Il Milan ha completato con l'arrivo di Castillejo e Strinic il reparto degli esterni sia difensivi che offensivi. L'arrivo di Laxalt appare quindi inutile. Considerando che l'esborso non è trascurabile risulterebbe incomprensibile. A meno che... Il Psg sta cercando un forte terzino sinistro. Da tempo ha sondato Rodriguez. Giocatore di esperienza internazionale. Solido ed affidabile. Alcune opzioni appaiono verosimili. Il Milan vende Rodriguez al Psg, realizzando una plusvalenza con la quale coprire integralmente il costo dell'operazione Laxalt con un effetto benefico sul bilancio. Riduzione del monte ingaggi. La plusvalenza si contabilizza immediatamente. L'ammortamento del cartellino in vari esercizi.

Oppure, non potendo fare una manovra "alla Higuain" per un centrocampista di livello internazionale e approfittando del fatto che il nuovo tecnico del Psg non considera intoccabile Verratti, potrebbe provare l'assalto al centrocampista italiano. Rodriguez sarebbe il prestito "oneroso" e il saldo rinviato alla prossima stagione. In una situazione simile ci sarebbe anche il Bayern, a dirla tutta. Lì il giocatore sacrificabile sarebbe l'ottimo Alcantara. Al Psg potrebbe interessare anche Biglia. Dalla perdita di Motta non hanno centrocampisti con caratteristiche simili e di esperienza che non siano titolari ma ottime riserve. L'argentino avrebbe questo tipo di caratteristiche. Ultima opzione: la vendita di Strinic a qualche club di medio livello per realizzare una plusvalenza, anche qui in grado di coprire una parte consistente dell'esborso di Laxalt.

Se invece rimanesse tutto cosi com'è, mi parrebbe uno spreco. Tre terzini sinistri a cosa servirebbero? Un parametro zero come alternativa è una buona idea, 18 milioni per una riserva invece una pessima idea considerando il FFP. Ci sarebbero anche le opzioni Baselli e Rabiot. Il Toro deve effettuare una cessione per completare il suo mercato. La cessione di Rodriguez al Psg, unita magari all'uscita di qualche centrocampista verso il Torino, farebbero tornare i conti in termini economici per l'arrivo del centrocampista ex Atalanta al Milan. Oppure uno scambio alla pari Rodriguez-Rabiot. A quel punto il Milan avrebbe in entrambi i casi un centrocampista tecnico in grado di giocare in tutte le posizioni del centrocampo e con una certa confidenza con il gol.

Le vie del mercato sono spesso tortuose ma questa "fregola" per Laxalt a mio parere è l'antipasto di qualche altro movimento di fine mercato. Speriamo bene. Nel frattempo Keita, che al Milan sarebbe servito come il pane, è finito all'Inter. Secondo me, alla faccia dei vari proclami, a meno di qualche uscita clamorosa, vedasi Perisic, il senegalese farà tanta tanta panchina. Dopo un anno di panchina tornerà svalutato al Monaco, con il rischio concreto di perdere un anno di carriera.