Lukaku, in una diretta Instagram con la moglie di Mertens, ha detto che dopo essere tornati dalla pausa di una settimana concessa dalla società, la squadra è tornata con 23 su 25 della rosa che erano ammalati. Lui ha affermato che praticamente tutti avevano tosse e febbre. Con il Cagliari Skriniar si è sentito male ed è dovuto uscire.
Se fosse vero ciò che ha detto, sarebbero da licenziare Marotta e tutto lo staff medico. 
Ma secondo quanto ricostruito da Sky e secondo quanto ha fatto trapelare la società alla Gazzetta dello sport, non si è mai verificata la situazione in cui 23 su 25 giocatori si sono ammalati, Skriniar già alla vigilia non era in uno stato ottimale ma alla fine credeva di poter giocare, contro la Fiorentina tre giocatori sono stati fuori per influenza (De Vrij, D'Ambrosio, e lo stesso Skriniar), l'altro caso è Bastoni. Per il resto, Lukaku quindi avrebbe gonfiato la cosa.

A mio avviso, Lukaku è assolutamente da condannare in maniera pesante. Lui avrebbe gonfiato il numero degli influenzati per che cosa? per qual'è motivo?
Affermando  quelle cose, Lukaku ha messo in imbarazzo la società che probabilmente dovrebbe non solo richiamarlo ufficialmente, ma prendere provvedimenti pesanti. 
Le malattie stagionali come l'influenza e la tosse sono normali per tutte le persone in qualsiasi luogo del  mondo. Ma sembra difficile che possa colpire 23 persone su 25 di una squadra in un arco di tempo brevissimo. Quelle del belga sono parole incomprensibili e per un certo senso gravi. Lui fa intendere che la squadra era pressoché tutta malata, per fare intendere volontariamente o no, che forse erano contagiati da coronavirus, una cosa emersa un mese e mezzo dopo in Italia.

Parole gravi, da multare pesantemente o anche da licenziare per giusta causa. Non può un giocatore professionista, lautamente pagato, dire una bugia riguardante la salute della propria squadra facendo intendere una cosa abbastanza importante.
Sopratutto in una situazione come questa, pesante, che sta colpendo tutto il mondo, le parole vanno ponderate quando si tratta di parlare dell'argomento.
Lui ha gonfiato il numero di giocatori colpiti da una sindrome influenzale in maniera abbastanza superficiale.
Lo scorso anno ai primi di febbraio Wanda Nara era stata criticata per parole pesanti contro la società e l'allenatore. Suo marito e suo  assistito ha perso la fascia di capitano e da quel momento ha rotto con l'ambiente.
Le parole di Lukaku se non sono gravi quanto quelle, lo sono di più. 

Bassano Giancarlo