La Juventus torna da Madrid  con sensazioni nettamente differenti rispetto da quando era ripartita da Firenze. Una squadra che si è ritrovata e ha giocato una partita ai suoi livelli,  in uno dei campi più difficili d'Europa.  

Vincere al  "Wanda Metropolitano" non era facile, ma la squadra bianconera ci è andata vicina. Ha pagato le disattenzioni sulle palle inattive,  con l'Atletico Madrid sono fatali.   

Ma dal punto di vista del ritmo e dell'intensità, nulla a che vedere con la partita di sabato sul campo della Fiorentina.   Soprattuto nel secondo tempo si è fatta preferire agli spagnoli, in virtù anche di una maggiore qualità tecnica.  

Bonucci e Cuadrado tra gli scudi.  Grande il cross di  Alex Sandro per il goal di Matuidi.

Il compito di  Sarri sarà quelllo, oltre che migliorare le situazioni in palla inattiva,  insierire Ramsey, Rabiot  e Dybala nel giro delle rotazioni.

La difficoltà di gestire una rosa ampia e fatta di grandi giocatori sta nel far si che tutti diano il meglio,anche chi gioca meno.

 

 

Bassano Giancarlo