Quando Marotta e la Juventus "divorziarono", scrissi che l'inter avrebbe dovuto prenderlo per poter riempire una carica importante che nell'organigramma dell'Inter mancava da anni. 
A distanza di un anno e un mese circa dal suo arrivo, devo dire che il suo operato non è stato tanto soddisfacente.  
Quali sono le sue colpe? 
In primo luogo non aver difeso abbastanza Spalletti
. Già a febbraio si sapeva che Conte sarebbe stato il prossimo allenatore dell'Inter. Dal suo arrivo, la stagione è crollata e la squadra si è qualificata in Champions League all'ultima giornata, soffrendo contro l'Empoli.  
Non tutte sue sono le responsabilità per quel crollo, sarebbe ingiusto. Però sicuramente la sua mano si è vista poco.

La gestione del mercato.
Se intervieni pesantemente sul mercato di gennaio, vuol dire che qualcosa hai sbagliato nel mercato estivo. 
Partiamo dalle mosse estive. Non aver incassato niente e non aver ceduto a titolo definitivo neanche uno tra Icardi, Perisic, Nainggolan e Joao Mario. Aver preso un giocatore come Lazzaro, spendendo 22 milioni, proveniente da un campionato straniero e che per poter giocare nel modulo di Conte  avrebbe dovuto adattarsi. Timbro di un'operazione clamorosamente sbagliata? Il fatto che adesso si cerchi di darlo in prestito. Invece sarebbe stato l'ideale prendere Lazzari, costava poco ed è esterno perfetto per il 3-5-2, dato che Semplici lo impegava come quinto di destra. Invece, inspiegabilmente, è stato lasciato alla Lazio.
Aver tenuto un giocatore chiaramente inadatto al modulo del nuovo allenatore come Politano, un giocatore che si esprime in un 4-3-3  o  o un 4-2-3-1, non certo come seconda punta o esterno a tutta fascia.
Non aver preso Llorente a zero: sarebbe stata l'ideale riserva di  Lukaku.
Ci sono stati anche affari positivi, come quelli di Lukaku e Barella, che però sono costati tanto. Era lampante la necessità di reperire un centrocampista di un certo livello e un esterno sinistro di una certa qualità. Invece, non riuscendo a vendere tanto, non hai potuto prenderli e si sei affidato solo al prestito di Biraghi. Pensando che con Asamoah e Biraghi ti fossi messo a posto per tutta la stagione.

Mosse invernali.
Tutte quelle operazioni che la società doveva fare in estate, le sta facendo nel mercato di gennaio. A mio avviso, un errore clamoroso. 
A gennaio puoi fare piccolo interventi per tappare qualche falla, come l'anno scorso quando, essendo saputo che Vrsaliko non avrebbe più giocato, la società ha preso Cedric in prestito con diritto di riscatto. Quella è stata un'operazione necessaria e che esemplifica qual è il  significato del mercato di gennaio. Interventi modesti e per tappare qualche problema. Ma non intervenire per migliorare la squadra al fine di raggiungere un determinato risultato. 

Si sa che quando un giocatore arriva in una squadra, deve avere il tempo di integrarsi, non solo in campo, ma anche nello spogliatoio
Quando in estate ci sono i nuovi arrivi, questi si devono integrare con i giocatori già presenti nella squadra e devono insieme formare un tutt'uno, in cui tutti remano nella stessa direzione e creano l'alchimia giusta per poter ottenere il risultato sperato. E' per questo che gli allenatori, prima dell'inizio della stagione, chiedono tempo. Non solo per la preparazione fisica, ma anche per l'integrazione dei nuovi in un sistema di gioco con i giocatori già presenti in rosa. Ci vuole tempo perché si formi un equilibrio in campo, fuori dal campo e che giocatori  accettino vecchie o nuove gerarchie all'interno del gruppo. Per questo l'integrazione di giocatori a gennaio presi per incidere subito, affinché la squadra raggiunga i risultati sperati, a maggio è molto più difficile. Perché questi devono calarsi subito nella nuova realtà e assimilare immediatamente i concetti di squadra. Non solo, devono offrire immediatamente grandi performance, perché si è in una fase di stagione in cui se sbagli due partite puoi compromettere un obiettivo stagionale. Non solo, le voci di mercato potrebbero disturbare e non poco il gruppo e incidere sulle sue performance dato che non si sa se arriva questo o quello e alcuni giocatori potrebbero sentire a rischio la loro posizione.
Ad esempio, come potrebbe prendere Sensi dal punto di vista mentale il fatto che possa arrivare Eriksen? Se spendi 20 milioni per Eriksen, è ovvio che è per farlo giocare titolare. Non solo, prendi Moses che non gioca da due mesi e quindi non può eccellere subito dato che serve tempo a un giocatore per ritrovare la forma necessaria e mettere in campo una grande perfomances. Errore clamoroso di valutazione! 

La gestione di Vecino non è assolutamente esemplare, anzi, ma questa colpa è da imputare più all'allenatore che a Marotta. Non puoi lamentarti dell'emergenza e di giocare sempre con gli stessi se poi tu fai fuori uno di loro. In questo caso Marotta sarebbe dovuto intervenire.
L'operazione Politano è conseguenza dell'errore fatto in estate, quando anche allora si sarebbe dovuto sapere che non era adatto al 3-5-2. 
Young giocherà al posto di Candreva?    

Da questo punto della stagione se vuole alzare un trofeo a Maggio, l'Inter le deve vincere praticamente tutte sia in campionato che nelle coppe, ma per far questo dovevi fare un mercato migliore in estate, che la società non ha fatto.
Come  già scritto, gli interventi pesanti a gennaio significa rimediare a errori fatti in estate. Perchè pretendere di prendere giocatori che incidano a gennaio e che subito offrano performances eccellenti all'interno di un contesto nuovo e con un modulo nuovo da assimilare è una pia illusione. 

 

Bassano Giancarlo