La Juve non è certo baciata dalla fortuna nel sorteggio di Champions e becca i vice campioni di Spagna dell'Atletico Madrid, i tedeschi delle aspirine del Bayer Leverkusen e il Lokomotiv Mosca che dato lo stato avanzato del campionato russo, è molto pericoloso quantomeno per togliere i punti.

La presunzione entra al concilio papa ed esce cardinale, se la Juve infatti prende sotto gamba questo girone molto equilibrato ed in cui si possono perdere punti con tutti, c'è il concreto rischio anche di finire terzi, nonostante Ronaldo protagonista di un bel momento di tv con il rivale di sempre Messi nell'intervista finale prima che il premio per miglior calciatore della Champions 2018-19 vada a Virgil Van Dijk in forza alla squadra della Terra d' Albione del Liverpool.

Al di là dei titoli dei giornali concentrati sugli esuberi in difesa ed attacco quello che è e resta il reale punto debole della Juventus è il centrocampo in cui c'è il rischio concreto di rivedere titolari i tre dello scorso anno ovvero Khedira Pjanic Matuidi visto che Emre Can, che prometteva bene, sembra inviso a Sarri.

Rabiot ad ora non sembra né carne né pesce, ha deluso a Parma, sembra un Dino Baggio 25 anni dopo. Non pervenuto Ramsey che è sempre indisponibile e sembra sbarcato in Italia più per ammaliare il pubblico femminile che per giocare al calcio.

Sempre sulla rampa di lancio ma mai decollato il solito Bentancur, penalizzato pure dalla Coppa America.

In questo contesto, mi sento perciò di consigliare a Sarri di riprendere come modello la Juventus di Cardiff che seppur pesantemente sconfitta per un tempo, finché ci fu il fiato, giocò alla pari e forse meglio del Real Madrid.

Quella Juve giocava col 4231 e non con la difesa a 3 ,Barzagli seppur bloccato era terzino vero e proprio.

Il 4-2-3-1 era stato varato in quella stagione per ovviare alle difficoltà del centrocampo orfano di Pogba ceduto, problema che permane tuttora, e per coinvolgere i giocatori e le personalità forti della Juve. Fin quando tutti, in specie i trequartisti, hanno corso stringendo in mezzo ad aiutare Pjanic e Khedira è stata una grande Juve.

Passando alla rosa attuale non si può ogni partita lasciar fuori Bonucci o De Ligt che di testa sugli angoli garantisce minimo 5 gol l'anno.

Non si può tener fuori uno fra Dybala ed Higuain.

Ecco come sarebbe la Juve attuale schierata come a Cardiff con lo stesso modulo: 

In porta Szczesny

Difesa a 4 De Ligt Bonucci Chiellini Alex Sandro

Centrocampo Pjanic Khedira o Emre Can 

Trequartisti Cuadrado o Douglas Costa a destra Dybala , Cristiano Ronaldo

Punta Higuain

Ovvio che il pipita qualche ripiegamento dalla parte di Ronaldo dovrebbe farlo.
Domanda gli avversari anche in Champions temerebbero di più una Juve schierata così con tutti i campioni in campo o con De Ligt o Bonucci e Dybala in panchina?

L'allenatore deve conciliare modulo e campioni magari dando un atteggiamento più offensivo ed alto rispetto a quello di Allegri.