pane di una "bestia" come Tièmouè Bakayoko che porta fisicità e centimetri al centrocampo rossonero.

VOTO ALL'ACQUISTO: 9