L'Inter batte la Roma 3 a 1 e infila la quindicesima vittoria consecutiva. 
La squadra nerazzurra ha vinto 15 delle 17 partite del girone di ritorno disputate. Numeri strepitosi per una squadra che da fine gennaio ha dato lo strappo decisivo e ha vinto lo scudetto con grande merito e grande anticipo. Anche dopo la conquista matematica dello scudetto, la squadra nerazzurra non ha mollato e ha vinto contro Sampdoria e Roma realizzando 8 goal e subendone 2.

Il lavoro dello staff e dei giocatori è stato straordinario e neppure il più ottimista di noi interisti avrebbe mai pensato di andare a Torino sabato  con lo scudetto già in tasca e con ben sedici punti di vantaggio sulla Juventus.  
Merito del gran lavoro di Conte, che non molla e non mollerà sino all'ultima partita, onorando questo straordinario campionato disputato dall'Inter. 
In queste due partite hanno trovato spazio giocatori che hanno giocato poco come Ranocchia, D'Ambrosio, Vecino, Young, Pinamonti, Radu e Sanchez. Anche loro hanno giocato molto bene inseriti in un contesto collaudato e conosciuto dove tutti rendono al meglio.
I titolarissimi stanno continuando a giocare come loro sanno Lukaku, Lautaro Martinez, Skriniar, Brozovic, Hakimi, Eriksen, Barella e Bastoni non hanno assolutamente staccato la spina e in queste due partite hanno dato il meglio di loro. Solo De Vrij è rimasto a riposo, ma a Torino darà anche lui il suo grande contributo. 
Bisogna dare anche meriti ai preparatori atletici perché la squadra ha sempre avuto una buona prestanza fisica e non ha subito nessun infortunio particolare.
La squadra ha confermato contro Sampdoria e Roma la sua capacità di mettere in atto azioni manovrate che coinvolgono tanti giocatori.  
Nelle ultime 29 giornate di campionato, l'Inter ha totalizzato 22 vittorie, 4 pareggi e una sconfitta. 
Numeri straordinari per un'Inter straordinaria. 

Bassano Giancarlo.