Io credo che in questo avvio di stagione non ne sia andata bene una all'Inter: tra gli errori di Handanovic, quelli degli arbitri e quelli delle nostre punte, c'è parecchia malasorte in questa estate nerazzurra. Senza contare gli infortuni: Naingoolan prima, poi Lautaro, ed ancora Vrsaljco, D'Ambrosio, Skriniar, ecc.. . Ora, non vuole essere una giustificazione per Spalletti: anche lui ha commesso i suoi errori, però credo che l'attuale situazione vada ancora oltre i suoi demeriti.

IL PROBLEMA E' CHE NEI PROSSIMI GIORNI CI SARANNO DUE ALTRE PARTITE DIFFICILI: TOTTENHAM  MARTEDI', E QUINDI LA PARTITA DI MARASSI CONTRO UNA SAMP IN GRAN FORMA. Ecco, diciamo che a questo punto le cose sono due: O CI RIALZIAMO ALLA GRANDE CON DUE VITTORIE, OPPURE L'EVENTUALITA' DI UN ESONERO SI FA MOLTO CONCRETA.

Tanto più che in giro ci sarebbe un certo ANTONIO CONTE, che potrebbe essere proprio quel tecnico di personalità e vincente che verosimilmente farebbe al caso dell'Inter: non è un mistero che l'anno precedente SPALLETTI SIA STATO LA SECONDA SCELTA DELLA DIRIGENZA, PROPRIO A SEGUITO DELLA DECISIONE DI CONTE DI RIMANERE AL CHELSEA.

Dico la verità: non la vedo benissimo per Lucianone. Già la partita di martedì la considererei da fuori o dentro: un'ulteriore disfatta casalinga configurerebbe uno scatafascio peggiore di quello di De Boer; ed allora, se deve essere un'agonia, meglio cambiare subito.

Spero che la prossima sia una settimana di rinascita, con Lucianone al timone....se così non fosse, allora MEGLIO CONTE SUBITO! NIENTE AGONIE, NIENTE DEPRESSIONE

MAI COME OGGI, AMALA... .