Ancora una volta la ditta Paratici-Nedved sorprende tutti... Ma cosa ci lascia stupiti? Bhè il cercare a tutti i costi la riserva di Alvaro Morata, sopra i trentanni se non trentacinque... Cosa?! Qualcuno esclamerebbe, ma purtroppo è così.

La situazione sembra davvero delle più scarse, delle più strane, delle più da fuori di testa. La Juventus cerca una punta centrale, e fin qui è normale, dopo che in estate all'addio di Gonzalo Higuian e con un campionato terminato con una punta di ruolo e a tozzi e bocconi, perchè non aveva una riserva all'altezza, con CR7 e Dybala che preferivano o erano meglio come esterni d'attacco, sembra non sia arrivato agli occhi dei dirigenti bianconeri, anzi, si prende solo Morata, dopo una sessione di mercato dietro ad Edin Dzeko trentaquattrenne, scartando Arkadiuz Milik ventiseienne, che non convince per i problemi alle gambe, per poi virare su Morata, dopo che la Roma non trovando l'accordo con il Napoli per Milik, si rifiuta di lasciar partire Dzeko, e la Juventus vira, e meno male, su Alvaro Morata.

Ma se l'arrivo dello spagnolo, riporta a vedere i gol lasciati nel 2016 dell'attaccante, dietro c'è di nuovo il vuoto nella casella riserva dell'attaccante, cosa che fa di nuovo drizzare i capelli a tutti i tifosi. Ma ecco che, la dirigenza arriva a fine 2020 con una idea in testa; prendere una riserva di Morata. Ci sono arrivati! Esclamerebbero i tifosi... Ma quando, dopo l'ennesima volta si ripete il nome di Milik, si sentono i nomi per fare le riserve a Morata, ecco che i nomi fanno carambolare anche il meno tifoso...
Il primo nome fu Fernando Llorente, 36enne attaccante che aveva giocato in bianconero quattro anni prima, ma che oramai era tra il fuori rosa e le sparute apparizioni nel Napoli, e che non avrebbe potuto rendere come un tempo, ma tutto salta almeno per quel momento... Meno male! Ma non passa una settimana, che dalla padella si passa alla brace... Quando dal cilindro dei dirigenti bianconeri esce il nome di Graziano Pellè... Ma chi quello del cucchiaio a Neuer?! Sì, proprio lui...Trentacinque anni e da ben 4 anni allo Shandong Luneng in Cina, dov'è un fenomeno... in Cina per l'appunto. Ma anche in questo caso, il tifoso spera "No, il Cucchiaiaro no, era meglio Higuian!". Poi gira che ti rigira si torna su un vecchio pallino, Olivier Giroud, trentaquattrenne attaccante del Chelsea, che si è ancora in auge, ma siamo certi sia buono alla causa? Forse. Ma se non siamo rimasti sorpresi all'età di questi giocatori, Paratici-Nedved tirano fuori un nome ancora più forte; Fabio Quagliarella...Chi non ricorda le reti spettacolari, il dinamismo dell'attaccante di Castellamare di Stabia? Ancora negli occhi di tutti, quel gol finale contro il Chelsea che regala la qualificazione Champions alla Juventus nell'era Conte. Ora Quagliarella però, con tutto rispetto, ha trentotto anni, se non vicino al ritiro, ci siamo quasi, quindi portarlo per sei mesi in bianconero, a mio avviso è solo un azzardo bello e buono, perchè... Ma davvero immaginate Quagliarella a trentotto anni a sostituire Morata contro squadre in Champions? Avrà i suoi colpi, avrà la fisicità che ancora lo porta a segnare più di dieci gol a campionato, ma avesse avuto qualche anno in meno sarebbe stato meglio. Ma qui, Quagliarella si rifiuta di andare alla Juve, ma non perchè non sarebbe tornato, ma per una forma di rispetto verso la squadra e i tifosi della Sampdoria.

Quindi come abbiamo visto ad oggi, togliendo Milik, che poi non è calcolato come il giusto 'panchinaro' di Morata, i nomi tirati fuori sono tutti ultra trentenni, che si non chiederebbero la titolarità, ma è proprio quello che ci mette paura, perchè se un giocatore arriva per lottarsi la posizione, allora darebbe il 110 per cento, sapendo che sarebbe una riserva, utilizzata per le gare minori, qualora ci fosse un infortunio della punta titolare, ma che per la maggiore guarderebbe dalla panchina la maggior parte della partite, potrebbe essere un suicidio interno, quindi un attaccante vecchio che quando entrerebbe in campo, potrebbe essere, svogliato, con poca convinzione, diciamo un Dybala degli ultimi tempi? Ecco...Cosa consigliare alla dirigenza? Una punta tra i 25 e i 30 anni, che gioca nel club dove si trova, e che sarebbe pronto. Chi? Boh, potrei dire qualsiasi attaccante in A, certo chi si toglierebbe l'attaccante titolare? Ma soprattutto quale attaccante titolare andrebbe a fare la riserva fissa nella Juventus? Io se potessi scegliere, punterei su un attaccante d'esperienza, quindi un Lapadula del Benevento, un Lasagna dell'Udinese, e perchè no un ritorno di Favilli dal Genoa, oppure puntare su un giovane dell'Under 23 della Juventus stessa.

Non so, ma diamo a Cesare quel che è di Cesare, ma per favore non prendiamo uno che ha l'età di Cesare, ma uno che potrebbe divenire Cesare con qualche anno in meno.