Il nuovo tecnico giallorosso, Fonseca, appena arrivato a Roma, ha da subito cercato di rilanciare quel giovane attaccante di nazionalita' Ceca, che per due anni e' stato una grande delusione; parliamo, naturalmente di Patrick Schick.
Il modulo, cosi' offensivo e un'idea di calcio, basata, soprattutto, sulla tecnica, potevano essere la giusta combinazione, per rilanciare il giovane attaccante e, invece, anche il nuovo tecnico giallorosso, si e' dovuto arrendere all'evidenza.
Niente da fare l'ambiente giallorosso, cosi' esigente, non e' la piazza giusta per l' ex Sampdoria. Ecco allora che il ds Petrachi si e' dovuto mettere a lavoro per trovare una nuova squadra a Schick e per portare a Roma quel profilo giusto di attaccante, che fosse in grado di dare al titolarissimo Dzeko il giusto riposo. Infatti, in questi ultimi due anni, proprio a causa delle brutte e anonime gare di Schick, il bomber bosniaco e' stato costretto a giocare continuamente anche quando, invece, avrebbe avuto bisogno di staccare un attimo la spina. Il direttore sportivo Petrachi, cosi', dopo varie ricerche, ha trovato nella Bundes liga, la squadra giusta per Schick, il Lipsia. Il passaggio del giovane attaccante al Lipsia, ha cosi liberato il posto per l' arrivo di un altro attaccante, questo, pero', deve avere le spalle larghe e tanta esperienza per poter sopportare l' ambiente giallorosso.
Dopo diverse ricerche e, diversi profili di attaccanti esaminati, e' venuto fuori il nome di una vecchia conoscenza del campionato Italiano, l'ex Fiorentina e Milan Nikola Kalinic. L' attaccante croato, in forza all'Atletico Madrid di Simeone, veniva da una stagione in Spagna, piuttosto, anonima. Infatti, nella squadra di Simeone, Kalinic non ha trovato grande spazio e continuita' di gioco. I motivi principali di questa situazione sono da accreditare al fatto che nelle gerarchie del tecnico venivano prima due nomi di grande importanza: Greezman e Diego Costa. Inoltre, anche il tipo di gioco di Simeone, non era il piu' appropriato per le caratteristiche dell' attaccante Croato.
Kalinic, e' arrivato all'ombra del Colosseo nelle ultime ore valide per il calciomercato. L'attaccante, come gia' detto in precedenza e' una vecchia conoscenza del nostro campionato, avendo militato prima nella Fiorentina e, poi nel Milan. Proprio nella Fiorentina del portoghese Paulo Sosa, l' attaccante croato, ha giocato le sue stagioni migliori.

Durante l'intervista della sua presentazione, Kalinic, parlando un po' delle impressioni avute sul suo nuovo tecnico, ha dichiarato che Fonseca per gioco e mentalita' gli ricorda molto l'altro portoghese Sosa. Sicuramente, l'esperienza accumulata da Kalinic in questi anni, gli tornera' utile per la sua avventura in una piazza come quella giallorossa. Inoltre, il ragazzo, sempre durante la sua presentazione, ha dichiarato di volersi mettere a disposizione del tecnico e, soprattutto della squadra, quindi dei nuovi compagni a 360 gradi. Kalinic, quasi sicuramente, sara' utilizzato da Fonseca come sostituto di Dzeko, ma, il tecnico portoghese potrebbe anche utilizzarlo in coppia con l'attaccante bosniaco. Infatti, potrebbe schierare Kalinic al centro dell' attacco giallorosso, mentre Dzeko andrebbe a giocare subito dietro il croato, vista la sua grande visione di gioco mostrata in piu' di un' occasione. Le combinazioni utili per rilanciare Kalinic, di certo non saranno un problema per Fonseca.

Kalinic, nella squadra giallorossa, sono convinto trovera' le condizioni e gli stimoli ideali per il suo rilancio. Il gioco cosi' offensivo del tecnico Fonseca e, soprattutto il tipo di gioco del portoghese, che si basa, soprattutto, su tanta tecnica, daranno una grossa mano a Kalinic per mostrare nuovamente le sue ottime qualita'.
In attesa che l'attaccante croato inizi a fare esaltare tutti i tifosi giallorossi con il suo gioco e, soprattutto con i suoi gol, non mi resta altro che fargli i miei piu' sentiti in bocca al lupo!