Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano, recitava una vecchia canzone, e nel mondo del calcio questa frase è alle volte consona. Questa volta è il caso di Arturo Vidal, il giocatore cileno che alla Juve ha raggiunto il suo picco in carriera, facendo delle stagioni incredibili tra il 2011 e il 2015. Arturo è stato uno dei simboli della rinascita bianconera post-Calciopoli: con i suoi goal, con i suoi tackle, con le sue giocate dominava il centrocampo insieme adi ulteriori campioni come Andrea Pirlo, Claudio Marchisio e Paul Pogba. Purtroppo una serie di eventi post-calcio hanno portato, nel 2015, la Vecchia Signora a decidere di cedere il calciatore cileno al Bayern Monaco, per una cifra di 40 milioni di euro che comunque ha portato alla squadra bianconera un'enorme plusvalenza. Il giocatore in Baviera però non ha trovato la stessa continuità che ha avuto alla Juve, e quindi dopo tre anni ha accettato la corte del Barcellona. L'allenatore del Barcellona, però, in questo inizio di stagione, non sta utilizzando tanto Arturo perché, diciamolo chiaro, per il modo in cui giocano i blaugrana il campione cileno non è proprio consono al contesto. E allora Braida, dirigente del Barça, ma anche il procuratore del cileno Felicevich, hanno iniziato a muoversi per proporre il giocatore alle squadre.

Una squadra alla quale il giocatore è stato proposto è proprio la Juventus, squadra nella quale Arturo si è trovato benissimo e nella quale ha dimostrato appieno le sue potenzialità. Paratici, direttore sportivo della Juventus, in questo momento è abbastanza freddo per quanto riguarda il ritorno del cileno in bianconero, però il dato di fatto è che la Juve sta cercando un centrocampista importante per rinforzare ancora di più una squadra fortissima. E se fosse Vidal il centrocampista per rinforzarsi ulteriormente e combattere nei campi della Serie A e in Europa? D'altronde il cileno è un campione ed un guerriero perché combatte su ogni pallone. Diceva Conte, ex allenatore della Juventus, che in guerra si porterebbe sempre uno come Chiellini o come Vidal. E se lo dice lui....