Negli ultimi due anni la Juventus è stata eliminata dall'Ajax ai quarti e dal Lione agli ottavi: due eliminazioni precoci rispetto alle attese e all'organico della squadra bianconera in confronto alle avversarie incontrate e nonostante Ronaldo. Perchè per la Champions 2018/2019 nella fase a eliminazione diretta Ronaldo segnò tre goal all'Atletico Madrid e due goal all'Ajax. In questa stagione due goal al Lione. Che non sono bastati per evitare le premature uscite dalla competizione.

Colpa esclusivamente di Allegri e Sarri? No. Possiamo osservare che la Juventus non è giunta a queste sfide al massimo del suo potenziale tecnico e della forma fisica.  Mandzukic, Chellini e Douglas Costa assenti nella sfida con gli olandesi hanno pesato, sopratutto i primi due. Chiellini e Mandzukic sono giocatori che dal punto di vista della personalità e dell'impatto sono stati decisamente incisivi nel corso dei loro anni della Juve, il primo guidando la difesa e il secondo alzando di molto il livello dell'attacco. Dybala che ha disputato una stagione al di sotto delle sue qualità, all'incontrario di qusta stagione, dove si è dimostrato invece molto più incisivo e determinante. Contro il Lione però è mancato per via di un infortunio. Ha provato a recuperare senza ottenere successo. Con un Dybala in netta forma, come in tutta la stagione, chissà come sarebbe andata. Così come l'assenza di un leader come Chiellini. E Douglas Costa, ancora assente...

Certo, Allegri era alla fine di un ciclo e Sarri non è mai stato veramente dentro la Juventus. Non solo con il Lione, ma anche in molte altre partite della stagione si è notata una squadra che non ha recepito nulla dell'idea di calcio di Sarri ma è tornata spesso negli schemi di allegriana memoria. Per andare in fondo in Champions non basta Ronaldo. Servono altri giocatori di grande livello, uno spirito di squadra decisamente superiore e un gioco più efficace. Ronaldo quando ha vinto le quattro Champions  con il Real Madrid aveva attorno a sé giocatore del calibro di Marcelo, Carvajal, Modric, Kroos, Benzema, Bale, Sergio Ramos. Il livello dei compagni che si è trovato alla Juventus non è di quel livello a mio avviso.

Quindi non solo infortuni e non una condizione fisica ottimale, ma nemmeno tanti giocatori di quel calibro. Per il campionato italiano è sufficiente, ma per l'Europa serve altro. Certamente diversi errori sono stati commessi dalla società bianconera, come ad esempio mandare via giocatori come Emre Can e Mandzukic che avrebbero potuto dare tanto nella partita di venerdi o quella dell'andata a Lione, costata la clamorosa eliminazione alla squadra bianconera. Ma prima di tutto prendere un allenatore totalmente inadatto al contesto e che non è mai entrato in sintonia con la squadra.

Bassano Giancarlo