La Juve fa il giro di boa a 53 punti, record assoluto per la squadra di Allegri. Nonostante questo, benedetta sia la pausa invernale che permetterà alla compagine bianconera di recuperare energie psicofisiche e qualche giocatore che sta recuperando da qualche infortunio, e a chi ha dovuto giocare di più di tirare il fiato. Dopo la pausa inizia un periodo di fuoco e da metà febbraio ci sarà la Champions da affrontare, e li bisognerà arrivare alla massima condizione possibile perché l'Atletico del Cholo Simeone darà battaglia.

Oggi la Juve ha affrontato un'ottima Sampdoria, la squadra di Giampaolo ha confermato quanto di buono sta facendo e ha messo in seria difficoltà la Juventus allo Stadium, che ha dovuto sudare più del previsto, dopo essere andata subito in vantaggio, e ringraziare il Var per aver visto il fuorigioco di Saponara sfuggito all'arbitro. Var protagonista oggi con tre interventi decisivi, due tocchi di mano che hanno portato due rigori a ciascuno, e il fuorigioco fischiato a Saponara.

La Juve, nonostante la netta superiorità, affronta squadre che a sua volta quando la incontrano si esibiscono tutte in prestazioni oltre la media, se non si è al massimo è difficile essere sempre vittoriosi, è per questo che comunque a questa squadra bisogna fare i complimenti, perché al di là di tutto giocare 19 partite, vincerne 17 e pareggiare solo 2 volte è sinonimo di grande maturità, di grande volontà di sacrificio da parte di tutti. Anche quando le partite sono difficili, si può notare, da parte di tutti, grande senso di sacrificio. Ma questo è molto dispendioso e quando non hai i ricambi a disposizione per chi gioca sempre diventa difficile, anche mentalmente. Quindi bravi tutti, ora riposo e recupero anche mentale, che con l'anno nuovo si riparte.