Il Liverpool è una delle squadre più titolate d'Inghilterra, seconda solo al Manchester United, e la più prestigiosa e decorata di tutte a livello internazionale. Parliamo di un club storico che da quando negli anni '60 del secolo scorso è salito alla ribalta sotto la guida del grande Bill Shankly, è sempre stato tra i più forti e dominanti a livello globale. Oggi, dopo alcuni anni di mediocrità, il Liverpool grazie soprattutto al lavoro del focoso e rivoluzionario tecnico tedesco Jurgen Klopp, l'innovatore dello straordinario Gengerpressing, è tornato ad essere una corazzata quasi imbattibile in grado di surclassare qualunque avversario, semplicemente la squadra più forte al mondo. E' arrivata prima una finale di Europa League nel 2016 persa contro il Siviglia di Unai Emery capace di vincerne tre di fila; due anni dopo ha sorpreso tutti raggiungendo, giocando un calcio che è riduttivo definire meraviglioso, una finale di Champions che in pochi avrebbero pronosticato, salvo poi perdere contro il grandissimo Real Madrid delle tre Champions di fila; la vittoria della Coppa dalle grandi orecchie è comunque arrivata un anno più tardi battendo in finale il Tottenham, dopo aver asfaltato per 4-0 il Barcellona nella semifinale di ritorno ribaltando il 3-0 dell'andata. Quest'anno vincerà la Premier e con essa il Liverpool di Klopp avrà vinto tutti i titoli più importanti, l'unico traguardo che ancora manca è l'alloro più elevato che un club calcistico possa raggiungere: vincere ogni trofeo disponibile in una sola stagione, realizzare il celebre sestete.
Quello che segue è il progetto che io, se fossi a capo dell'area sportiva dei Reds, attuerei al fine di costruire una squadra tanto forte da poter competere per vincere ogni trofeo disponibile.

Partiamo dalla guida tecnica, dove ovviamente verrebbe confermato l'artefice principale di questi successi, colui che ha costruito questo gruppo quasi invincibile, parlo ovviamente del geniale Jurgen KLOPP.
Passiamo alle cessioni:

  • Divock ORIGI per 20 mln: buon centravanti che è più che altro ricordato per i suoi goal decisivi nella vittoria della Champions dello scorso anno. Al Liverpool può starci bene come riserva, ma a mio avviso bisognerà intervenire proprio nel suo ruolo acquistando un top-player di livello assoluto, pertanto Origi finirebbe per essere di troppo.
  • Xherdan SHAQIRI per 15 mln: ottimo giocatore dotato di eccellenti doti balistiche, il quale come riserva di Salah è perfetto. Tuttavia in questa stagione ha visto raramente il campo e in prestito al Bournemouth il Liverpool ha Harry Wilson, altra ala destra che però a differenza dello svizzero ha sei anni in meno e ha dimostrato di possedere potenzialità molto maggiori.
  • Marko GRUJIC per 15 mln: centrocampista centrale in prestito all'Hertha Berlino, viene da due buone stagioni ma in questo Liverpool non può starci, mi accorderei quindi per un riscatto alla cifra indicata.
  • Dejan LOVREN per 12 mln: ottimo difensore centrale vice campione del mondo da protagonista con la Croazia nel 2018, è in scadenza tra un anno e non sembra intenzionato a prolungare il contratto; pertanto considerando che non è un punto fermo e che spesso è anche soggetto ad infortuni, lo cederei.
  • Loris KARIUS per 3 mln: portiere famoso per le papere imbarazzanti che furono causa della sconfitta nella finale di Champions contro il Real Madrid, da due stagioni è in prestito al Besiktas e vista la sua costante titolarità penso sia facile finalizzare una cessione definitiva.

In totale dalle cessioni si ricaverebbero 65 milioni. Tenendo conto che trattiamo della più grande squadra del campionato più ricco al mondo e che essa dopo la vittoria della Champions League dello scorso anno, che ha fruttato entrate per circa 130 milioni, è rimasta quasi ferma nelle ultime due sessioni di mercato, direi che il budget ipotetico potrebbe benissimo essere fissato sui 160 milioni.

Arriviamo agli acquisti, che saranno pochi ma mirati a rendere ancor più imbattibile una compagine già straordinaria:

  • Kalidou KOULIBALY per 100 mln: il centrale di destra è l'unico ruolo che nel Liverpool ancora non è coperto da un top-player assoluto, pertanto non esiterei a spendere una cifra tanto elevata per andare a formare, insieme al miglior difensore al mondo in assoluto quale Virgil van Dijk, una coppia difensiva eccezionale, senza dubbio una delle più forti nella storia del calcio moderno. Fonti vicino al Napoli sono sicure che, al momento in cui il giocatore sia convinto di volersi trasferire, questo sia il prezzo prestabilito per la cessione del colosso francese di cittadinanza senegalese, e trovare l'accordo con il giocatore non credo sarebbe complicato considerando il blasone e potenza del Liverpool, dove avrebbe l'opportunità di competere per vincere tutto, cosa che al Napoli non sarà possibile. 
  • Pierre-Emerick AUBAMEYANG per 40 mln: Roberto Firmino è fortissimo, certamente un top-player di altissimo livello, tuttavia per poter puntare alla vittoria di ogni competizione il brasiliano non basta, oltre a lui serve anche un altro fuoriclasse assoluto che offra a Klopp un'alternativa in più, un giocatore diverso a seconda dell'avversario. Aubameyang è un grande centravanti che sarebbe perfetto per il gioco di Klopp, il quale già lo ha allenato per due stagioni nel Borussia Dortumund tra il 2013 e il 2015 e lo ha reso la macchina da goal che è oggi; dinamico grazie ad una velocità impressionante, tecnico e dotato di un tiro potente e preciso, è capace di segnare anche più di quaranta goal a stagione, è sempre nel vivo dell'azione ed è determinante nelle sfide cruciali.
  • Noussair MAZRAOUI per 15 mln: terzino che fa della spinta, della duttilità tattica e della tecnica le sue armi migliori, sarà essenziale a questo Liverpool è una degna riserva di Alexander-Arnold sull'out di destra ed il ventitreenne marocchino in forza all'Ajax è a mio avviso l'uomo giusto.
  • Javi MARTINEZ per 5 mln: l'ultimo tassello che manca è la riserva di Fabinho, componente che attualmente manca a Klopp, serve un mediano difensivo muscolare, uno che sia un vero e proprio muro davanti alla difesa. Il centrocampista spagnolo, che lascerà il Bayern quest'estate dopo tanti successi, risponde perfettamente a queste caratteristiche ed apporterebbe oltretutto anche una grande dose di esperienza in un gruppo comunque ancora abbastanza giovane.

Per finanziare la campagna acquisti sarebbero necessari 160 milioni, cifra identica al budget prefissato e pertanto perfettamente sostenibile.
In conclusione, seguendo il progetto di calciomercato appena esposto, la formazione ipoteticamente titolare sulla quale Klopp potrebbe contare la prossima stagione sarebbe il suo classico 4-3-3 con:

  • POR - Alisson
  • TD - Trent Alexander-Arnold (Mazraoui)
  • DCD - Kalidou Koulibaly (Matip)
  • DCS - Virgil van Dijk (Gomez)
  • TS - Andy Robertson (Milner)
  • CD - Jordan Henderson (Oxlade-Chamberlain)
  • MED - Fabinho (Javi Martinez)
  • CS - Georginio Wijnaldum (Keita)
  • AS - Mohamed Salah (Wilson)
  • PUN - Pierre-Emerick Aubameyang (Firmino)
  • AS - Sadio Mané (Minamino)
  • Allenatore - Jurgen Klopp

Basta leggere i nomi in campo per comprendere la forza straordinaria di questa squadra, la quale grazie ad una panchina molto migliorata, avrebbe tutte le carte in regola per competere su tutti i fronti nella quale sarà impegnata, in altre parole ha tutto per vincere ogni trofeo possibile. Con una difesa del genere poi, probabilmente la migliore in assoluto dai tempi del Milan di Sacchi e non credo di esagerare, sarebbe sorprendente se in sessanta partite i goal subiti fossero più di una trentina.

Commentate pure scrivendo cosa ne pensate e, in caso, cosa cambiereste.