La stagione 2019/20 inizia male per la squadra bianconera: non sto parlando dei punti in classifica o della bellezza del gioco espresso sul campo, ma della nota "infortuni". Già, la grave defezione del capitano Giorgio Chiellini rischia di essere un'assenza pesante quanto quella di un CR7 in attacco.Certo signori, perchè stiamo parlando di un fuoriclasse della difesa, unico nel suo ruolo. Quanti difensori al mondo sono più forti del Giorgione Nazionale? Pochi o nessuno, a parte Sergio Ramos, e se aggiungiamo che Chiellini alla sua età, cioè 35 anni continuava a giocare ad altissimi livelli, allora la lunga degenza è ancora più dura da rispettare.

Ma al contrario del fuoriclasse assoluto che abbiamo in attacco, Ronaldo, il quale è inserito in un reparto affollato e pieno di risorse qualitative, in difesa, il fuoriclasse di Pisa ha lasciato un reparto pieno di interrogativi. Voi penserete che stia delirando, come? De Ligt?
Ecco, parliamo del giovane olandese: ha effettuato un pre-campionato di basso livello ed ha continuato all'esordio stagionale in casa contro il Napoli. Il ragazzone olandese ha il vizio di perdersi l'uomo della sua zona di competenza, oppure addirittura la marcatura. Sabato sera ha perso di vista Lozano sul gol del 3-2, e su calcio piazzato ha cannato completamente la marcatura di Di Lorenzo, immolandosi in una goffa scivolata, che giustificava il suo ritardo e la sua poca concentrazione in marcatura. Per non parlare dei gol di pre-campionato subiti dai piedi di Joao Felix dove De Ligt si fà imbucare da un lancio lungo di Lemar e vede il portoghese superarlo in corsa con marcatura andata a farsi benedire!

De Ligt è stato un affare di 85 milioni di euro, non bruscoletti per un difensore di soli 20 anni appena compiuti. Ci sono le attenuanti per il ragazzo di Leiderdrop, nuova squadra, nuovo campionato e il classico tempo per ambientarsi.Certo, l'inizio non è assolutamente incoraggiante, gli errori dell'olandesino sono assai marchiani, costano 2 gol alla Juve e un quasi pareggio insperato per il Napoli.

Io penso che la Juve abbia in rosa un giocatore sottovalutato per quello che è stato pagato ed è Demiral, autore di un bel pre-campionato al contrario del compagno di squadra più quotato.
Il turco è a mio parere, il naturale sostituto di Giorgio Chiellini, per tempra, cattiveria agonistica, bravura negli anticipi ed in marcatura. Ricorda un po' Montero per il modo di giocare e per la concentrazione mostrata in campo. Ecco io proverei a far giocare lui al posto del capitano, a De Ligt lascerei ancora qualche tempo per ambientarsi ed inserirsi bene nei meccanismi di Sarri. Secondo me è il naturale sostituto di Bonucci, buoni piedi, buona predisposizione ad impostare l'azione e a offendere sui calci piazzati.

Nella speranza che l'olandese non sia l'investimento più azzardato della storia bianconera, io punterei ad occhi chiusi su Demiral, che tra l'altro conosce già il nostro campionato per averci giocato l'anno scorso ottimamente con il Sassuolo.

Di De Ligt parlano benissimo tutti gli addetti ai lavori, e anche Ranocchia alla sua età aveva gli stessi elogi, confidiamo in una carriera assai diversa. Un altro Chiellini non c'è e allora bisogna avere coraggio di fare delle scelte importanti e non guardare allo stipendio dei giocatori. Forza Sarri, prevenire è meglio che curare.