L'Italia è una nazionale che può avere non dico un futuro di successi, ma può tornare a competere. Una Nazionale giovane e di talento, sopratutto a centrocampo. Barella, Sensi, Locatelli, Jorginho, Verratti, Tonali e Castrovilli possono rappresentare una base importante su cui fondare una squadra che possa giocarsela con le big d'Europa.

In Olanda la nazionale ha dominato e ha avuto tante occasioni, l'unica colpa è stata quella di non aver chiuso la partita. Il goal è un problema non da poco: rispetto a quanto costruisce la squadra azzurra segna molto meno ed è un aspetto sicuramente da migliorare. Non solo gli attaccanti centrali (Immobile e Belotti) devono fare di più, ma anche gli esterni d'attacco devono essere più incisivi in attacco.  

In un 4-3-3, il modulo base scelto da Mancini, gli esterni d'attacco devono attaccare di più la porta e contribuire in maniera importante in fase realizzativa. Da qui passa la possibilità di fare un grande Europeo a giugno.

La difesa con Chiellini è tornata ad avere una certa solidità, cosa che non aveva dimostrato contro la Bosnia.

La Nazionale di Mancini non ha concesso praticamente nulla agli olandesi e questo può essere un dato importante per il futuro.

Peccato per l'ennesimo infortunio a Zaniolo: subire due crociati in un anno è difficile da sopportare. Ma auguro al ragazzo di riprendersi e tornare a esprimere le sue qualità sul campo. 

 

Bassano Giancarlo